Torino e Meité: con la Chapecoense un’altra chance per limare gli errori

Torino e Meité: con la Chapecoense un’altra chance per limare gli errori

Focus on / Alla ricerca della condizione ottimale, non ha particolarmente brillato contro il Nizza: i margini di crescita, però, ci sono tutti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Il nuovo Torino di Walter Mazzarri continua a prepararsi in vista dell’inizio della stagione, che è sempre più vicina. L’amichevole con il Nizza è stata un buon termometro per il tecnico granata, che ha potuto verificare i primi risultati del proprio lavoro. È stato uno stress test importante contro una squadra di ottimo livello che soprattutto era più avanti a livello fisico e questo ha penalizzato qualche giocatore. Uno su tutti Soualiho Meité che a causa della sua grande fisicità è apparso poco brillante. Il centrocampista francese ha disputato una partita tutto sommato buona, ma in futuro ci si aspetta di più da un giocatore acquistato per completare il centrocampo mazzarriano.

MARGINI – I margini di miglioramento sono notevoli, e il primo discorso va fatto proprio sull’aspetto fisico. Muscolature pesanti come quella di Meité, hanno bisogno di tempo maggiore per entrare in forma, e questa non è certamente la fase del precampionato in cui si ha la miglior condizione. A maggior ragione il francese ha sofferto la lucidità dei rossoneri visto che per il suo stile di gioco, la fisicità è fondamentale. Bisogna tenere conto poi, dell’adattamento agli schemi e soprattutto dell’abitudine al calcio italiano: aspetti che possono solamente migliorare il rendimento di un giocatore su cui Mazzarri punta per la sua mediana.

Torino-Nizza 1-0, da Izzo a Berenguer: chi sale e chi scende

FORMAZIONE TIPO – In attesa di altri rinforzi, Meité è stato schierato nel centrocampo tipo del Toro. Questo può solo voler dire che il tecnico toscano vede nel francese le possibilità e le qualità per essere un titolare del Torino del prossimo anno. Nel frattempo l’inserimento in squadra continua spedito, e il ragazzo prende sempre di più confidenza con i dettami del proprio allenatore e con l’ambiente granata. Per ora però, il giudizio è rimandato: Meïté ha ampi margini di miglioramento e Mazzarri lavora per prepararlo all’esordio in campionato del 19 agosto.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vanni - 4 mesi fa

    Il modulo di woolter è molyo semplice e rivoluzionario allo stesso tempo;
    6 difensori
    Baselli regista basso, metronomo alla Pirlo e all’occorrenza settimo stopper
    Meite’ palo centrale
    Iago che non capisce più un caxxo e palla lunga a Belotti , naturalmente spalle alla porta.
    Chiaro Ljajic in panca, copre troppo poco.
    Secondo me chiudono le porte del Fila per la vergogna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tric - 4 mesi fa

    Con il Nizza abbiamo giocato in nove: Berenguer e Meité non esistevano! Limi pure, ma deve munirsi di un attrezzo con denti grandi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vanni - 4 mesi fa

    Fantastico. Il Toro si è fatto avanti per Andres Rispoli esterni dx del Palermo.
    Programmazione pari a zero.
    Non sanno ancora se è più utile un esterno sx come Gibbs o un esterno dx cone Rispoli. Dirigenza (?) dove sei?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ToroToro - 4 mesi fa

    Io invece l’ho visto un buon giocatore, con buoni pieni e dribbling. Ovvio che è in ritardo di condizione, ma come tutti quanti. Gli altri correvano il doppio. X es tutti si stanno accanendo con Berenguer, si è fatto scappare un paio di volte l’avversario, ma ha avuto l’influenza, carichi pesanti anche per lui e in realtà è un velocista. Avrebbe dovuto recuperare l’avversario, invece non riusciva xchè era imballato come molti altri. In forma c’erano solo Belotti ed Aquah (che x ora è veramente in grande spolvero), tutti gli altri lenti lenti, ma lo capisco benissimo. Chi ha fatto sport ad un certo livello (io giocavo in B1 a pallavolo) sa perfettamente che adesso nessuno è giudicabile in questa fase.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rossotoro - 4 mesi fa

      Spero tanto tu abbia ragione, altrimenti altra scommessa persa insieme all’anno agonistico. Non che Meitè avrá tutte le colpe del caso ma sicuro è la pedina cardine del calcio mercato del Toro….. almeno così fin ora è stato presentato…. poveri noi!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13746076 - 4 mesi fa

      Concordo su tutto… Tranne che per Berenguer, mi sembra un pesce fuor d’acqua.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dani toro - 4 mesi fa

    Quello che mi preoccupa di meno è la forma fisica, ci arrivi se sei professionista, I piedi però o ce l’hai oppure no. Quello visto ad Alessandria è tutto al di fuori che un tassello a cui la squadra poteva aspirare ma x l’ennesima volta una scommessa. E tra l’altro neanche pagato 2 lire mi sembra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. schmat - 4 mesi fa

    Mi piacciono i commenti tipo “ah beh se è il giocatore visto col Nizza allora siamo a posto”. Raga, il resto della squadra non è che abbia giocato bene eh? Cioè, abbiamo vinto ok, Belotti ha segnato ok, ma abbiamo difeso tutto il tempo e incassato tipo 2-3 traverse. Secondo me loro erano palesemente più in forma e ci sta che un centrocampista nuovo e grosso faccia fatica e debba mettere minuti nelle gambe. Dategli tempo e giudicate magari a Ottobre / Novembre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

      Come tutti gli anni! A ottobre novembre giudichiamo e a gennaio chiudiamo. Avanti la prossima.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Forvecuor87 - 4 mesi fa

    Sapevamo esattamente il profilo di questo ragazzo. Quindi non cominciamo a sparare cazzate, compri punti interrogativi???? Vuoi scommettere??? Beh è questo che ti può capitare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LucioR - 4 mesi fa

    Ma speramo sia solo fuori forma. Ma ha anche un po’ di pancetta o sbaglio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13966263 - 4 mesi fa

    Speriamo che li abbia questi margini di miglioramento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Gio - 4 mesi fa

    Ad Alessandria un disastro, passaggi sbagliati, contrasti persi, sempre in ritardo sul pallone. Speriamo che sia una questione di forma, non penso che abbiano preso un giocatore senza qualità alcuna. Il fisico c’è, auguriamoci anche il resto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

      Beh, contro una squadra più avanti nella preparazione, con più brillantezza, che arrivava prima su tutte le seconde palle.
      Ne riparliamo tra due mesi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ANNO1976 - 4 mesi fa

    Permettetemi ma un giudizio lo darò a campionato finito.
    A me sembra però un buon giocatore. O quantomeno un professionista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. biziog - 4 mesi fa

    margini di crescita, forma non ancora ottimale, certo certo può essere (e speriamo perché se è il giocatore visto ad Alessandria…)

    i dubbi però vengono… anche perché le manfrine sui margini di crescita e la forma non ottimale sono anni che ce li sentiamo dire…

    sul centrocampo (che era il punto nevralgico su cui investire) continuo ad avere dubbi enormi, speriamo arrivi il croato dell’Empoli, che lui almeno è uno veloce e che corre, caratteristiche che (Obi a parte) mancano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ischiagranata - 4 mesi fa

      Maite davanti alla difesa con krunic e baselli ai suoi fianchi, più avanzati,rincon spero vada alla viola ,un centrocampista di fascia forte e e si potrebbe anche essere competitivi superiori
      a noi inter,Juve,Roma,Napoli ,Lazio e Milan al campo l’ardua sentenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 4 mesi fa

        Che figata: Ischia Granata… Siamo dappertutto! Meritiamo un po’ di più anche per questo. FVCG!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Garnet Bull - 4 mesi fa

    In allenamento l’ho visto abbastanza inserito e soprattutto con una buonissima tecnica…. C’è da giudicarlo in vere partite ma secondo me è un buon giocatore con buoni margini di crescita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

    Giocatore attualmente ingiudicabile perché deve ancora entrare in forma e inserirsi nel sistema tattico.
    Ci vorranno alcune giornate di campionato per iniziare a valutarlo anche solo parzialmente.
    Il fatto che Mazzarri lo schieri dall’inizio e che il giocatore non sfiguri, fa intendere che di margine di crescita ne ha parecchio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy