L’allenamento odierno

L’allenamento odierno

La squadra granata ha ripreso gli allenamenti in vista del prossimo impegno di campionato, domenica prossima alle ore 15 presso lo stadio Massimino di Catania contro la formazione etnea.
Dopo una mezz’ora di lavoro in palestra, la squadra si è trasferita sul terreno secondario del centro Sisport, poco dopo le 12, per sostenere una serie di esercizi atletici con percorsi ad ostacoli, scatti e ripetute.
Il primo…

La squadra granata ha ripreso gli allenamenti in vista del prossimo impegno di campionato, domenica prossima alle ore 15 presso lo stadio Massimino di Catania contro la formazione etnea.
Dopo una mezz’ora di lavoro in palestra, la squadra si è trasferita sul terreno secondario del centro Sisport, poco dopo le 12, per sostenere una serie di esercizi atletici con percorsi ad ostacoli, scatti e ripetute.
Il primo a scendere in campo è stato Matteo Sereni, particolarmente concentrato nel curare il proprio riscaldamento. Dopodichè il numero 1 granata è stato raggiunto dagli altri portieri, Calderoni e Fontana, con i quali ha iniziato l’allenamento specifico diretto da Vinicio Bisioli. Buone notizie quindi per Sereni che dopo l’infortunio del 22 ottobre torna in gruppo e quindi vede avvicinarsi la data del suo rientro in campo, probabilmente già da Catania.

La seduta per il resto del gruppo si caratterizza come principalmente atletica, sul fondo, per ricaricare le batterie dopo tante partite ravvicinate nelle scorse settimane.
Perondi, il preparatore atletico, divide il gruppo a disposizione in tre: Diana, Stellone, Barone, Saumel, Dzemaili, Rubin da una parte; Amoruso, Ogbonna, Bianchi, Rosina, Ventola, Abbruscato e Franceschini dall’altra, ed infine Pratali, Vailatti, Malonga, Di Loreto, Pisano e Zanetti
I giocatori si alternano nell’esecuzione dei percorsi sopraccitati. Ancora assenti, invece, Abate, Corini e Natali.

Dopo alcune serie di esercizi Ventola, Pratali e Barone si staccano dal resto della truppa granata ed effettuano giri di campo di corsa mentre i compagni passano alla parte tecnica, iniziando dai consueti esercizi sul possesso palla, divisi in squadre.

Veniamo appunto alle due squadre. Da una parte: Diana, Franceschini, Pisano, Vailatti, Dzemaili, Rosina, Malonga, Stellone; dall’altra Ogbonna, Di Loreto, Rubin, Zanetti, Saumel, Abbruscato, Ventola, Bianchi. A fare la funzione, consueta negli allenamenti debiasiani, del jolly, c’è Simone Barone, con una pettorina diversa e che gioca con la squadra che in ogni momento è in possesso di palla. Nel ruolo di alterna con Pisano. Da segnalare che a bordo campo corrono Pratali ed Amoruso, che per ora non prendono parte al lavoro di gruppo.

Le squadre sono ora diventate tre. In pettorina azzurra: Diana, Franceschini, Ogbonna, Saumel, Abbruscato Lorini (dello staff atletico); in pettorina verde: Vailatti, Di Loreto, Barone, Rosina, Malonga, Bianchi; in pettorina arancione: Pisano, Rubin, Zanetti, Dzemaili, Stellone, Ventola. Questo segmento di lavoro è sempre basato sul possesso palla; due mini-squadre si affrontano, la terza interviene cercando di rubare la sfera, e quando ci riesce si scambia di ruolo con quella che l’ha persa.

Ad Amoruso e Pratali si è aggiunto Colombo, uscito dalla palestra, nel correre a bordo campo; e mentre i portieri continuano il lavoro con il loro allenatore, Sereni compreso, il gruppo, terminato l’ultimo esercizio con la palla, si dedica al fondo. Corsa per tutti, poi il rompete le righe. Domani doppia seduta di allenamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy