Toro, per Maksimovic tanti passaggi riusciti e un solo cartellino

Toro, per Maksimovic tanti passaggi riusciti e un solo cartellino

Focus on / Il difensore serbo è un pezzo fondamentale nello scacchiere di Ventura, che può contare anche su un ottimo Bovo

Per il Torino, si sa, è davvero un momento magico, in particolare in campionato dove non perde dallo sfortunato derby del 30 novembre. Merito di questo va alla rocciosa difesa a tre costruita da Ventura, in cui ha il suo posto Nikola Maksimovic.

 

MOLTO ALTO, MA RAPIDO – Il totemico difensore è in grado di giocare anche da centrocampista difensivo, ma nasce e cresce soprattutto come difensore centrale ed è proprio in questo ruolo che ha stupito convincendo tecnico e tifosi. Nonostante la sua altezza, 1,93 cm, è piuttosto rapido e riesce ad abbinarla al gioco aereo e alla marcatura dell’attaccante avversario, tanto che in patria è stato più volte paragonato a Nemanja Vidic. Il giocatore serbo, arrivato due estati fa in Piemonte, ci ha messo pochissimo a scalare le gerarchie in difesa e a conquistarsi un posto da titolare nel reparto arretrato.

 

SUBITO UN TITOLARE – Ora è un titolarissimo di Ventura tanto che dopo l’ottima prima stagione, la società granata lo ha immediatamente riscattato a maggio dall’Apollon Limassol, società cipriota che ne deteneva il cartellino. In questa stagione ha collezionato ben 19 presenze sulle 25 totali in campionato e con appena 2 sostituzioni. Anche in Europa League ha giocato spesso ed in particolare nella doppia sfida con il Bilbao nelle quali è venuta fuori l’esperienza maturata in questa competizione con le maglie della Sloboda e della Stella Rossa.

 

CURIOSITA’ – Oltre ad essere bravo in marcatura e sulle palle alte, Maksimovic ha dimostrato di avere ottimi piedi. Infatti è uno dei giocatori della squadra ad avere una percentuale molto alta di passaggi riusciti, circa l’87%. Dunque un dato molto rassicurante per i tifosi quando lo vedono in possesso palla. Altro dato molto rassicurante è il numero di cartellini preso, solamente uno, insolito per un difensore centrale, a dimostrazione del fatto che è un giocatore molto corretto e sempre pulito negli interventi.

Sicuramente uno dei maggiori valori aggiunti del sorprendente Torino di queste due stagioni, che insieme a capitan Glik e Moretti fa parte di una difesa che fa ben sperare i tifosi granata. Nell’ultima gara con il Napoli ha giocato al suo posto Cesare Bovo, ma con i tanti impegni in calendario avere due elementi così a darsi il cambio è senza dubbio un fattore importantissimo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy