Mazzarri, corri ai ripari: così si tradisce il senso del Toro

Mazzarri, corri ai ripari: così si tradisce il senso del Toro

Editoriale / La squadra di Mazzarri dimostra potenzialità ma poi crolla alla prima difficoltà e smette di crederci

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Serve a poco giocare un buon primo tempo se poi si crolla alla prima difficoltà. “Mai più un black-out così”, aveva tuonato Mazzarri dopo il derby della Mole, dopo che i suoi uomini si erano sostanzialmente squagliati dopo il gol subito da Alex Sandro. Ma il copione si è ripetuto quasi identico contro la Roma: contro una big, il Toro va sotto e poi non ci crede più, evapora, esce dal campo, convinto di avere ormai perso. Alla prima difficoltà non c’è la convinzione di poter tornare a galla. Ma così si tradisce il senso e lo spirito di una società la cui storia è caratterizzata dalla capacità di saper rinascere dopo le difficoltà. Una storia che merita di essere rispettata e rispecchiata meglio da chi va in campo.

LEGGI: Le pagelle di Roma-Torino 3-0: Ansaldi da matita blu, Belotti dove sei?

E’ un peccato perchè l’impressione è che, proprio per una carenza di attributi in certi momenti della partita, il Toro vanifichi il fatto di avere delle qualità tecnico-tattiche. Lo si era visto nel primo tempo, quando l’unico demerito – certamente non trascurabile – era stato il poco cinismo. All’intervallo veniva da chiedersi come mai la squadra vista all’Olimpico fosse solo nona in classifica. La ripresa ha spiegato tutto: al primo scossone negativo il Toro si consegna all’avversario, al primo gol subito le certezze crollano e le consapevolezze spariscono.

Volendo fare un paragone scottante, è tutto il contrario di quello che abbiamo visto fare a una certa squadra in settimana, in Champions League. La testata di Manolas – peraltro lasciato pascolare liberamente in area – è bastata a chiudere la partita. Succede contro Roma e Juventus, ma anche contro Spal e Verona. Certo, si può poi parlare di carenze di qualità a centrocampo, reparto bravo quando deve interdire, meno quando deve costruire. Ma prima di tutto, un concetto: per raggiungere obiettivi serve essere calciatori coraggiosi e resilienti, prima che bravi tecnicamente. Purtroppo Belotti e compagni quest’anno lo sono stati in poche occasioni, troppo poche.

53 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alexku65 - 7 mesi fa

    Corriamo ai riparissimi….prox partita giochiamo col 8 1 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 7 mesi fa

    Concordo con chi dice che è la società a dover cambiare registro, partendo da una programmazione reale in termini di ambizioni, ma anche di strutturare la direzione sportiva della squadra, a mio avviso ad oggi assente visto che grava unicamente sulle capacità dell’allenatore di turno che, guarda caso non và mai bene, a prescindere che si chiami Ventura, Mhjailovic o Mazzarri. L’allenatore dovrebbe essere libero di fare l’allenatore, gli stimoli e il richiamo al senso del dovere dovrebbero arrivare da altre figure che hanno in mano anche la loro rispettiva condizione contrattuale e se un giocatore finisce in tribuna e viene messo fuori è il direttore sportivo ad averlo deciso, assumendosi direttamente questa responsabilità, in condivisione con il Presidente.
    Su Mazzarri: è lui l’allenatore ed è lui che dovrà scegliere chi rimane e chi se ne và. La società ha scelto di averlo già da gennaio, senza aspettare la fine del mandato di Sinisa, proprio per concedergli il giusto tempo per capire la situazione e costruire il Toro della prossima stagione, percui condivido che non ha nessun senso paragonare ciò che ha fatto Mhjailovic con quello che sta facendo lui.
    Sui giocatori: non facciamo l’errore di invocare cessioni ogni volta che il giocatore di turno gioca male (vedi Belotti), perchè le stagioni non sono tutte uguali ma i calciatori che hanno qualità occorre tenerli, altrimenti di stagione in stagione si aggiunge errore ad errore e non se ne viene mai a capo.
    Lo ripeterò all’infinito… le ambizioni le deve avere la società, perchè altrimenti i giocatori vanno a coltivarle altrove senza nessun problema.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 7 mesi fa

    Questa società è tutta da rivoluzionare a cominciare dal Presidente,Ds e giocatori.Il primo incompetente e tirchio,il secondo un galoppino,il terzo giocatori brocchi tranne Nkolou e Sirigu.Se poi aggiungiamo che su questo blog ci sono pseudo giornalisti al soldo di Cairo che mai si possono permettere di criticare in modo veritiero la Società e i giocatori il quadro è completo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 7 mesi fa

    Finché in società ci persone come barile e comi, due yesman delle palle, senza qualcuno che viva lo spogliatoio e che faccia sentire l’essenza granata faremo sempre cagare. Manca la società in primis. Le scelte spettano a Cairo. Il resto è una conseguenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogerfederer - 7 mesi fa

      Non parliamo poi degli pseudo tifosi con te…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rogerfederer - 7 mesi fa

      Scusa era riferito a quello sopra e non a te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. VG - 7 mesi fa

    Articoli incredibili di una testata filo presidenziale che sfiorano il ridicolo. Mazzarri deve correre ai ripari, di che??????????? Questi sono gli ingredienti voluti dal demone che ha catturato le anime granata da tredici anni! Il Toro non deve più esistere a certi livelli e per la tifoseria ci vorrebbe un esorcismo di massa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. SiculoGranataSempre - 7 mesi fa

    Umilmente dico che la situazione non è così drammatica (punto di vista rosa). Mihajlovic ha voluto una squadra di forza e agonismo. Senza piedi buoni a centrocampo e negli esterni in difesa (a parte Ansaldi che però sono due partite che la combina grossa), contando tutto sulla fisicità e l’aggressività. Ma così devono fare le squadre che lottano per salvarsi.
    Tenendo i centrali (N’Koulou, Lyanco, Bonifazi) e gli attaccanti (tutti) che abbiamo, ci servono, a mio parere, 4/5 innesti dalla buona tecnica: 2 terzini e 2/3 centrocampisti, tra i quali prima di tutto un mediano che sappia anche costruire perchè Rincon non è cosa. Ripeto che spendendo 40 milioni ce ne restano 12 dalle plusvalenze in attivo… Mi piacerebbe che Cairo dica una volta che idea ha del Toro del futuro. FVCG Sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ater64 - 7 mesi fa

    QUALCUNO chieda a quel piccolo merdoso uomo come mai si nega al presidente dei San Francisco 49.ers

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 7 mesi fa

      Quali fonti hai? Magari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

      Adesso provo a contattare questi san francisco 49ers, spero che mi rispondano. Poi pubblico la risposta (se mi risponderanno)qui.Grazie per la dritta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. granata - 7 mesi fa

      Ti riferisci alla squadra di football americano? “Secondo la rivista Forbes, il valore dei 49ers è di circa 3 miliardi di dollari”, dice Wikipedia. I proprietari sono i coniugi Denise de Bartolo e John York, magnati americani. Che cosa c’ entrano con Cairo e il Torino?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 7 mesi fa

        Nulla c’entrano. Come nulla c’entravano gli sceicchi del city o del psg, il Signor lee al Milan o thohir è i successivu all Inter. Magari ci fosse un interesse.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dennislaw - 7 mesi fa

    Mazzarri ha detto che ci sta a perdere con la Roma, anche con la Juve…ma non con questa Roma e con quella Juve. Entrambe hanno gocato contro il Toro due oneste partite e nulla più. Due goal all’Olimpico glieli abbiamo regalati e i cambi son stati sballati ( vedi togliere Iago Falqe), Non parliano della JUve senza mezza squadra. La crisi è più profonda : di staff innazitutto che serve solo a fare plusvalene ma non risultati…non demonizzo le plusvalenze ma nello sport si gioca anche per fare risultati sportivi. Mazzarri sta dmostrando di non avere le idee chiare, vedi la scomparsa di Ljiajc. ma la Juve quando aveva deciso di vendere Pogba lo lasciò in panca?Il pesidente, che ha il merito di non farci fallire e tenerci in A, pensa di presiedere la terza squadra di Milano o una importante realtà sportiva di Torino che in passato, non renotissimo,cercava di giocarsela con tutti? E non mi si venga a dire dei diritti tv ecc ecc: guardiano a Lazio e addirittura all’Atalanta ( che ha meno soldi di noi) e al contrario al MIlan che si fa battere in casa dall’Arsenal e ha fatto la seconda campagna acquisti milionaria d’Europa.Penso che più che prendere subito un allenatore da tenerci per i prossimi due anni, forse era meglio una pausa di riflessione, con un campionato ormai compromesso, senza rischiare la B e a giugno un mister per rifondare o rinforzare la squadra. Troppi errori in cabina di comando a iniziare dalle campagne acquisti ( forse la stessa non vendita di Belotti a un bel pacco di milioni, 50 0 60 ma da reinvestire)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ater64 - 7 mesi fa

      non sono errori ma premeditazione a sbattersene altamente le palle e fare cassa . il Toro è assimilabile a un salumificio qualunque secondo le direttive presinenziali

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pimpa - 7 mesi fa

    No,qui si devono comprare giocatori di calcio.
    È patetico l’aggrovigliarsi di commenti lunari.
    Possibile che ancora non si sia capito niente di niente?
    I giocatori che compongono la rosa si ha presente chi sono o si pensa che abbiamo Iniesta Higuain Sanchez?
    Questi sono una banda di scarsi e soprattutto rammolliti,dove vogliamo andare con la formazione di ieri o con qualsiasi altra?
    La rassegnazione a volte è l’unico segno di assennatezza. Come nel nostro,per esempio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

      Ma i giocatori di calcio Cairo NON LI COMPRA, quindi finché ci sarà lui la situazione rimarrà così com’è. Puoi aspettare l’aiuto divino o provare a fare realmente qualcosa, senza per forza definirsi lunari. Perché di lunare c’è solo chi lo difende ancora

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13657769 - 7 mesi fa

    Il vero Toro è morto 13 anno fa. Ora è solo un surrogato.
    Inutile perderci tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

      Eccone un altro che frigna e basta. Cairo te lo tieni visto che il commento sotto l hai visto e hai fatto finta di niente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. byfolko - 7 mesi fa

    Dite a Cairo di comprare questo qui, Faiq Bolkiah, che gioca nelle giovanili del Leicester. E’ nipote del Sultano del Brunei, il quale, vedendo il nipotino triste perchè gioca in una squadra di merda come il Toro di oggi, mosso a compassione, per fare un regalo al nipote ci comprerà CR7, Messi, Isco, Kane e qualche altro fenomeno. Cosi’ il Toro vincerà qualcosa ed il ricchissimo magnate vedrà tornare il sorriso all’amato nipote (che poi non è nemmeno scarso).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

    Qui ci vuole un operazione di massa. Propongo di buttare giù una lettera da inviare a potenziali acquirenti del toro, con i dettagli del fatturato degli ultimi anni e il possibile potenziale che il nostro brand offre in termini economici. Lettera da inviare non ha una sola persona/società ma a più, tipo Red Bull, riprovarci con Ferrero, far circolare la notizia a società arabe come etihad che ha già investito in Italia con Alitalia.
    Che ne dite??? Potrebbe essere uno sforzo inutile ma provarci non costa nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 7 mesi fa

      Lascia perdere Etihad ,ha fatto fiasco con Alitalia ed altre compagnie europee.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. spelli_446 - 7 mesi fa

      Lascia perdere Etihad ,ha fatto fiasco con Alitalia ed altre compagnie europee.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

        C’è Fly Emirates che fa da sponsor anche al Milan, quatar airways. Queste sono le prime che mi sono venuto in mente ma se cerchiamo un po ne saltano fuori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. CresciutoaPaneeTORO - 7 mesi fa

      Due non mi piace…se non avete voglia almeno di PROVARE a cambiare la situazione per cui vi state lamentando, allora il diritto di FRIGNARE non c’è l’avete. Tenetevi Cairo e non scassate più i coglioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 7 mesi fa

        Quando fissi l’appuntamento con gli emirati arabi fammelo sapere… vengo anche io e ho un amico che parla arabo, magari riusciamo a concludere l’affare!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. spelli_446 - 7 mesi fa

    Basta,non ne posso più. Non ne posso più di vedere il nostro toro infilzato ogni volta senza fiatare come carne da macello. Un toro nell’arena ruggisce, carica ,incorna e combatte fino alla fine e poi se deve morire, muore ,ma senza tradire se stesso. Noi non abbiamo mai chiesto grandi traguardi ai nostri ragazzi ; ma vogliamo vederli scendere in campo come undici guerrieri e sudare, lottare,combattere fino in fondo, e poi si può anche perdere ,ma con l’onore delle armi. Ma per far questo bisogna sentire l’onore e l’orgoglio di appartenere a questa maglia e queste sono cose che purtroppo, o per fortuna,non si possono comprare nè vendere. Bisogna sentirle nel cuore. Noi le sentiamo nel cuore, ne abbiamo a dismisura tanto da farci venire le lacrime agli occhi….e voi, voi che state im mezzo al campo ne avete almeno un briciolo ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawn - 7 mesi fa

    Cazzate, non capisco il titolo, che c’entra mazzari (cmq famoso per le scuse in altre squadre, ma anche famoso per i suoi successi).

    Se la squadra tiene un’ora e’ preparazione. Se la squadra non reagisce e’ perche’ non c’e’ un capitano trascinatore.

    Se la squadra sembrava anche decente l’anno scorso era perche’ era l’anno del Gallo, le metteva dentro anche per sbaglio.

    Quest’anno niente gallo, niente toro. Tutto molto semplice

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Tutte le squadre di A hanno un doppione x ruolo.
      Noi siamo gli unici a non aver preso un VERO sostituto del Gallo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Rabbia granata - 7 mesi fa

    il nostro amato presidente ha venduto Glik,Maksimovic,Darmian e Zappacosta, Qualcuno ancora si meraviglia che la squadra prende troppi goal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Curioso che si parli di Glik quando l’ultimo anno che era al toro su questo forum venne MASSACRATO e tutti volevano liberarsene.
      La memoria corta è una brutta bestia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granata - 7 mesi fa

        Caro simone, può anche essere che su questo forum qualcuno l’ abbia massacrato, ma il problema è che è stato sostituito con Rossettini, Ajeti e Carlao. Ora va un po’ meglio con Nkoulou, ma nel fattenmpo sono stati ceduti anche Zappacosta, Maximovic e Bruno Peres, tutta roba che ai nostri livelli ci faveva molto comodo. Non pensi che all’ origine dei guai ci sia un problema di strategie di mercato societarie?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 7 mesi fa

          Ma certo Granata, volevo solo sottolineare l’incoerenza su Glik.
          Le responsabilità della soc sono oggettive.
          Cmq Maksimovic si è cercato fino all’ultimo di trattenerlo e Zappa si è venduto l’ultimo g di mercato x un’offerta irrinunciabile.
          A me ha fatto più arrabbiare la cessione di Benassi che dei due sopra. Xke lui è stato proprio spinto ad andar via.
          Come ho gia scritto sotto è INGIUSTIFICABILE l’immobilismo di gennaio. La cosa più grave dell’intero anno insieme alla cacciata in ritardo di Miha.
          Se fosse subentrato dopo Firenze mazzarri avrebbe avuto più tempo x “conoscere” ki allena

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. torinodasognare - 7 mesi fa

    I giocatori non sono fenomenali ma non sono scarsi, se non si perdeva già nel primo tempo. Guarda un po’, purtroppo il campionato è fatto anche di partite difficili, cosa facciamo…ce le vogliamo perdere tutte?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

    Che poi, malgrado il trattamento intensivo di cannonau, ricordo una frase sibillina di liaijc appena dopo il suo acquisto: gliel ho detto al presidente che per crescere bisogna fare più investimenti…In buona sostanza io credo che i giocatori non siano stupidi. Ciò che vediamo noi lo vedono anche loro. Sanno anche loro che sono destinati ad essere di passaggio in attesa che si presenti il compratore giusto perché il Toro non ha i ricavi delle merde, del Napoli, delle inglesi ecc.ecc…eccheccazzo! Sono professionisti certo ma vogliono anche vincere e da noi non si vince ancora(?) nulla come possiamo pretendere che si impegnino alla morte se innanzitutto la società non fa nessuno sforzo per migliorare neanche quando ne ha la possibilità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Caro granatiere, seguendo il tuo ragionamento chi non vince non può pretendere impegno.
      Quindi x cosa li paghiamo?
      Le squadre di bassa classifica sono fottute xke nn vincendo non possono pretendere nulla.
      Mi spiace ma la vedo diversamente, se non ti impegni c’è la tribuna!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

        Le squadre di bassa classifica hanno giocatori che giocano per la salvezza e sanno che quella è la dimensione…se vuoi crescere prendi giocatori che hanno ambizioni maggiori ma se ne hai solo uno cosa risolvi? Al Toro attuale la tribuna sarebbe molto affollata ora come ora

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 7 mesi fa

          Di giocatori in tribuna x scelta tecnica non ne vedo.
          Iniziassero a mandarcene qualcuno (se non vedono impegno)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ALESSANDRO 69 - 7 mesi fa

    Riprendo il commento di ” granata ” che sostanzialmente condivido. Il signor Mazzarri continua a dire che è arrivato due mesi fa e non conosceva la rosa, intanto dato che è arrivato i primi di gennaio poteva chiedere di intervenire sul mercato , non avendolo fatto evidentemente gli stava bene così. Aggiungo inoltre che se non conosceva la rosa e non era convinto poteva tranquillamente rifutare l’incarico ma evidentemente tiene famiglia…….
    Mi sono inoltre rotto i coglioni di continuare a sentire commenti dove ancora si da la colpa a Mihailovic, lui ha le sue colpe, ha pagato e non c’è più da quasi due mesi e mezzo per cui questa scusa non regge più..finiamola anche con questa storia della preparazione atletica perché quando hanmo voluto, rare volte, hanno corso e lottato per 95 minuti….Mi dispiace doverlo dire ma la causa al 90% è della società che evidentemente pecca di ambizione per cui non sta abbastanza con il fiato sul collo a allenatore e giocatori.
    Se l’ambizione di crescita non parte dalla società come si può pretendere che l’abbiano i giocatori, per lo più una massa di ragazzotti invertebrati e viziati…??
    Se le cose stanno così tanto valeva tenersi Mihailovic fino a fine stagione, tanto il risultato mi sembra uguale se non peggiore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Condivido al 200 per cento…cercare scuse nella vecchia gestione tecnica vuol dire cercare scuse soprattutto alla società che invece non ne ha perché questi giocatori li ha fortemente voluti, come ribadito l altro giorno dal presidente che, appunto, li difende. Io penso sia ora di valutare anche l operato del ds…va bene essere bravi a spendere bene e a far guadagnare la società ma a un certo punto uno straccio di squadra degna di tale nome la devi sapere costruire, senza andare a pavoneggiarti per le plusvalenze fatte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granata - 7 mesi fa

      Caro Alessandro, anch’ io ritengo che una certa situazione non si rimedia se non si parte della strategie societarie. Tutti gli anni si vendono i pezzi migliori. Il peggio è avvenuto con Immboile e Cerci. Facevano le bizze, ma si era in Europa e un Lotito qualunque non li avrebbe ceduti, perchè con poco sforzo e poca spesa avrebbe (e infatti l’ ha fatto) costruito fondamenta solide per rimanere in alto. Concordo anche con chi critica le campagne acquisti-cessioni del ds. A un giocatore azzeccato corrispondono sempre 5-6 scarsissimi (gli ultimi Ajeti, Carlao, Sadiq, ma la lista in questi anni è interminabile, supera abbondantemente le 100 unità, me la sono ricostruita). Sono errori che sui bilanci pesano e noi ai bilanci siamo attentissimi. Politica delle super plusvalenze e debolezza dello staff societario (dobbiamo parlare delle giovanili?) sono una zavorra che non ci fa decollare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone - 7 mesi fa

      Credo che la colpa della proprietà sia sotto gli occhi di tutti. Imperdonabile l’immobilismo di gennaio.
      Sono d’accordo che questa storia che “non conoscevo i giocatori” inizia a puzzare di muffa e non trova neanche troppe giustificazioni visto che avrebbe potuto rivedersi TUTTE le partite disputate x avere un’idea di chi aveva di fronte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. byfolko - 7 mesi fa

    Correre ai ripari? Se tu come presidente decidi un budget ridicolo, e quei pochi soldi li spendi pure male (Berenguer, Rincon + Niang che è un’incognita da 18 milioni di Euro…), non vai nessuna parte. Anche perchè la base, al netto dei ”rinforzi”, era già scarsa di suo, a parte 2-3 elementi positivi come N’Koulou, i 2 portieri e Iago.
    E poi basta con sti giovani. Vedete un futuro Neymar tra loro? Un Lentini? Un Cravero? No, perchè Cairo ha dato il colpo di grazia al vivaio, e la mancanza di talenti veri è la conseguenza. Quindi, per far giocare un giovane mediocre inesperto, tanto vale che giochi un vecchio mediocre esperto, cambia poco. Credete che i vari Bonifazi, Perugini, Rivoira, Barreca siano meglio di quelli scesi in campo Domenica? Illusi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. sylber68 - 7 mesi fa

    CAIRO VATTENE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. granata - 7 mesi fa

    Analisi giusta. Aggiungo che Mazzarri deve smetterla di scimmiottare Mjhajilovic, giustificandosi (lo ha ripetuto ieri su Sky) col fatto che è arrivato appena da due mesi e che non conosceva questa rosa. Che non conosca questa rosa lo si vede benissimo.
    La prima dimostrazione è l’ aver tenuto Ljhajic in panchina perchè gli era stato riferito che era stato indisciplinato. In una rosa tecnicamente modesta come quella del Toro è una bestialità. Oltretutto per dare il posto a Niang, Berenguer o Baselli. Sul primo non infierisco, perchè aveva la mascherina, ma quando è entrato non ha fatto nulla per redersi utile. Mazzarri sembra ripetere lo stesso errore di Mihajlovic, cioè lo tiene troppo largo, troppo lontano da Belotti che così è sempre solo in mezzo a un nugolo di avversari (aggiungo che non ha la condizione della scorsa stagone). Niang, lo abbiamo visto, è una punta centrale, pur se poco capace di difendere il pallone e poco o niente efficace nel colpo di testa (nonostante la stazza).
    E veniamo a Berenguer, vedo che in una parte dei tifosi suscita simpatia, forse perchè era stata raccontata la favola che l’ avevamo soffiato al Napoli (???). Ogni tanto salta l’ uomo, ha buon tocco…e poi?. In tutta la stagione 1 gol, lui che sostiscuite un certo Ljhajic. E ieri? Non ricordo una sua iniziativa ficcante, un suo tiro pericoloso, un suo passaggio filtrante. Ha corricchiato simpaticamente per tutto il primo tempo. Non segna e non ha il fisico del settepolmoni incontrista. Questa squadra ha scarsissima potenza offensiva e lui sicuramente non ci dà una mano, lontano parente di quell’ altro esterno che gioca a destra, Iago Falque. Ieri mazzarri l’ ha colpevolemtne tenuto in campo per 90′, facendo uscire Iago Falque (il migliore) e Aquah, che almeno cercava di tamponare a centrocampo. Il risultato si è visto: zero.
    Baselli ha dato qualche segno di risveglio, ma, guarda caso, è stato finalmente tolto dalla posizione di trequartista, dove è sempre annegato. Rimedio un po’ tardivo per un allenatore con notevole bagaglio di esperienza.
    Che contro la Roma potessimo uscre con le ossa rotte era prevedibilissimo, ma questa squadra non ha più grinta e coraggio. Non vorrei che il realismo difensivistico di Mazzarri la stia ulteriormente peggiorando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Non condivido il giudizio su berenguer.
      A mio avviso ha giocato un più che buono primo tempo.
      Ieri, vista l’assenza di Adem e le precarie condizioni di Niang, era una scelta obbligata e nel complesso ha giocato una partita leggermente sotto la sufficienza.
      Ieri più che lui andava cambiato il gallo e tenuto Iago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. luna - 7 mesi fa

    Ma ancora con lo spirito Toro e della mancata resposnabilità dei giocatori; Non è che se uno veste la maglia del Toro, iprovvisamente si trasforma in un super eroe del Filadelfia.
    Occorrono uomini che ce l’abbiano quel carattere non è che il carattere va da loro per conduzione cromatica, il problema non è quello, i problemi sono due: una condizione atletica insufficiente ed un organico incompleto a centrocampo ed in attacco.
    Di conseguenza vengono meno le convinzioni e aumenta la paura che condiziona la prestazione.
    Mazzarri sta facendo un gran lavoro di recupero sia fisico che mentale per ricostruire un ambiente distrutto da chi l’ha preceduto.
    Ora come se non bastasse tutto questo deve anche far fronte alle chiacchiere da bar dei social che servono solo a fomentare im ambiente gia logoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. user-13687521 - 7 mesi fa

    Visto che siamo messi così perché non dare fiducia a forze che hanno giocato poco quei giovani di belle speranze da cominciare a valutarli facendoli GIOCARE in prospettiva prossimo campionato
    Un bravo allenatore non si intestardice sempre sugli stessi
    FoRzA ToRo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. fabrizio - 7 mesi fa

    Sono giocatori SCARSI!!!!!!!
    Se un fruttivendolo non riesce a far soldi perche’ ha la frutta marcia, e’ inutile cambiare il fruttivendolo!! Occorre cambiare la frutta con quella buona ma soprattutto cambiare il FORNITORE!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 7 mesi fa

      Severo ma giusto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Mazzarri deve lavorare molto sulla costruzione del gioco (inesistente ) e sulla mentalità e il carattere dei giocatori (non pervenuti )
    Poi a giugno dovrà scegliere per bene su quali giocatori puntare e su quelli da mandare via.

    Il presidente affarista dovrà accontentarsi dei soldi raccolti in questi anni e non cercare nuove plusvalenze vendendo i pochisssimi le cui valutazioni sono salite (N’Koulou e forse Edera )

    Petrachi dovrà scovare qualche nuovo talento e abbandonare i suoi vecchi pupilli (Donsah)

    I tifosi dovranno caricare la squadra come non succede da anni.

    In sintesi: servirà tanto lavoro e qualche miracolo.
    Auguri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Sono molto combattuto. Rifondare la squadra per il nostro presidente significa solo una cosa: vendere i vari n’koulu, baselli, falque, Barreca, edera, Bonifazi, lyanco e chi più ne ha più ne metta e sostituirli con mezze tacche da recuperare o svincolati. Potrà sempre dire che niang dimostra che spendere tanto per un giocatore non serve. Insomma personalmente sono molto più preoccupato del futuro che non del presente. La stagione ormai è andata male che cosa ci aspetta se la filosofia rimane quella che abbiamo ora? Solo e soltanto plusvalenze…Mi trovo addirittura a dare ragione alla pimpa: da questa situazione con questa dirigenza non se ne esce…E poi cosa dovrebbe cambiare Mazzarri? Quelli sono gli uomini…Lui è stato chiamato perché il rendimento non era proporzionato agli investimenti fatti e la dirigenza è pure convinta di averne fatti tanti…Sono sconcertato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

      Granatiere sono d’accordo con te e questa Pimpa: da questa dirigenza non se ne esce.
      Questa è la dimensione del Toro di Cairo. È una sua creatura fatta come voleva lui. Ogni tanto si aspetta un campionato migliore, ma una volta ogni …13 anni circa. Come capita a tutte le squadre che sono stabilmente in serie A: l’anno buono, l’anno del ripescaggio e di Cerci

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy