Lazio-Torino, sfida tra due delle squadre che crossano di più in Serie A

Lazio-Torino, sfida tra due delle squadre che crossano di più in Serie A

Verso Lazio-Torino / Ventura come Pioli predilige il gioco sulle fasce: l’esito della sfida dell’Olimpico passerà anche dalla precisione degli esterni al cross

classifica

La partita di domenica all’Olimpico di Roma metterà di fronte Lazio e Torino due squadre molto vicine tra loro in classifica e che hanno iniziato bene questo campionato. Queste due compagini mostrano tra loro alcune caratteristiche simili, prima fra tutte la predilezione per i cross.

Sia i biancocelesti che i granata infatti sono ai primi posti della particolare classifica che ordina le squadre della nostra Serie A per cross effettuati a partita: i ragazzi di Pioli si trovano nettamente al primo posto con ben 28 palloni messi in mezzo a partita, 4 in più del Toro che comunque occupa la settima posizione, segno che anche Ventura si affida spesso a questa soluzione. La Lazio in particolare sviluppa gran parte del suo gioco sulle fasce, soprattutto nel settore di destra, quello dove abitualmente agisce Antonio Candreva, zona del campo nella quale attacca con maggiore vigore. Cristian Molinaro (o Danilo Avelar nel caso recuperasse) sarà dunque chiamato alla massima attenzione difensiva, per evitare che l’esterno  arrivi con frequenza al cross o alla conclusione in porta.

Dal punto di vista dei singoli, Daniele Baselli, essendo il giocatore chiamato a batter i calci d’angolo, ha una media di 1.8 cross a bersaglio a partita, mentre Bruno Peres ed Avelar, giocatori di fascia che nel gioco di Ventura ricoprono un ruolo chiave, si fermano rispettivamente a 1.4 e 1.7 cross a segno a partita. Nei biancocelesti, invece, a dominare questa particolare graduatoria troviamo il classe ’95 olandese Kishna, che nelle 6 presenze in Serie A ha tenuto una media di 1.8 cross a partita. Poco più di Antonio Candreva (1.4) e di Luca Biglia (1.3), fermati dagli infortuni e poco presenti in questa prima parte di campionato.

Qualsiasi tipo di partita aspetti i granata all’Olimpico di Roma, una cosa è sicura: il gioco sulle fasce avrà un’altra volta un’importanza estrema, e di conseguenza il peso specifico dei cross sarà molto influente sull’esito finale della gara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy