Malonga segna il successo odierno

Malonga segna il successo odierno

‘Allora ragazzi la prima cosa che dovete fare è guardare la palla eh op, op, op…’, la voce roca di Monzon rimbomba forte fra i paletti e i birilli del campo di allenamento di Malles, un angolo di Austria affittata all’Italia più che viceversa. Il neotecnico granata ha messo alla frusta fin da subito tutti gli effettivi della squadra nella seconda giornata del ritiro e la società si è…

‘Allora ragazzi la prima cosa che dovete fare è guardare la palla eh op, op, op…’, la voce roca di Monzon rimbomba forte fra i paletti e i birilli del campo di allenamento di Malles, un angolo di Austria affittata all’Italia più che viceversa. Il neotecnico granata ha messo alla frusta fin da subito tutti gli effettivi della squadra nella seconda giornata del ritiro e la società si è mossa compatta nel sostenerlo. Si ascoltano e si fanno vedere molto l’Amministratore Delegato Stefano Antonelli e il direttore sportivo Fabio Lupo, disponibili al dialogo e all’ascolto delle esigenze e delle necessità di tutti, dai media ai giocatori che stanno cercando di disciplinare, armonizzare ma anche di tutelare in modo intelligente da situazioni poco gradite verso l’esterno.

DAL CAMPO: il verbo di Monzon è “lavorare sodo fin da subito” e nella seconda giornata di ritiro i granata hanno faticato per più di due ore e mezza sia al mattino che al pomeriggio fra test atletici, nozioni ripetute di tattica sia in fase di difesa che di offesa, partitelle a ranghi miste che lasciano capire più del criptici silenzi del mister. Attualmente la coppia centrale schierata più spesso al fianco di Comotto è costituita da Natali e Di Loreto con Rubin sulla sinistra. Mentre invece Cioffi e Franceschini si trovano ad agire in coppia con i vecchi della scorsa stagione. A centrocampo di fianco a Lazetic, giostrano in mezzo Zanetti e Corini con Barone impiegato spesso a sinistra. In avanti è tourbillon con Di Michele e Ventola pronti ad alternarsi con Malonga e Bjelanovic. Il clima che si respira è buono, c’è grande disponibilità da parte di tutti, non ci sono musi lunghi o nervosi, nonostante il mercato sia ancora aperto e alcuni giocatori possano cambiare casacca.

PARTITELLA: giocata al termine dell’allenamento pomeridiano è terminata 3-2 per la squadra dei possibili titolari. Doppiette di Di Michele e di Oguro, apparso in gran vena per la soddisfazione delle corrispondenti nipponiche, e gran gol di Malonga che ha trafitto da lontano un Fontana in gran forma.

MERCATO: La giornata odierna, al riguardo, non ha fatto registrare novità. La trattativa con il Chievo per Lanna e Mantovani è in stand-by, esattamente come quella per Parisi e per lo scambio Abbruscato-Padoin, imbastito con l’Atalanta. Probabilmente se ne riparlerà dopo il fine settimana, a meno di sorprese improvvise.

CAIRO: Rispetto al passato la notizia è la sua assenza il primo giorno del ritiro, segno che il numero uno granata nutre grande fiducia nei confronti della nuova dirigenza. La sua presenza telefonica pare essere costante ma discreta, a conferma di quanto dichiarato a Tn dall’amministratore delegato di Cairo Communications Fornara. “Quando conosce il business e ha trovato le persone giuste, il Presidente delega ampiamente”. In ogni caso sabato sera o domenica in mattinata dovrebbe arrivare per una visita di una giornata. Esattamente come i tifosi che rispetto a ieri sono aumentati e hanno seguito con discreta partecipazione gli allenamenti pomeridiani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy