Ljajic, è un ritorno da stella: con lui tutto è possibile

Ljajic, è un ritorno da stella: con lui tutto è possibile

Focus On / Il serbo è fondamentale nella rimonta del Torino su Palermo: due gioielli e partita ribaltata. Un impatto al match da sogno

Il Torino ha sconfitto il Palermo per 1-4 al Barbera, ed è emersa una stella che mancava alla squadra granata: Adem Ljajic. L’attaccante ha vissuto da protagonista il suo rientro in campo, dopo aver passato dei momenti difficili a causa del suo infortunio. Nella serata in cui Andrea Belotti non ha fatto da mattatore, il giocatore serbo ha preso le redini della squadra nel momento più difficile e lo ha portato alla finale e straripante vittoria. Ma andiamo ad analizzare la splendida serata del numero 10 del Torino.

2 PERLE – Non si può partire senza citare i due gioielli di splendida fattura. Ljajic ha preso il pallone, dopo un passaggio di Baselli, si è coordinato in un secondo ed ha calciato verso il primo palo trovando il gol sotto l’incrocio: il gol è meraviglioso, anche se ha avuto molto tempo di pensare al tiro. Il suo secondo gol, quello che ha ribaltato ufficialmente il match, è forse anche migliore del precedente. La palla questa volta gli arriva da un cross molto lungo di Zappacosta: controllo di palla stupendo, dribbling ubriacante e palla sul secondo palo. La partita è stata cambiata da due gesti tecnici che il Torino non vedeva da diverso tempo, e che fanno guardare al futuro in modo assai positivo…

Ljajic

PERSONALITÀ– Il Torino ha subito gol dopo 5 minuti, con un colpo di testa di Chochev: partita che era partita in salita, difficile da recuperare, soprattutto in trasferta contro una squadra che lottava per trovare la prima gloria casalinga. Al Toro degli ultimi anni mancava un giocatore in grado di sbloccare quelle situazioni di shock dopo un gol pesante, ma ieri c’è stato in campo: Ljajic, oltre ad avere messo in mostra la sua grande classe e la sua dote tecnica incredibile, la capacità di prendere per mano i suoi compagni e cambiare radicalmente l’inerzia del match, dimostrando di avere una personalità molto forte. E grazie a questa sua capacità, il Torino ha agguantato il quarto posto, che fa sognare i tifosi granata.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy