Miha, che carica: a Udine per non scivolare nella mediocrità

Miha, che carica: a Udine per non scivolare nella mediocrità

Follow Up / Dopo due gare di flessione, occorre tornare ad alti livelli per puntare a grandi obiettivi

Miha

Il Torino sta per affrontare l’Udinese fuori casa, in una sfida che sarà senza dubbio molto complessa: la squadra granata dovrà però fare gli straordinari, per evitare di cogliere la seconda sconfitta consecutiva. Il primo ad avere quest’idea è proprio Sinisa Mihajlovic, che adesso è molto insoddisfatto: i due ultimi risultati hanno messo in luce le difficoltà di una squadra ancora nuova e da scoprire, che può e deve fare di più. Si deve partire già dalla Dacia Arena, dove il Toro incontrerà una squadra in buona salute, che ha ritrovato smalto dopo l’arrivo del nuovo  tecnico Luigi Delneri.

Le partite contro Lazio ed Inter sono state un passo indietro evidente: il Toro non è stato in grado di gestire il risultato contro i biancocelesti, mentre ha sbagliato proprio atteggiamento nel match contro la squadra di De Boer. Se i granata hanno anche solo l’ambizione di puntare a posizioni important in campionato non può permettersi di accontentarsi di tre vittorie consecutive, né di accettare di perdere con due squadre come Lazio e Inter, nonostante siano tra le formazioni di punta del nostro campionato. Il successo si fonda sul lavoro, e adesso occorre ripartire: un altro sbaglio potrebbe essere pericoloso.

Miha

Un altro errore sarebbe difficile da gestire, per una semplice motivazione: la classifica della Serie A è molto corta, soprattutto tra la terza e la decima posizione. Dei buoni risultati ti possono lanciare in orbita, alcuni deludenti possono farti arrivare in zone pericolose. Due sconfitte consecutive sarebbero difficili da digerire, perché i granata verrebbero superati anche dall’Udinese stessa, perdendo momentaneamente il treno delle squadre che puntano all’Europa, la Lazio in primis. Perciò la gara di Udine è una sorta di crocevia, che potrebbe segnare il cammino del Torino ed impedire ai granata di navigare nella mediocrità. Lo spirito alla reazione c’è, e arriva da Mihajlovic soprattutto: ora la risposta deve arrivare dal campo.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 1 mese fa

    IO STASSERA GIOCHEREI CON IL 4321 DOVE BASELLI DOVREBBE ESSERE IL TREQUARTISTA, DIETRO LE PUNTE BELOTTI E MAXI E I TRE DI CENTROCAMPO VALDIFIORI BENASSI E ACQUAH. RESTA IL PROBLEMA DI UNA DIFESA FRAGILE CHE LASCIA TROPPE OCCASIONI AGLI AVVERSARI. SPERIAMO CHE A GENNAIO LA SOCIETA’ INTERVENGA IN QUEL SETTORE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 1 mese fa

    Stasera se giochiamo con il centrocampo titolare, senza obi e aquah, e magari sfruttando la fisicità di boye, potremmo anche vincere. Incrociamo le dita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sysma_558 - 1 mese fa

      Anch’io penso che abbiamo le carte in regola per portare via i tre punti.
      Speriamo bene…….FORZA TORO e facciamogli vedere che se provano a sgarfare noi li impaliamo con le corna del GRANDE TORO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sysma_558 - 1 mese fa

    Che palle sta storia, dall’atteggiamento sbagliato a Milano!!! Con l’Inter abbiamo soprattutto sbagliato formazione con 2 uomini falque-lialjic che non c’è la facevano a fare la copertura in mediana e loro in 5 contro 3 hanno giocato al gatto con il topo.
    Le partite con lazie e Inter hanno solo fatto emergere la realtà, che siamo una squadra in fase di assestamento e che per come gioca ha bisogno di spendere molta energia. La mediana deve essere aiutata in copertura altrimenti soccombe sempre e sono caxxi!!!!!
    Chi si era illuso diversamente è un pirla come i tanti giornalisti che gonfiano le situazioni sia in positivo che in negativo.
    Quindi caro mister ad Udine con tanta UMILTÀ perché altrimenti loro con lo “sgarfare” c’è lo mettono nel di dietro; il Toro gioca da Toro quando non sbagli le formazioni!!!!
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sysma_558 - 1 mese fa

      Ci sono volute 11 turni per capire che non c’è solo il 433 e che a volte è più proficuo il 4312 soprattutto se giochi contro una squadra con la mediana più forte della nostra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy