Lazio Torino

Lazio Torino

Quando una squadra perde, le responsabilità, a torto o a ragione, vengono attribuite all’allenatore. Spesso la parola esonero, si profuma con le sconfitte e non si può dire che il quinto boccone amaro consecutivo, faccia bene alla salute e alla permanenza in granata di Alberto Zaccheroni.

Mister, un suo commento all’incontro?
I numeri testimoniano…

Commenta per primo!

Quando una squadra perde, le responsabilità, a torto o a ragione, vengono attribuite all’allenatore. Spesso la parola esonero, si profuma con le sconfitte e non si può dire che il quinto boccone amaro consecutivo, faccia bene alla salute e alla permanenza in granata di Alberto Zaccheroni.

Mister, un suo commento all’incontro?
I numeri testimoniano che è un momento delicato, non riusciamo a cogliere i risultati positivi. Oggi dovevamo alzare il ritmo ed essere corti tra la difesa e il centrocampo. Il primo gol, a freddo e in contropiede ha fatto saltare tutto, ci hanno costretto a giocare una partita in salita. Molti giocatori erano acciaccati. Qualcosa abbiamo fatto, ci è mancata la velocità di esecuzione. Vi ricordo che la Lazio ha fatto un’ottima partita.

Il presidente crede in lei e lo conferma, ma personalmente, come valuta il suo operato, non si sente in discussione?
Sicuramente non sono felice, mi assumo le mie colpe. Non va assolutamente bene. Ringrazio il presidente e sono sicuro che andrà meglio. Troppe sconfitte. Sfortuna a parte, anche noi dobbiamo fare di più. Quando non arrivano i risultati le pensi tutte.

Un rimedio?
Dobbiamo rimboccarci le maniche, ci sono ancora quindici partite, con quarantacinque punti a disposizione può accadere di tutto. Bisogna assolutamente ripartire.

Il caso Stellone, si è arrabbiato con lei per il tardivo utilizzo?
Non è successo nulla, solo fraintendimenti dei labiali della Tv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy