Le pagelle di Cesena-Torino: Quagliarella il migliore, che esordio per Maxi Lopez!

Le pagelle di Cesena-Torino: Quagliarella il migliore, che esordio per Maxi Lopez!

Le pagelle di TN / In affanno la difesa, soffrono molto Jansson e Moretti. Encomiabile l’impegno di Quagliarella, bene Farnerud con due assist

PADELLI 5.5: Qualche colpa sul fallo ai danni di Brienza che induce l’arbitro Guida a decretare il rigore; esce in maniera scomposta e viene ammonito. Dagli undici metri Brienza lo spiazza. Poche colpe anche sul secondo rigore: si getta a destra, ancora Brienza se ne fa beffa con un cucchiaio.

MAKSIMOVIC 6: E’ il meno in difficoltà della difesa, ordine e precisione sono le sue parole d’ordine in fase di copertura.

JANSSON 5: E’ chiamato a sostituire capitan Glik: forse non ha le stesse doti sui calci piazzati, ma in fase di copertura non fa sentire la pesante assenza del polacco. Subisce molto a livello fisico, ma non cede di un millimetro. Si supera nel secondo tempo quando mura Brienza, pronta a calciare solo davanti a Padelli. L’unica nota negativa è la “frittata” commessa nel secondo tempo, quando regala – letteralmente – un calcio di rigore per un fallo di mano davvero ingenuo ed evitabile.

MORETTI 6: Nervoso e a tratti confuso (soprattutto nel secondo tempo quando gli animi si scaldano), ma poi sempre presente, usa la saggezza del veterano per rimediare ad alcune situazioni spinose.

DARMIAN 6: Sulla fascia destra ci sono delle praterie, non si fa pregare per affondare ogni volta se ne presenti l’occasione. Viene sostituito nell’intervallo a causa di uno scontro di gioco nel primo tempo (45′ st MASIELLO 4.5: Il risultato e la prova di tutta la squadra dovrebbe legittimare per il terzino un voto più alto, ma la sua prestazione è davvero da serie minore…)

BENASSI 6.5: E’ un gol liberatorio; non solo permette al Torino di rompere il ghiaccio e vincere la partita, ma è importante per il numero 94 che così ritrova sicurezza e serenità dopo un periodo non facile. (16′ st EL KADDOURI 6: Alza il ritmo della partita.)

FARNERUD 7: Due assist in due minuti; il centrocampista svedese illumina il centrocampo (e la partita) del Torino con alcune giocate di alta classe.

GAZZI 6: Svolge il consueto lavoro di copertura, il centrocampo del Cesena si schianta contro di lui in fase di impostazione. Sempre prezioso quando c’è da soffrire.

BRUNO PERES 6.5: Sempre preciso e costante, nel finale di secondo tempo si becca un giallo per perdita di tempo. Salterà la prossima partita, a San Siro contro l’Inter. Un vero peccato.

MARTINEZ 5.5: Meno reattivo ed incisivo del solito, dimostra comunque di aver assimilato i dettami tattici di Ventura. Può solo crescere e migliorare. (22′ st MAXI LOPEZ 7.5: Il giocatore argentino non sarà sicuramente l’uomo che aiuterà il Torino a fare il salto di qualità, ma intanto oggi con un gol pesantissimo regala al Torino 3 punti altrettanto pesanti. E’ il suo il gol-partita che permette al Torino di espugnare il Manuzzi. Un tocco da fuoriclasse. Mezzo voto in più come bonus per l’esordio in campionato)

QUAGLIARELLA 7: Il gol del raddoppio non è dei più difficili, ma il numero 27 è lesto ad anticipare i difensori romagnoli e appoggiare in rete, con la complicità di Leali. Arriva un gol tanto aspettato, spezza un digiuno che durava da tre mesi. Da un suo rapido movimento nasce l’azione che aveva portato al vantaggio di Benassi. Da una sua intuizione, nasce il gol del definitivo 3-2. Giù il cappello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy