Lapide, dopo la denuncia di Toro News

Lapide, dopo la denuncia di Toro News

“I lavori non riguarderebbero soltanto la lapide. Il muro retrostante, ad esempio, sta andando a pezzi […] sono visibili i punti in cui mancano i mattoni che cadono lungo il passaggio […] Se il muro non viene sistemato, altri ne cadranno, considerato che il vento e la pioggia hanno indebolito la struttura”. Questo è uno dei passaggi più significativi dell’intervista fatta da Marco Giordano a Piero Rubicondo

“I lavori non riguarderebbero soltanto la lapide. Il muro retrostante, ad esempio, sta andando a pezzi […] sono visibili i punti in cui mancano i mattoni che cadono lungo il passaggio […] Se il muro non viene sistemato, altri ne cadranno, considerato che il vento e la pioggia hanno indebolito la struttura”. Questo è uno dei passaggi più significativi dell’intervista fatta da Marco Giordano a Piero Rubicondo sullo stato della Lapide di Superga, e pubblicata in home page il 10 aprile. Le parole di Rubicondo, gestore del Museo del Grande Torino, esprimono tutto il rammarico per una situazione che Toronews ha voluto denunciare con forza. In Comune quell’intervista l’hanno notata, e qualcuno si è mosso per capire come, e perché, non si è intervenuti in tempo. Ora che il 4 maggio si avvicina, Palazzo Civico sente a maggior ragione il dovere di fare qualcosa. “Noi siamo pronti ad accollarci la manutenzione ordinaria, come abbiamo sempre fatto – precisa oggi Rubicondo – ma chiediamo al Comune di provvedere almeno a quella straordinaria”. Interventi che riguarderebbero anche il marmo, “incrinato ovunque”, la lastra centrale “tagliata trasversalmente da una crepa, oltre ad essere in rilievo rispetto alle altre, perché il muro su cui è sistemata “spinge” in avanti”. Senza dimenticare che “la pulizia non esiste e la struttura originale mostra chiaramente una fascia in bronzo che ora non c’è più e per la cui restituzione non sappiamo chi pregare”.

Dall’assessorato al Patrimonio e Bilancio del Comune fanno sapere che, “dopo aver letto su Toronews l’intervista a Rubicondo, sono state attivate le procedure affinché il demanio, proprietario del muro, effettui un sopralluogo per valutarne le condizioni”. Inoltre rivelano “che è stata indetta una gara d’appalto per assegnare ad un’azienda specializzata i lavori di manutenzione della Lapide di Superga, ma per il 4 maggio s’interverrà in modo provvisorio”. Ora si tratta di dar seguito alle parole con i fatti. Non dubitiamo che ciò accada e – in ogni caso – saremo qui a vigilare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy