Le tre sentenze di Torino-Inter 2-2: la svolta a centrocampo. Ljajic, così non va

Le tre sentenze di Torino-Inter 2-2: la svolta a centrocampo. Ljajic, così non va

Analisi / La squadra granata ha dimostrato un grande carattere, in grado di affrontare qualunque squadra: un fattore positivo, ma che crea anche un grande rammarico

TRE SENTENZE

TURIN, ITALY - MARCH 18: FC Torino head coach Sinisa Mihajlovic salutes the fans at the end of the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 18: FC Torino head coach Sinisa Mihajlovic salutes the fans at the end of the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Torino ha colto un pareggio contro l’Inter, squadra che arrivava da un periodo alquanto felice, in grado di segnare 7 gol all’Atalanta, squadra rivelazione del campionato. I granata hanno stoppato la corsa nerazzurra verso la Champions, dando buoni segnali, rimontando una situazione di svantaggio e rischiando anche di vincere la partita. Le tre sentenze del match girano intorno a questi elementi, aggiungendo il fattore centrocampo, che è stato fondamentale nel match del Toro, e anche di Ljajic, che non è stato in grado di prendersi la squadra sulle spalle al momento opportuno.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. forzatoro39 - 4 mesi fa

    Ljajic talento puro gioca solo come vuole e ha ragione ! Quando è stato preso si sapeva come giocava o lo si fà giocare come è capace o lo si lascia in panchina !La colpa non è sua ma di chi si ostina a farlo giocare diversamente !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 4 mesi fa

    La partita ha dimostrato,se ancora ce ne fosse bisogno, che il centrocampo “leggero” a 3 benassi, baselli e Valdifiori non può supportare questo modulo. Con i kg di Acquah e la gamba di lukic è già meglio.
    Solo il nostro genio incompreso non se n’è accorto ed insiste coi suoi cambi suicida e con moduli che neanche il Barcellona pratica.
    Quanto dovrà ancora continuare questa pantomima?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mazede70 - 4 mesi fa

    Io non riesco ancora a capire come sia possibile che questo benedetto ragazzo non sia ancora stato messo in condizione di rendere al meglio !! Ma chi c é nello staff tecnico della squadra? topogigio? Ma devo venire io che di mestiere faccio l imbianchino, a dire come si recupera uno come Adem? E pure gratis (lol) ?? 20km di corsa tutti i giorni ( 10 in salita) e sopratutto taanto dolore fisico durante gli esercizi , vedi poi come la ritrova la spensieratezza in campo !! :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 4 mesi fa

      Magari fargli pulire anche i cessi a fine allenamento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 4 mesi fa

    Ljaic che si prende la squadra sulle spalle?
    È mai successo?
    Può mai succedere?
    Era successo con le squadre precedenti?
    Mai: cacciato dovunque ha messo piede.
    Però fortunatamente c’è una società che è disposta a spendere quanto mai per averlo, che è addirittura orgogliosa di averlo fatto, ci sono tantissimi che ci credono a tale punto da intristirsi se ancora non è riuscito a caricarsi la squadra sulle spalle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loudhig_19 - 4 mesi fa

      Hai ragione : ha fallito nelle tre squadre precedenti e fallirà con noi.
      Ciò non toglie che le possibilità le ha, purtroppo sará sempre una incompiuta.
      Speriamo nella Cina per sbolognarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy