Mazzarri protegge i suoi: ma se il Toro facesse il colpaccio…

Mazzarri protegge i suoi: ma se il Toro facesse il colpaccio…

Focus on / A San Siro il Toro ha un’occasione d’oro per fare un salto in avanti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Probabilmente fa bene Mazzarri a non caricare questa partita di eccessiva tensione, ma sa benissimo che a San Siro il Toro affronterà il match più importante tra quelli disputati finora. “Non bisogna guardare la classifica, bisogna crescere partita dopo partita” ha molto il sapore di una frase di circostanza, soprattutto dopo gli anticipi di Roma e Lazio: Nelle zone alte della classifica c’è un vuoto di potere, il livello si è alzato e la distanza tra le squadre si è accorciata: per questo se il Toro facesse il colpaccio a San Siro, domani, si troverebbe ad un punto dal quarto posto.

TRASFERTA – Il Torino poi è una squadra molto pericolosa in trasferta – come dimostra l’imbattibilità esterna – e il Milan, nonostante il recupero di Higuain, viene da settimane molto intense a causa dei molti impegni e delle assenze. I granata, per stessa ammissione di Mazzarri sono “ancora un gruppo di giovani in costruzione”, ma “quando abbiamo giocato al top delle nostre possibilità abbiamo messo in difficoltà tutti”.

Mazzarri pre Milan-Torino: “Radice una leggenda, Zaza può fare di più”

PRUDENZA – È giusto, però, che Mazzarri protegga i suoi giocatori da responsabilità troppo grandi, soprattutto dopo aver visto la reazione post-Sampdoria. Anche perché, oltre alle motivazioni granata, ci sono quelle rossonere. Vincendo il Milan distanzierebbe Lazio e Toro di altri tre punti, ed andrebbe alla rincorsa dei cugini neroazzurri, sconfitti venerdì. “Conoscendo i ragazzi bisogna stare cauti, perché dopo la Sampdoria siamo caduti malamente. E non dobbiamo più farlo”. Ormai Mazzarri conosce i suoi giocatori, sa quando esaltarli, quando non creare troppe aspettative, ma sa anche che centrare il colpo a San Siro cambierebbe il senso della stagione e porterebbe i granata ad affrontare il derby con più serenità.

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 4 mesi fa

    Mamma mia stanno pareggiando tutte, se vincessimo faremo un bel saltello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Attenzione,che questo non sia il preludio all ennesima cazzata, come è successo ogni qualvolta se ne è presentata l occasione. Sarebbe ora di cambiare registro, non se ne può più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. blackmapan_407 - 4 mesi fa

    Tremendismo granata: Una squadra di orgoglio, di rabbie leali, di capacità aggressive, mai vinta, temibile in ogni occasione e soprattutto quando l’avversario è di rango. Fossimo ancora questo Toro non saremmo costretti ad ascoltare queste conferenze stampa e vedere certe partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. miele - 4 mesi fa

    To see or not to see. This is the question. Ad ogni partita del Toro, mi tocca scomodare il dubbio amletico: guardare l’incontro con tutti i rischi che ne derivano, o registrarlo e goderselo a cose fatte, in caso di vittoria, fosse anche al 95°, dopo aver temuto il peggio? In caso di sconfitta, sarebbe facile cancellare tutto, rimandando il dilemma mcercando di dimanticare in fretta. Molti fratelli granata non capiranno questo mio travaglio, ma forse i più anziani, come me, saranno comprensivi.
    PS. Per il derby il problema non si pone nemmeno. É no, senza se e senza ma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 mesi fa

      Io ti capisco benissimo. E provo più o meno le stesse senzazioni che hai descritto tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 4 mesi fa

        Grazie per la tua comprensione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 4 mesi fa

          Pure io entro in fibrillazione come voi, ma non perdo una partita in diretta neanche morta!
          Tremo, soffro, mi agito, mi arrabbio, trattengo il fiato, peggiora il reflusso gastro-esofageo, ma non riesco a fare a meno di guardare! Non so cosa si provi a drogarsi, ma credo sia all’incirca la sensazione di quando io guardo il Toro in diretta..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. miele - 4 mesi fa

            Vorrei tanto essere come te, ma la mia soglia di resistenza allo stress non me lo permette, anche se mi rendo conto che, visto dall’esterno posso sembrare un po’ rimbambito

            Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 4 mesi fa

      ti capisco eccome!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 mesi fa

        Se lo stress “straborda” basta prendersela con marito e/o figlio, urlare un po’, sfogarsi, e la tensione cala!!
        Tanto loro non lo sanno…
        Per il Toro questo ed altro!
        Scherzi a parte:
        buona partita a tutti, a chi la vede e a chi soffre al buio!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo1973 - 4 mesi fa

    Già il paragone Belotti Higuain mi pare comico, cmq spero di sbagliarmi sia chiaro ma insomma…due punti nelle prossime due partite, questo sarebbe il colpaccio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 4 mesi fa

      …e perchè non 3…o 4…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. morassut.maur_839 - 4 mesi fa

    Poche chiacchiere, in campo contano i fatti:aspettiamo quelli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabertoro - 4 mesi fa

      un genio ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granatissimo1973 - 4 mesi fa

    Si vincere a Milano sarebbe in colpaccio, anzi un’impresa dato che non ci vinciamo dal 1985. Io infatti firmerei per un pareggio altro che cazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 4 mesi fa

      Altro catenacciaro !?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 4 mesi fa

    San Prudenzio Martire Protettore dei nostri Agnellini che scendono in campo con il pannolino solo per paura di cacarsi sotto. Ma basta con queste scemenze, si va a Milano a mangiarseli, perche’ non c’e’ niente da perdere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ddavide69 - 4 mesi fa

    Parlare meno e fare più fatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14036712 - 4 mesi fa

    Sono d’accordo con quelli che scrivono che vincere al Meazza non sarebbe un colpaccio ma battere una diretta concorrente. Inoltre questo TORO, potenzialmente, può lottare per il 4to posto(MERDA, Napoli ed Inter ci sono superiori) ma “grazie” a ‘sti “arbitri” arriverà una qualificazione in Europa League invece che in Champions ed in riferimento alla partita di stasera in luogo di Baselli(che potrebbe entrare a partita in corso) metterei Zaza o Parigini.sfruttando le assenze rossonere in difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Madama_granata - 4 mesi fa

    A mio parere non bisogna deprimersi o sottovalutarsi, ma neanche, per illudersi ed esaltarsi, avere un concetto di sé che va oltre la realtà.
    Credo sia importante stare con i piedi per terra ed essere obbiettivi.
    Juve, Napoli e Inter fanno gara a sé.
    Nei pronostici, assieme a loro, c’erano Roma, Lazio e Milan.
    Ricordo benissimo che, ad inizio campionato, non certo io, ma gli esperti (tecnici, giornalisti), anche in TV, nelle trasmissioni più “qualificate”, dicevano che le “seconde linee” avrebbero lottato x la 7° piazza.
    Tra queste “seconde linee”
    c’erano il nostro Torino, la Fiorentina, la Samp ed eventuali “outsiders”.
    Ora, a quanto pare, il campionato si è livellato verso il basso: anche Roma, Lazio e Milan perdono e pareggiano con le provinciali. Inoltre il neopromosso Parma ed il Sassuolo sono là in alto pure loro.
    Per me non conterà, alla fine, la singola partita, ma quanto a lungo alcune squadre potranno tenere, e se altre squadre, nella 2°parte di campionato, non prenderanno il volo!
    Detto ciò, realisticamente, e per il momento, vedo il Torino a livello di tutte queste dirette concorrenti: si vince magari con quelli che si supponevano “squadroni”, e si perde, o pareggia in casa, con le “squadrette”.
    Bene, se riusciamo ad andare oltre il 7° posto, ma attenti a non scivolare, perché é un attimo!
    Partite facili non ce ne sono.
    Detto ciò, senza esaltarci per una vittoria, né deprimerci per una sconfitta, né rumoreggiare per un pareggio:
    Forza Toro!
    E “speruma en bin!”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13814870 - 4 mesi fa

    vedete che mentalità? ?? sembra che arriviamo negli altri stadi già succubi e sottomessi ancora prima di iniziare e se facciamo un risultato positivo col Milan è un colpaccio. Con un altra mentalità e grinta e corsa probabilmente anche i tifosi tornano allo stadio..Cominciassero a giocare come a Marassi allora si che c’è l.’entusiasmo e se si perde si perdonano. Mazzarri…DaiiiiiFVCG. ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

    E niente, secondo me è sempre più scientifico il fatto che abbia della materia grigia in testa, ma che trattasi di ardesia. Non mi piace nemmeno un po’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. GlennGould - 4 mesi fa

    Vincere a Milano contro questo milan non sarebbe un colpaccio, ma una vittoria in trasferta contro una diretta concorrente. Cerchiamo di levarci di dosso questo provincialismo, anche negli articoli su portali dedicati come questo. Colpaccio è vincere a Napoli, vincere il derby, non certo vincere a Milano contro una squadra la cui difesa è guidata da ZapAta. Suvvia dai…poi vada come vada, si può vincere pareggiare o perdere, ma pArlare di Colpaccio in caso di tre punti evidenzia una attitudine provinciale ormai desueta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

      E tu credi che noi non siamo provinciali? Vogliamo mettere a paragone le due dirigenze o il numero di persone che va nei rispettivi stadi o il valore del parco giocatori e del monte ingaggi? Perché siete così poco realisti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 4 mesi fa

        Guarda la classifica e la loro difesa. E secondo te sarebbe un colpaccio?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROHM - 4 mesi fa

          Guarda il centrocampo nostro.A parte meite il resto scarponi e sopravvalutati.
          Si vince con il centrocampo poi la difesa se è forte meglio ma è dal centrocampo che parte tutto è li noi siamo in evidente pecca

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Hagakure - 4 mesi fa

    ….”I granata, per stessa ammissione di Mazzarri sono “ancora un gruppo di giovani in costruzione”…

    …azz, è quasi un anno che alleni questa squadra e siamo ancora ai “lavori in corso”…???

    ….fai con comodo, mi raccomando…magari per la prossima stagione, al netto dei giocatori in uscita/entrata, avrai trovato il bandolo della matassa…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy