Ljajic rientra e per Mihajlovic ecco i “problemi” di abbondanza

Ljajic rientra e per Mihajlovic ecco i “problemi” di abbondanza

Verso Palermo / L’esplosione di Boyè spingerà il tecnico a prendere decisioni non facili: chi lasciare fuori tra lui, il serbo e Falque? E ci sono anche Martinez e Aramu

Ljajic

Dopo aver dovuto fare i conti con una serie di infortuni che hanno decimato l’attacco granata, costringendo Mihajlovic a dover fare a meno contemporaneamente di Ljajic, Belotti e Maxi Lopez (e ad inizio stagione anche Iago Falque aveva dovuto fermarsi), ora per il tecnico serbo del Torino, all’orizzonte, c’è la problematica opposta. Infatti, il rientro a tutti gli effetti di Adem Ljajic scatenerà una concorrenza furibonda per i due posti in formazione come attaccante esterno.

Problematiche che sicuramente tutti gli allenatori vorrebbero avere, intendiamoci. Perchè avere a disposizione contemporaneamente nomi del calibro di Ljajic, Iago Falque e il Lucas Boyè ammirato nelle ultime settimane non è un qualcosa di comune a molti tecnici di questa Serie A. Se poi aggiungiamo le presenze di Josef Martinez (che è pur sempre il giocatore più utilizzato nelle prime sette giornate di campionato) e Mattia Aramu, il quadro si complica ulteriormente, con Mihajlovic che di settimana in settimana dovrà scegliere chi affiancare, là davanti, ad un Andrea Belotti che come punta centrale ovviamente non si discute (con Maxi Lopez come alternativa pronta all’uso). Se ci si riflette bene, non sarà facile per Miha tenere fuori uno tra Adem Ljajic, l’acquisto più oneroso dell’era Cairo (8.5 milioni il corrispettivo pagato alla Roma per prelevarlo a titolo definitivo), l’eccezionale Lucas Boyè ammirato nelle ultime settimane e uno Iago Falque che è stato senza mezzi termini il trascinatore dei granata contro Roma e Fiorentina, con tre reti segnate, un assist vincente e un palo colpito.

Se ben conosciamo il tecnico granata, al presentarsi della situazione taglierà corto sottolineando ai suoi giocatori che non ci sono pregiudizi su titolari o riserve, e tutti dovranno meritarsi di giocare partita per partita e allenamento per allenamento. Anche perchè si parla di attaccanti che possono giocare indifferentemente a destra e a sinistra: se Mihajlovic predilige schierare gli esterni “a piedi invertiti” per favorire Iago Falque e Ljajic nel loro movimento preferito, ossia il rientro sul piede preferito e il tiro, non è stato infrequente, in questo avvio di stagione, vedere gli esterni scambiarsi di posizione. Ljajic, Boyè, Iago Falque, Martinez e Aramu: cinque alternativa importanti per soli due posti. Se sarà dura scegliere chi far giocare, c’è in ogni caso la certezza di avere in panchina le armi per poter cambiare le carte in tavola a gara in corso, cosa che Mihajlovic ha spesso lamentato di non poter fare nelle scorse settimane.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 mesi fa

    Forse arretrando Iago Falque o Ljajic, a seconda delle caratteristiche dell’avversario, di qualche metro, si potrebbe prevedere un attacco Belotti Boyè. Ma la stagione è lunga, non scordiamoci la Coppa Italia, e anche gli altri torneranno utili, se sapranno essere pronti alla chiamata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 2 mesi fa

    Ci sarà spazio anche per giocatori come Maxi, soprattutto in quelle partite in casa contro avversari più deboli che si chiudono in area. Poi con questo tipo di gioco sono gli attaccanti a spendere di più e per loro è facile pensare a partite da 60minuti piuttosto che da 90. Lo stesso Belotti non può pensare di fare il matto per il campo per 1h e mezza fino a giugno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Placebo75 - 2 mesi fa

    Appena centrocampo e difesa saranno più rodate, si potrebbe anche ‘sognare’ un modulo con Adem dietro il Gallo con Iago e Boyè dalle parti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 mesi fa

      e vabbè… bene che il centrocampo sia rodato, ma deve esserci però! in un attacco cosi, ti rimane Benassi e Aquah… che và bene giusto se giochi contro il Crotone in 10 e stai vincendo 3-0…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. The Mtrxx - 2 mesi fa

    Per quanto Boye abbia giocato alla grande e’ un bene assoluto il rientro di Ljajic, Boye non segna ancora, e ora siamo messi decisamente meglio sulle punizioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alberto Fava - 2 mesi fa

    Commento per l’articolo e per il titolo : BENE !!!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabio972 - 2 mesi fa

    Il gioco di Sinisa è molto dispendioso per i nostri attaccanti, quindi è un bene che ci sia questa abbondanza… Ovvio poi che con quello che guadagnano devono solo sputar sangue e dimostrarci che sono da Toro, questo vale per tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy