Torino, Mihajlovic: “Chi non sente il derby cambi mestiere. Al Fila tante porte aperte”

Torino, Mihajlovic: “Chi non sente il derby cambi mestiere. Al Fila tante porte aperte”

Il nuovo tecnico incontra i giornalisti, il nuovo ciclo può partire: “Ventura sarà sempre il benvenuto, resta uno dei miei allenatori preferiti. Merita la Nazionale e lo aspetto a braccia aperte. Questa è casa sua. Qui ci sono orgoglio, lacrime e sudore come piace a me. Qui nessuna paura, dobbiamo combattere. Tutti uniti possiamo tornare in Europa. Modulo? Non faremo difesa a tre, è giusto cambiare dopo 5 anni”

23 commenti

WELCOME SINISA

E’ arrivato finalmente il giorno di Sinisa Mihajlovic: il nuovo tecnico del Torino, infatti, si presenta al primo incontro con la stampa locale nelle vesti di allenatore granata. Reduce dall’agrodolce esperienza al Milan, il serbo prende il posto di Giampiero Ventura, dopo 5 anni ininterrotti di guida da parte del tecnico genovese.

Inizia Cairo: “É una buona occasione per fare un buon bilancio di questi 5 anni, con il nostro mister Ventura che ha lasciato il Toro per andare in Nazionale e per presentare Mihajlovic come nuovo allenatore. Siamo soddisfatti di quanto fatto in questi anni e ora non dobbiamo fermarci”.

Poi una battuta: “Non vi ho mai visti così numerosi, bisogna ammettere che Sinisa è l’attrazione del momento. Oggi ripartiamo con lui in panchina e con Petrachi che ormai è una costante, quasi 7 anni assieme. Ora l’obiettivo come sempre è fare le cose, non dirle e basta. Dobbiamo lavorare per fare e poi una volta fatto festeggiare”.

Ora il tecnico Mihajlovic: “Qui ci sono orgoglio, lacrime e sudore come piace a me. Questo club mi assomiglia e non vedevo l’ora di lavorare. Qui nessuna paura, dobbiamo combattere”

Sul Grande Torino: “Ho chiesto al presidente di andare a Superga, perché gli Eroi non invecchiano mai e noi dobbiamo essere alla loro altezza ogni minuto che passeremo in campo”

Ai tifosi: “Dobbiamo creare una certa sintonia, dobbiamo provare le stesse cose. Se gioiamo e soffriamo assieme allora potrà davvero essere una grande stagione”.

23 commenti

23 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroFuturo - 1 anno fa

    L’allenatore influisce molto in una squadra di calcio, circa il 30%. Mihajlovic, invece di raccontare “percorsi di crescita” e “cellule granata”, ha posto un chiaro e congruo obiettivo: “vogliamo andare in Europa”. Se raggiunto, promossi, altrimenti bocciati. Mihajlovic vale almeno 10 punti in più a campionato rispetto al predecessore. Presidente Cairo, ha scelto un ottimo tecnico, ora non ci deluda con la campagna acquisti/vendite. Benvenuto Mihajlovic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Placebo75 - 1 anno fa

    Ho sempre tifato per gli allenatori italiani ma questo, Sinisa, mi è sempre piaciuto e tanto. Credo che abbia qualcosa di diverso dentro, rispetto a molti. Ha anche doti umane che a pelle mi piacciono e tanto. Dopo un anno di ‘bla bla bla’, sentire qualcuno che parla chiaro, pulito e sincero, è ossigeno per i polmoni. Non so che rosa gli darà in mano Cairo, ma ho fiducia. Non mi sono rimaste molte cartucce per continuare a dare fiducia ad un calcio che fatico sempre più a comprendere. Una delle ultime, per non dire l’utlima, me la sparo con lui.
    Buon lavoro Sinisa e FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 1 anno fa

    Direi che ha studiato bene l’ambiente ed i tifosi, per cui le parole sono adatte all’audience granata: bravo!
    Saprà quindi che saranno però i fatti che, come sempre, lo faranno amare o ripudiare dai tifosi: capire cosa si aspetta da lui il suo pubblico è segno di grande furbizia e apertura mentale.
    Gli auguro di avere a disposizione una rosa in accordo con le sue aspettative e filosofia di calcio, perché sono comunque solo e sempre i giocatori che, in campo, faranno la differenza: lui dovrà essere bravo a gestirli fuori.
    FVCG,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. osvaldo - 1 anno fa

    Bravo SINISA,
    chi non è motivato,chi non conosce i valori della tenacia,del sudore,del sacrificio, vada a fare il ragioniere! Non s’avvicini nemmeno ai gloriosi colori granata!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TORERO - 1 anno fa

    Consigli per gli acquisti : SMOLNIKOV uno dei 4 difensori della Russia, quello tanto per intenderci che ha fatto quella fantastica entrata in scivolata su Lallana dell’ Inghilterra…Strepitoso uno da TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kaimano - 1 anno fa

    Può venire anke il signore ma se nn hai giocatori all’altezza nn vai da nessuna parte. Gli allenatori, e parlo dei migliori, danno un valore aggiunto del 10% e il restante appartiene solo ai giocatori. Mondonico aveva Scifo e Vazquez e si è permesso di vincere in Europa e battendo il Real mentre con i loro successori meno bravi ha preso sonori skiaffi. Il calcio è semplice…quasi sempre vince ki ha i giocatori più forti e nn ki ha l’allenatore piú reclamizzato o più cazzuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CONTE VERDE - 1 anno fa

      concordo in pieno Mondo ha avuto fra gli altri Scifo-Vasquez-Marchegiani-Poli–i migliori Cravero e Lentini..e i risultati sono arrivati..GIGI RADIX ha avuto un attacco con 2 bomber fantastici oltre al resto e i risultati sono arrivati ..questi due allenatori hanno dato tanto,ma senza i grandi giocatori non vai da nessuna parte..purtroppo noi il President Dux dopi 11 anni pare non avere ancora risolto i suoi dubbi amletici..Fare o NON FARE UN GRANDE TORO !!! vendere o non vendere ogni anno i giocatori piu’ forti !!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. lucapatria_637 - 1 anno fa

    ha parlato come un ultras moderato, a me piace molto per i concetti espressi, mi aspetto però risultati anche di organizzazione tattica e miglioramenti tecnici dei giocatori….e poi basta parlare dell’integralismo di Ventura, ha usato 2 schemi, uno per 2 anni e uno per 3, quest’ultimo ha fatto vincere 5 scudetti ai gobbi, e ricordatevi delle volte che ci siamo trovati soli davanti all’uomo….buon Toro a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. wally - 1 anno fa

    tra le tante cose mi è piaciuto cosa ha detto sulla questione Maksimovic e Immobile…( anche se vorrei rimanessero tutti e due..)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rokko110768 - 1 anno fa

    Dall’integralismo tattico di GPV alla difesa a 4 di Sinisa. Certamente con centrocampo a 3 perchè quello abbiamo in rosa oggi; con le varianti in avanti possibili (433 e 4312 innanzitutto).
    Aria fresca, ossigeno. Finalmente. Conta il campo e queste son solo parole però è sicuramente confortante. Forza Toro e Forza Sinisa !!! E cmq grazie a GPV che buone cose ha fatto negli anni passati, meno nell’ultima stagione con qlc eccezione (Belotti per esempio).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Veyser - 1 anno fa

    Sarà che sono un nostalgico per natura e che ho ancora la sensazione di “vuoto” che Ventura mi ha lasciato ma trovo le parole di Mihajlovic figlie del momento e anche con un pò di paraculismo al quale non ero più abituato.
    Trovo veramente riduttivo, come ho letto sotto in altri commenti, che noi del Toro abbiamo come capisaldi Filadelfia e Derby…. Credo che il TORO sia molto più di questo.
    Niente da fare…. sono prevenuto…. spero di sbagliare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      E cosa abbiamo come capisaldi?
      Forse il terzo tempo dopo i derby?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Veyser - 1 anno fa

        Caro Maremmano, provo a farti un piccolo e breve sunto di cosa significa per me il TORO…. Annoni che gioca in maniche corte con temperatura sotto zero, Roberto Cravero CAPITANO, il Mondo e la sedia alzata, i 3 pali di Amsterdam, la mia trasferta a Madrid e a Monza con lo stesso entusiasmo, Gigione Lentini sotto la maratona, Picchia x noi Giacomo Ferri, Alessandro Rosina che ci riporta in serie A, Abedí Pelé, Antonino Asta… Etc, etc, etc…potrebbe essere un lunghissimo elenco… Incluso ovviamente il Fila, i derby vinti e quelli persi con o senza terzo tempo… Oggi il nuovo mister ha giocato la carta del Paraculo, ha toccato temi che per noi sono la Nostra Storia, per lui l’unico argomento poteva usare per partire con il piede giusto con noi tifosi… Io a questo giochetto non voglio giocare e come già più volte detto e scritto dovrà conquistare lui la mia fiducia con i risultati… Sono pronto a fare ammenda quando avrà fatto bene e spero proprio di farlo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

          A me mi sembra che molti orfani di Ventura sono diffidenti verso Mihajlović, ricordo che Ventura ha lasciato lui il Toro e non è stato allontanato dal Toro, in quanto ai capisaldi da te elencati fanno parte anche dei miei, ma di certo ieri sarebbe stato troppo se il serbo li avesse fatti suoi, non vedo dove sta la paraculaggine se poi un uomo di sport va a visitare Superga, poi Veyser ognuno ha il suo modo di interpretare le cose, io per esempio non sopportavo Ventura quando ci ricordava di continuo del Cittadella, di dove eravamo e mai si è ricordato cosa èra stato il Toro anni prima.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bertu62 - 1 anno fa

    Fratelli, sembra quasi che abbia letto le mie parole:
    NON IMPORTA CHI VIENE O CHI VA O CHI RESTA!
    QUELLO CHE E’ IMPORTANTE E’ LA GRINTA CHE CI DEVONO METTERE!!
    Detto questo, detto che mi piace MOLTO, che lo preferisco DI GRAN LUNGA a tutti i nomi fatti nelle scorse settimane (da Gasperini a Di Francesco…) rimane sempre una grossa incognita. Il cambio dell’allenatore puo’ recare benefici oppure danni, può essere un bene per la classifica ed anche un male per lo spogliatoio….
    E questo noi lo vedremo solo dal prossimo campionato, però intanto qualche considerazione la possiamo fare, no?
    Non ha peli sulla lingua, non ha timori reverenziali, non deve niente a nessuno, non è “troppo vecchio” e non è neppure “troppo giovane” ed in più ha ben chiaro in testa che IL DERBY E’ una partita “diversa” dalle altre e va affrontata in modo “diverso” dalle ultime volte!!!
    SPERUMA BIN :-) :-) …….!!!!
    FVCG!!!
    SEMPRE!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata67 - 1 anno fa

    Facendo la tara sulle solite dichiarazioni un po’ roboanti, che di prassi ogni allenatore fa quando raggiunge una nuova piazza, l’approccio mi è sembrato onesto…mancava proprio un po’ di aria nuova e di apertura mentale, che in cinque anni venturiani abbiamo scordato (è chiaro che 21 anni in meno si fanno sentire): non c’è ad esempio la fissazione maniacale per un modulo e un modulo solo, contro qualsiasi squadra, forte o debole che sia, e anche la speranza ,finalmente, di imporre un po’ di più il gioco e non di subirlo, sempre… la voglia di lanciare finalmente nuovi giovani talenti, purchè seri e con voglia di imparare…c’è il ritorno al carattere, all’unicità, al senso di appartenenza per indossare degnamente questa maglia, altrimenti…non secondario il richiamo ai tifosi per il futuro ritorno alla Vera Casa Granata.. Certo, per ora sono solo parole da fine pasto estivo…ma sarei già contento se solo alcune di queste cose si realizzassero… E se e così fosse, penso che avremmo finalmente trovato la persona giusta per iniziare un nuovo cammino insieme, spero lungo. noi con Lui, Lui con noi…in bocca al lupo e buon lavoro, Sinisa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. biziog - 1 anno fa

    mi piace perché parla chiaro, vogliamo vedere 11 in campo che sputano sangue!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Fabry69 - 1 anno fa

    Ehmbe nella solita scontatezza delle parole di molti allenatori e giocatori si è contradistinto alla grande.. Iniziamo molto bene… siamo tutti molto speranzosi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Ho fiducia in Miha che già sa quali sono i nostri capisaldi: Superga e il derby.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    A parole mi piace. Ogni allenatore ha le sue caratteristiche. Ventura sapeva gestire lo spogliatoio e..Cairo. Sinisa forse saprà creare maggior simbiosi tra squadra e tifosi. Se ci riuscirà sarà gia’ un buon successo. Il Toro ha bisogno di essere tutt’uno per rendere al massimo e questo Ventura non è mai riuscito a farlo.
    Forza Sinisa! E avanti Cairo, costruiscigli attorno una buona squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granata - 1 anno fa

    Che dire Ti sei presentato alla grande.BENVENUTO SINISA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy