Lazio-Torino 3-1, Maxi Lopez: un gol per far cambiare idea al Toro

Lazio-Torino 3-1, Maxi Lopez: un gol per far cambiare idea al Toro

Focus on / L’attaccante, dopo la buona prestazione contro il Palermo, si è fatto nuovamente trovare pronto segnando un gol illusorio. Ora spera in una chance da titolare

7 commenti

Se quelli contro Roma e Palermo erano stati due indizi ieri è arrivata la prova: Maxi Lopez è (finalmente) tornato a giocare su buoni livelli. Già nei due incontri precedenti infatti l’attaccante argentino aveva messo in mostra buone cose facendo persino ricredere il tecnico Mihajlovic che quest’anno non gli ha certo risparmiato punture e frecciatine. Con le ultime prestazioni però Maxi Lopez si sta facendo di nuovo sotto: i messaggi che società e allenatore hanno voluto impartirgli sono stati recepiti e ora vuol rimettersi in discussione per il futuro prossimo (le ultime dieci giornate di questo campionato) e per la prossima stagione.

Dopo un inizio di campionato al rilento caratterizzato da prestazioni non all’altezza e una forma fisica ai limiti della decenza, Maxi Lopez è riuscito negli ultimi tempi a dare un calcio alle critiche tornando ad essere fondamentale e decisivo come un tempo e come è nelle sue capacità. I tifosi del Torino – che tanto sono affezionati all’attaccante tra i protagonisti della leggendaria impresa di Bilbao – auspicavano da tempo un ritorno in auge del loro bomber che tanta fatica stava facendo in campionato. Contro la Roma la svolta: nella gara dello scorso 19 febbraio persa dai granata per 4-1 qualcosa nella mente del giocatore è scattato. Dopo aver siglato il primo gol  in campionato proprio contro i giallorossi, infatti, Maxi è stato autore di ottime prestazioni in uscita dalla panchina riuscendo a sbloccare con la sua fisicità dirompente match che sembravano essere destinati al pareggio. Nell’ultima vittoria granata contro il Palermo l’esempio più limpido: da quando l’argentino è entrato in campo infatti la partita è cambiata con Belotti che ha avuto più spazi per rendersi pericoloso.

ROME, ITALY - MARCH 13: Maxi Lopez of FC Torino celebrates after scoring the team's first goal during the Serie A match between SS Lazio and FC Torino at Stadio Olimpico on March 13, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
ROME, ITALY – MARCH 13: Maxi Lopez of FC Torino celebrates after scoring the team’s first goal during the Serie A match between SS Lazio and FC Torino at Stadio Olimpico on March 13, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Lo stesso è accaduto anche ieri nel match perso contro la Lazio. All’attaccante ex Chievo Verona infatti sono bastati pochi minuti per provare a rimettere in piedi con una zuccata vincente una partita che sembrava ormai essere indirizzata sui binari sbagliati. La sua prestazione dunque è stata una delle poche note liete che la partita dell’Olimpico ha regalato ai granata. Se il suo futuro sembrava – fino a poco tempo fa – coperto da nubi e punti di domanda, forse le ultime prestazioni faranno ricredere la società di Via Arcivescovado che, dopo aver cercato di piazzarlo in tutti i modi lo scorso gennaio, potrebbe valutare una permanenza anche in ottica futura. Intanto, Maxi Lopez spera in una chance da titolare: al momento sembra però complicato perchè Mihajlovic per ora non sembra avere intenzione di passare ad uno schieramento a due punte vere, e la titolarità di Belotti non è ovviamente in discussione.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. loudhig_560 - 4 mesi fa

    Credo che “percorso di crescita” oramai non possa prescindere dal cambio di modulo: 4-4-2 é la unica possibilità.
    Lialijc deve essere venduto sperando di recuperare gli otto milioni spesi e Falque utilizzato parzialmente.
    Due punte e quattro centrocampisti veri con Baselli un poco più avanzato e ,purtroppo, altro allenatore.
    Non credo che un allenatore giovane come l’attuale Pro Vercelli (!) avrebbe fatto
    Peggio.
    E Urbano costava molto molto meno ( argomento sul quale la sensibilitá del
    Presidente é notevole)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. osvaldo - 4 mesi fa

    Ieri l’allenatore ne ha combinato un’altra delle sue!
    -Perchè de Silvestre? Una frana come AL SOLITO!
    -Perchè Lijajc? un giocatore INUTILE!
    -Perchè cambiare Iturbe(primo tempo da schifo!),nel momento in cui aveva iniziato a far bene,con due belle iniziative in velocità che avrebbe potuto e dovuto portare al gol, per mettere dentro il solito inutile fuori casa, Falque?
    -Perchè non mettere dentro dal 1° minuto del secondo tempo Lopez che dimostra di essere l’unico capace in questo momento di affiancare Belotti e creargli
    spazi per puntare la rete?
    -Perchè non continuare con i giovani? Visto che non interessa l’8° posto- CAIRO DOCET(impossibile comunque da raggiungere!)visto che non interessa il 9° o il 10°(anch’essi difficili!),diamo fiducia ai giovani e vediamo di quale pasta sono veramente fatti!
    No, non ci siamo!In questa maniera ci facciamo prendere a pallonate da squadre più attrezzate tecnicamente e da quelle meno attrezzate tecnicamente ma ben più attrezzate di tatticamente.
    Fare più punti dell’era Cairo non può essere una conquista perchè facilitato dallo svluppo del campionato con 3 squadre retrocesse già alle 12°13° partita e che,oggi, sommando i punti delle tre, non si arriva nemmeno ai fatidici 40 che da sempre sono il limite per la salvezza e, se alle 3 aggiungiamo anche l’Empoli, poco più sopra, ci rendiamo conto che ben 24 punti erano – sono e saranno di libero accesso!
    Cerchiamo di non buttare al vento un’annata di delusioni,dando fiducia ai giovani con la speranza di tirare fuori uno o due altri Barreca e, nello stesso tempo, al posto di pensare come dare via Hart e Belotti la prossima estate,vediamo come TRATTENERLI!! e vedere come dare via i vari Ljaic – De Silvestre .- Iturbe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Athletic - 4 mesi fa

    Non lo farà mai giocare, sovrappeso oppure no, che segni oppure no, non lo farà mai giocare perchè in testa ha un modulo e uno solo, si è fatto prendere gli esterni che voleva per metterlo in pratica, e adesso cambiare modulo per Miha sarebbe una sorta di sconfitta, che evidentemente non vuole accettare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 4 mesi fa

    Basta co Ljajic, con Iturbe e con il centrocampo a 3.
    Bastaaaaaaa
    Dentro Maxi in coppia con il Gallo x un più compatto 4-4-2

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 4 mesi fa

      Basta con mihajlovic!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ciroforever - 4 mesi fa

      si ma dopo chi lo spiega a ddavide69 che il suo mister è un coglione patentato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rossogranata - 4 mesi fa

    Era da una vita, che molti tifosi aspettavano come me questo momento per Maxi Lopez. Speriamo che quel zuccone di Sinisa si sia convinto e che finalmente lo faccia giocare dall’inizio e non dandogli degli stracci di partite da 10 0 20 minuti!”!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy