Meïté, lo stop può servire. Ma senza Baselli è emergenza a centrocampo

Meïté, lo stop può servire. Ma senza Baselli è emergenza a centrocampo

Verso il match / Il francese deve ritrovare la migliore condizione, ma Mazzarri rischia di avere la coperta corta in mediana

di Alberto Giulini, @albigiulini

Un’occasione per ritrovare la migliore condizione: volendo leggerla in modo positiva, la squalifica di due giornate inflitta a Meité può rappresentare un’opportunità per rimettersi a lucido. Dopo un inizio sopra le righe, infatti, le prestazioni del centrocampista sono andate in calando. Ottime doti tecniche e fisiche per il francese, che nelle ultime settimane è risultato però poco lucido e lento con il pallone tra i piedi, preferendo giocate complicate a soluzioni più immediate.

DUBBIO BASELLI – Oltre a Meité, Mazzarri rischia di dover fare a meno anche di Daniele Baselli. Il centrocampista, che domenica ha lasciato il campo anzitempo per un problema ad un’anca, non si è ancora allenato con i compagni. Solamente terapie nella giornata di oggi: la sua presenza rimane in dubbio, ma ci sono ancora tre giorni per smaltire la contusione e rientrare a disposizione. Sarebbe affrettato, dunque, dare per scontata l’assenza del numero otto. Ma in caso di mancato recupero di Baselli, la coperta a centrocampo sarebbe davvero corta.

Dichiarazioni post-derby, Cairo deferito: “Parole lesive della reputazione arbitrale”

COPERTA CORTA – In attesa di buone notizie, Mazzarri sta comunque lavorando per preparare la gara di sabato. Il tecnico, al momento, può contare solamente su Rincon e Lukic in mediana e sta dunque studiando le possibili soluzioni da adottare. Una prima ipotesi è la conferma della mediana a due, con il doppio trequartista (Iago Falque ed uno tra Parigini e Berenguer) alle spalle di Belotti o, più difficilmente, Iago Falque alle spalle di Zaza e Belotti. Da non scartare l’ipotesi Ansaldi mezzala, con Iago Falque e Belotti coppia d’attacco. Insomma, è presto per dare Baselli indisponibile sabato, ma Mazzarri è al lavoro per non farsi cogliere impreparato in ogni circostanza.

 

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio70 - 1 mese fa

    E Mazzarri secondo me vuole la panchina corta nel senso che vuole 14 giocatori forti, molto forti e poi 6 giovani, invece di riempire la squadra di mezzi giocatori come Soriano o Zaza o Valdifiori.

    E sono completamente d’accordo con lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 1 mese fa

      Se i giocatori non sono forti, non puoi pretendere la panchina corta.
      Ha preteso la panchina corta senza giocatori forti, forse lo erano solo per Te…autoconvinzione o ristrettezza dirigenziale ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio70 - 1 mese fa

    Ma secondo voi se in casa avessimo il nuovo Zaniolo non sarebbe già in campo?

    Edera non lo vuole il Real Madrid, ma il Frosinone.

    Altro che il “progetto Ventura”, che delirio…
    Piano a bollare i giovani come campioni.
    Butic andò via dall’Inter, lo prese il Toro e ha fatto valanghe di gol in Primavera.
    Poi però va nei grandi e non sta giocando alla Ternana, in Serie C.

    I giovani devono giocare, se sono bravi.
    Non a prescindere, come ha detto anche Zanetti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_12184280 - 1 mese fa

      L’unico under 18 a giocare in serie a è zaniolo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Simone - 1 mese fa

    Che Berenguer sia spesso e volentieri fuffa è oggettivo come lo è il fatto, dati alla mano, che sia quello che fa più dribbling dell’intera rosa.
    A calcio x creare pericoli è necessario creare superiorità numerica e, o la fai con i contropiedi o saltando l’uomo.
    Possiamo discorrere quanto ci pare ma da lì non si scappa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_12184280 - 1 mese fa

      Visto che sei così informato mi sai dire anche la percentuale di dribbling sbagliati, di palle perse e assist?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13946832 - 1 mese fa

    Berenguer mi ricorda sempre più Boye: INESISTENTE!
    Ma vogliamo puntare sui nostri giovani e tirare fuori le palle di fare un tridente (senza Berenguer) anche se contro la Roma?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tric - 1 mese fa

      Queste entrate in campo a dieci minuti dalla fine servono solo a far fare brutta figura ai giocatori. Nessuno è valutabile con questo sistema!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. marione - 1 mese fa

    La mia stima nei confronti di Mazzarri è sempre stata al lumicino, ma dubito sia così stupido da pensare quello chi dice. Che la squadra sia completa sono parole che Cairo gli ha messo in bocca e nè Soriano, nè Zaza li voleva. Li ha presi il padrone per scopi extracalcistici. Se ne rende conto pure lui di cosa ha in mano, ma non ha mercato e i 2 milioni fanno gola a chiuqnue

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 1 mese fa

    Mazzarri scopre che esistono le squalifiche e gli infortuni, ma VUOLE LA PANCHINA CORTA.
    La scorsa partita ha passato tutta la notte a convincere uno Nkoulou febbricitante a scendere in campo (fonte Toronews).
    Ora spera nel recupero di Baselli, che a 3 giorni dalla partita non può ancora allenarsi.
    Meité (stanco ed opaco) è squalificato, e su di lui non può proprio contare..
    Io, da profana, domando:
    – provare a cambiare le “pedine” e cercare tra i tanti nostri giovani giocatori a disposizione se per caso spunta “uno Zaniolo granata”?
    O un “Kean granata”?
    – Nel servizio si parla dell’inserimento di Berenguer: mi preoccupa che continui ad insistere con lo spagnolo, che ogni partita è sempre più inesistente ed ininfluente in campo. Basta!
    X fortuna che se ne è andato Soriano, se no ce lo ritrovavamo ancora tra i piedi!
    – Dare qualche chance ad altri ragazzi? “FIDARSI DI ATTUALI, O EX- PRIMAVERA, magari anche se italiani?”
    – Affidarsi al TURNOVER, come fanno nelle altre squadre? Provare ad usare TUTTE le risorse a disposizione?
    – La COPERTA È CORTA, recita l’articolo, ma il nostro allenatore si preoccupa di “alleggerire” l’organico e si attiva per mandare via qualcuno, speriamo solo in prestito!
    Poi, si sa, nel mercato di gennaio è difficile che possa arrivare qualche nuova pedina valida, e allora è meglio che la squadra rimanga così com’è!

    Io, sempre solo tifosa, e mai tecnico, ho una gran paura:
    se, e quando, Mazzarri dovesse andarsene, il nuovo allenatore si ritroverà una SQUADRA DEPAUPERATA DEI SUOI GIOVANI ELEMENTI, NUMERICAMENTE RIDOTTA ALL’OSSO.
    Tutto il lavoro iniziato da Ventura anni fa x “creare in casa Toro” i giocatori del domani vanificato.
    Ragazzi che avevano le potenzialità per emergere relegati a 22/25 anni sulle panchine della serie C, senza più possibilità, né entusiasmi, né speranze!
    MORALE: spero con tutto il cuore che mi mettiate tanti (-), e che questa visione sia solo la mia, quella di una tifosa pessimista ed incompetente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giaguaro 66 - 1 mese fa

      Brava Madama Granata! Sposo appieno la sua analisi e scusi se mi permetto ma vista la pochezza del nostro allenatore e soprattutto visti i danni che sta facendo proporrei che in panchina contro la Roma sedesse lei. Forse sarebbe la volta buona che questi 4 ragazzi riuscirebbero a fare risultato senza avere tra le palle un troglodita che dichiara senza vergogna di aver parlato tutta la notte ad un suo giocatore per convincerlo a farlo scendere in campo con la Fiorentina, questo è un pazzo! Magari lei li lascerebbe dormire prima del match…o magari no comunque credo che avremmo qualche chance in più, almeno vedremmo qualche giovane italiano in campo e non le solite pippe tipo Berenguer

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 1 mese fa

        Grazie molte, ma io potrei fare solo la vice-nonna, o la vice-mamma, di questi ragazzi! Sarei una vecchia amica sempre pronta a sostenerli, questo sì!
        Certo li farei dormire la notte prima delle partite e tirerei loro le orecchie se mi accorgessi che non ce la mettono tutta!
        E li manderei in campo solo se in buona salute, per il loro bene e per quello della squadra.
        Soprattutto farei giocare i nostri giovani, quelli che arrivano dal vivaio, specie se italiani, torinisti e magari anche torinesi!
        Quelli pieni di voglia, di sogni e di speranze!
        E li affiancherei a Moretti, a Sirigu, a Belotti, Baselli, De Silvestri, Nkoulou, Rincon ed Izzo, perché potessero crescere ed imparare, come uomini e come giocatori!
        Non per altro certi nostri co-tifosi mi prendono in giro e mi dicono che ho interessi personali, perché devo essere parente di Barreca, Bonifazi, Edera, Parigini, Millico, Rauti,De Angelis, ecc.. ecc..
        Beh, idealmente, io li adotterei proprio tutti!
        Non ho nulla contro i giovani stranieri, ma non trovo giusto che su Toronews si legga ogni giorno che BISOGNA dare una seconda possibilità a Lyanco perché convalescente, a Damascan perché arriva da un Paese povero e lontano, a Djidji o Aina
        o Berenguer perché sono giovani e possono sbagliare, a Meité o a Kone perché non sanno trattenersi, ecc..
        Ma mai ho letto che bisogna dare una seconda possibilità ad Edera o Parigini, prima a Bonifazi o Barreca, perché fuori forma, o convalescenti, o in giornata-no, ecc..
        Sbagliano una, dico una partita, o stanno fuori qualche tempo per problemi di salute anche lievi:
        BISOGNA DARLI VIA!
        Vorrei solo che si usasse un po’ di buon senso, con parità di diritti e trattamento per tutti!
        E vorrei un allenatore un poco meno rigido e meno statico, più camaleontico nell’affrontare ed adattare la squadra alle diverse situazioni e necessità!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 mese fa

          Scusate, tra i “grandi” ho colpevolmente dimenticato Iago Falque

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. tafazzi - 1 mese fa

    Punteremo tutto sulle ripartenze, benissimo il tridente (si fa per dire) con Berenguer o Parigini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      X me:basta Berenguer!
      Sono 3 volte che entra a partita in corso e non migliora nulla, anzi, “sparisce”!
      Non un passaggio buono. Non un tiro buono: il suo nome non lo senti proprio pronunciare dal telecronista di turno!
      Inesistente ed ininfluente!
      Eppure a inizio campionato io ero una favorevole a farlo giocare di più. Credevo nelle sue possibilità, finora però mai dimostrate, nonostante le tante occasioni!
      Ha fatto molta meno panchina ed è sceso in campo molte, ma molte più volte di Parigini ed Edera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 1 mese fa

        Entrare ed essere incisivi gli ultimi 5’/10′ non è facile x nessuno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 1 mese fa

          Concordo, quindi neanche per Edera o Parigini!
          Troppe volte ho letto: entrati loro in campo tra l’80° e il 90°, le cose non sono cambiate!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 1 mese fa

            Edera quest’anno è partito una volta titolare (col chievo) sostituto al 58′ fa Zaza e nn giocò bene.
            Parigini con l’Atalanta (sostituito al 70′) in cui tutta la squadra disputò una delle peggiori partite.
            Parigini qualcosa,anche da subentrante, l’ha dimostrata. Edera no

            Mi piace Non mi piace
  8. Mauro_Mo - 1 mese fa

    3-4-3 subito, senza Zaza ovviamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dattero - 1 mese fa

    lasciamo stare i primavera,per ora,lasciamoli al loro giovane e preparato allenatore,lasciamoli crescere bene,non andiamo ad incasinarli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14036712 - 1 mese fa

    Emergenza a centrocampo? E perché? Lukic, Rincon ed Ansaldi nella fascia mediana col solito 5-3-2,poi se si infortuna, prima di sabato, 1 di questi 3, finalmente potremo veder esordire un Primavera, come De Angelis o Adopo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Oni - 1 mese fa

    Ma provare un 433 con rincon baselli luckic e davanti gallo parigini iago difesa nkoulou dijji centrali Aina destra e ansaldi a sx mi sembra una formazione decente e ed equilibrata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 1 mese fa

      L’unica certezza della squadra è la difesa, non mi sembra il caso di cambiare adesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy