Martinez entra nella ripresa ma non basta: Cavani affonda il Venezuela

Martinez entra nella ripresa ma non basta: Cavani affonda il Venezuela

Nazionali / L’Uruguay travolge i vinotinti: 3-0 il risultato finale. L’attaccante granata parte a sorpresa in panchina e gli ospiti restano a secco

1 Commento
Martinez

Si è disputata nel corso della notte, fischio d’inizio precisamente all’1.00 in Italia, la sfida valida per le qualificazioni ai prossimi mondiali che ha visto protagonista il Venezuela di Martinez: i vinotinti sembravano aver trovato la giusta chimica nell’ultimo incontro disputato esattamente un mese fa – 7 settembre – nel quale erano riusciti a strappare un pareggio all’Argentina, ma questa flebile speranza è stata nuovamente spezzata, questa volta da un Uruguay ‘spietato’ ed assoluto padrone del campo.

È terminata con un secco 3-0 la partita di Montevideo, un risultato che non soltanto rimanda ancora una volta la gioia della prima vittoria nel Girone A per il Venezuela – nove incontri disputati finora, sette sconfitte, due pareggi ed ovviamente altrettanti punti in classifica – ma che rischia anche di minare fortemente le già fragili certezze vinotinte. Basta una rete di Lobeiro nel primo tempo ad indirizzare il match in discesa, nella ripresa Cavani suggella il successo attraverso una doppietta personale favorita anche dall’espulsione per doppio cartellino giallo del difensore Vizcarrondo. Se dunque uno dei granata in prestito per l’Europa può essere soddisfatto di questo incontro sotto tutti i punti di vista (ovvero Gaston Silva, attualmente in prestito al Granada, che è sceso in campo da titolare venendo sostituito solamente all’88’ e contribuendo a mantenere inviolata la porta della Celeste) non si può di certo affermare lo stesso per quanto riguarda Josef Martinez.

L’attaccante del Torino, punto fisso della propria Selezione, non ha infatti questa volta indossato la maglia da titolare: a sorpresa il CT Dudamel ha preferito lasciarlo inizialmente in panchina preferendo affidarsi alla coppia Rondon-Penaranda. Martinez ha così fatto il proprio ingresso sul terreno di gioco solamente al minuto 62 rilevando proprio quest’ultimo: ingresso tuttavia decisamente sfortunato, poichè arrivato appena tre minuti prima del rosso che ha costretto la Nazionale ospite a giocare circa mezzora con l’uomo in meno, dovendo chiaramente sacrificarsi maggiormente in fase di copertura difensiva. Martinez entra nella ripresa, l’attacco del Venezuela resta abulico e non segna: la capolista Uruguay travolge i vinotinti, sempre più ultimi nella classifica del girone A; prossimo impegno – di livello -mercoledì prossimo, in terra amica contro il Brasile.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. crclaudio6_126 - 2 mesi fa

    Quale sorpresa ? se solo l’ha visto giocare 10 minuti non so’ cime fa anche a convocarlo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy