La strada per la A passa dal Crotone

La strada per la A passa dal Crotone

Non sappiamo se questa sera farà parte della formazione iniziale o meno, ma la presenza di Bianchi è già di per sé un fattore importante per questo Torino. L’assenza del capitano granata è pesata non poco su una squadra che fino ad oggi ha faticato ad andare in rete, nonostante in entrambi i match ci siano state occasioni più o meno nitide. Razionalmente sembra difficile poter vedere…

Commenta per primo!

Non sappiamo se questa sera farà parte della formazione iniziale o meno, ma la presenza di Bianchi è già di per sé un fattore importante per questo Torino. L’assenza del capitano granata è pesata non poco su una squadra che fino ad oggi ha faticato ad andare in rete, nonostante in entrambi i match ci siano state occasioni più o meno nitide. Razionalmente sembra difficile poter vedere il numero 9 in campo già questa stasera, ma il recupero lampo del capitano lascia sperare in qualcosa di buono. Il timore, quando si convoca un giocatore dopo un infortunio fastidioso come quello patito da Bianchi, è che ci possa essere una ricaduta. Il Torino non si può permettere un rischio simile, tanto più che siamo solamente alla terza giornata di campionato e uno stop di ulteriori 90 minuti non comprometterebbe un campionato che vede altre 39 giornate davanti. Ecco dunque che difficilmente vedremo Bianchi stasera sul terreno di gioco, ma averlo in ritiro sarà essere di grande stimolo per i compagni. Il Bomber granata è uomo carismatico che può spronare tutti a dare qualcosa in più. Certo, la sua sola presenza in panchina o in tribuna non garantirà la vittoria, però psicologicamente sarà un grande aiuto. E questa squadra ha bisogno di giocare sgombera dai pensieri e dagli affanni. Non è un caso che la grande rimonta sia arrivata lo scorso campionato proprio quando tutto sembrava perduto. La Rivoluzione di Petrachi ha fatto sì che gli uomini giocassero sapendo di poterci solo guadagnare da una situazione simile: tutto ciò che sarebbe venuto, sarebbe stato “in più”. Oggi non è così: i giocatori sanno bene di non potersi più appellare ad alcuna scusa. Oggi bisogna bisogna vincere. Non importa essere belli o fortunati. Quello che conta è la promozione. Per andare in A la strada passa dalla sfida di oggi con il Crotone.

 

(foto M.Dreosti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy