Lerda prova e riprova la manovra

Lerda prova e riprova la manovra

Nell’allenamento pomeridiano la squadra di Lerda è scesa in campo per prepararsi alla sfida contro il Portogruaro. Non tutti i giocatori hanno preso parte alla seduta. Alcuni hanno svolto lavoro differenziato, mentre altri non sono riusciti proprio a scendere in campo. Iunco, per esempio, è rimasto a bordo del terreno di gioco ad osservare i compagni, ma l’attaccante non si è neppure messo in tuta ed è rimasto in borghese….

di Redazione Toro News

Nell’allenamento pomeridiano la squadra di Lerda è scesa in campo per prepararsi alla sfida contro il Portogruaro. Non tutti i giocatori hanno preso parte alla seduta. Alcuni hanno svolto lavoro differenziato, mentre altri non sono riusciti proprio a scendere in campo. Iunco, per esempio, è rimasto a bordo del terreno di gioco ad osservare i compagni, ma l’attaccante non si è neppure messo in tuta ed è rimasto in borghese. All’appello mancavano anche De Feudis, Ogbonna e Pellicori. Si è invece rivisto dopo tanto tempo Salgado, arrivato a seduta iniziata, ma il cileno è ancora costretto ad utilizzare le stampelle. Rivalta, invece, ha soltanto corso attorno al campo seguito a vista dal preparatore atletico. Per quasi tutta la seduta Carrieri si è allenato con gli (ex) compagni, ma quando si è arrivati alla partitella finale, si è accomodato a bordo campo, dove erano presenti anche Petrachi e Ferri.
Lerda ha voluto lavorare ancora sulla costruzione della manovra, provando e riprovando i vari movimenti. Il tecnico si è anche soffermato, però, sui movimenti in fase di non possesso, esortando tutti gli uomini a non fermarsi e continuare il pressing in ogni momento. Durante la seduta c’è stato tempo per provare anche i calci d’angolo. Due squadre "d’attacco" si alternavano contro una sola "difesa". La seduta è poi terminata con la classica partitella a campo ridotto 8 contro 8.

 

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy