Mazzarri torna a casa Samp: bando ai ricordi, c’è da rilanciare il Toro

Mazzarri torna a casa Samp: bando ai ricordi, c’è da rilanciare il Toro

Il nuovo allenatore granata sfida il suo passato. Due anni in blucerchiato per lui, tra ricordi e rimpianti

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Sabato pomeriggio si giocherà il primo anticipo di Serie A fra Sampdoria e Torino. Una partita in un campo che non sarà mai come gli altri per Walter Mazzarri, il tecnico del Torino, che alla Sampdoria visse un ciclo di due anni che gli regalò grandi soddisfazioni (un sesto posto e una finale di Coppa Italia), e che fu per lui un trampolino di lancio verso la panchina del Napoli.

LA STORICA QUALIFICAZIONE – Dopo la clamorosa salvezza 2006-2007 con la Reggina – partendo con 15 punti di penalizzazione -, il tecnico di San Vincenzo lascia la squadra calabrese, dopo tre anni, e firma con la Sampdoria il primo luglio 2007.  E’ una stagione trionfale per la squadra di Garrone che si qualifica in Coppa Uefa classificandosi al sesto posto. Capocannoniere di quella squadra è Bellucci che segnò 13 reti, grande protagonista anche Antonio Cassano che era giunto proprio ad agosto di quell’anno a Genova. La squadra ottenne un grandissimo risultato soprattutto grazie alla guida tecnica di Mazzarri, capace di far rendere al meglio giocatori come il capitano Palombo e Maggio che si trasformarono in veri e propri trascinatori in campo. Il sesto posto della stagione 2007-2008 coincise con la prima qualificazione europea dell’attuale tecnico granata.

REGGIO CALABRIA, ITALY - DECEMBER 14: Antonio Cassano of Sampdoria in action during the Serie A match between Reggina and Sampdoria at the Stadio Granillo on December 14, 2008 in Reggio Calabria, Italy. (Photo by New Press/Getty Images)
REGGIO CALABRIA, ITALY – DECEMBER 14: Antonio Cassano of Sampdoria in action during the Serie A match between Reggina and Sampdoria at the Stadio Granillo on December 14, 2008 in Reggio Calabria, Italy. (Photo by New Press/Getty Images)

UN CAMMINO IMPORTANTE – Dopo la qualificazione in Coppa Uefa, la Sampdoria ottiene risultati altalenanti nella stagione 2008-2009 classificandosi al 13esimo posto. In Europa la squadra di Genova supera i gironi, per poi uscire ai sedicesimi di finale contro il Metalist Kharkiv, squadra contro cui i blucerchiati perdono sia all’andata che al ritorno. In quella stagione di Mazzarri pesano molto però le due sconfitte nei derby contro il Genoa. Tuttavia, la Sampdoria si rende grande protagonista in Coppa Italia arrivando fino alla finale, persa contro la Lazio ai calci di rigore dopo che la partita si era chiusa sul risultato di 1-1 nei tempi supplementari. Il tecnico toscano a fine stagione lascerà la Sampdoria dopo 98 partite, 39 vittorie, 26 pareggi, 33 sconfitte e aver impiegato 41 giocatori diversi.

I PRECEDENTI – Il bilancio del tecnico del Torino è positivo contro la Sampdoria, in 15 match disputati contro i blucerchiati 7 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte. Ora però c’è uno scontro diretto fondamentale da vincere, bando ai ricordi, c’è da rilanciare il Torino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy