La moviola di Torino-Carpi 0-0: su Belotti non era rigore

La moviola di Torino-Carpi 0-0: su Belotti non era rigore

Gli episodi arbitrali / Gavillucci sbaglia quasi solo nell’azione più importante del match. Contatto Benassi-Di Gaudio: giusto non fischiare

1 Commento

Torino-Carpi è stata una partita non spettacolare ma intensa e fisica. Tanti i cartellini gialli tirati fuori da Gavillucci, tutti corretti. La decisione più importante, quella dell’assegnazione del rigore al Torino, è però sbagliata.

Al 20’ il primo giallo del match, corretto, per Crimi del Carpi, che va a strattonare Vives in fase di disturbo. Al 23’ Gavillucci concede un fallo al Carpi, da cui nasce una punizione dai 30metri, per fallo di gioco pericoloso a Benassi; ma anche Bianco alza la gamba, e in genere in quei casi si dà ragione al difendente. Sugli sviluppi della battuta, gli emiliani chiedono un rigore per un contatto Benassi-Di Gaudio; il centrocampista granata trattiene leggermente l’esterno di Castori e forse lo sfiora anche con la gamba destra nella gara di corsa, ma lui si lascia cadere; troppo poco per concedere il rigore, ma il granata ha senza dubbio rischiato.

Al 24’ il primo giallo per il Toro: il destinatario è Kamil Glik. La decisione sembra corretta: un po’ furbescamente, il capitano dando le spalle a Crimi lo ferma allargando leggermente il gomito. E’ giusto anche il giallo a Benassi al 26’: il centrocampista ferma Letizia con una scivolata fuori tempo intorno ai 25metri. E’ l’ammonizione che lo costringerà a saltare Milan-Torino. Poco dopo si fa ammonire anche Peres: stende netto da dietro sempre Letizia sulla trequarti campo. Qui, sacrosanta la decisione di Gavillucci.

Sul finire del primo tempo, Benassi subisce fallo da Lollo: giusto il fallo per l’emiliano, che interviene sulle gambe del giocatore granata.

La ripresa si apre con una caduta in area di Benassi; il centrocampista, servito da Peres e contrastato da Gagliolo, va giù ma non ci sono gli estremi per il rigore, semplicemente il giocatore emiliano lo tocca con un braccio. Al 9’ giusto il fallo a Zaccardo che atterra Benassi; al 16’ il Torino chiede un rigore con Belotti, che se ne va sulla linea di fondo e viene fermato da Gagliolo. Il difensore del Carpi effettua una lieve spinta con la mano destra, ma non sembra sufficiente per destabilizzare Belotti, che si lascia cadere troppo facilmente. La scena è accaduta sotto gli occhi dell’addizionale: giusta la decisione di non concedere rigore.

Belotti

Al 30’ l’episodio più importante, che non è stato decisivo per l’errore di Maxi Lopez; Gavillucci assegna il calcio di rigore per fallo di Gagliolo su Belotti. Dalle immagini risulta piuttosto chiaro l’errore dell’arbitro: il difensore quasi non tocca il “Gallo”, che perde da solo il piede di appoggio (si vede chiaramente nella foto a corredo di questo articolo) e scivola per terra. Rigore dunque inesistente; per fortuna del Carpi non ha però influito sul risultato.

La moviola si chiude con un altro errore piuttosto marchiano dell’arbitro: Peres ferma Letizia con un intervento nettamente sul pallone, anche se gli appoggia leggermente la mano sulla schiena. Gavillucci assegna punizione dal limite dell’area sinistro per il Carpi, ma sulla battuta ci sarà un nulla di fatto.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gio - 2 anni fa

    Conta niente, però gli va addosso con il braccio. Ho visto tocchi molto più leggeri che per i commentatori di Sky erano rigore pulito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy