Miha e gli obiettivi falliti: anche il tecnico ha qualcosa da farsi perdonare

Miha e gli obiettivi falliti: anche il tecnico ha qualcosa da farsi perdonare

Nelle ultime 19 partite, la media punti è di 1.26, contro l’1.52 dell’andata: gli obiettivi posti dal tecnico a gennaio non si sono concretizzati

“Non esiste affrontare metà campionato senza un obiettivo. Il nostro è migliorare rispetto all’andata, facendo i conti partita dopo partita. E combatteremo anche contro noi stessi. Se nel ritorno avremo fatto meglio, la nostra stagione sarà positiva” così aveva parlato Mihajlovic il 28 gennaio, presentando Torino-Atalanta. Sfumata l’Europa League, l’obiettivo dichiarato da Mihajlovic era quello di battere il rendimento del girone di andata, cercando di puntare al record di punti di Ventura e magari portare Belotti alla palma di capocannoniere. Terminata la stagione, risulta chiaro come il tecnico granata non sia riuscito a portare e termine nessuno degli obiettivi di metà campionato, terminando il campionato con 53 punti, macinandone 24 nel girone di ritorno contro i 29 del girone di andata.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

Miha, dunque, conferma la propria inclinazione al peggioramento nel bilancio tra girone di andata e ritorno: come presentatovi qualche mese fa su queste colonne in maniera molto dettagliata (qui tutti i gironi di ritorno di Miha ai raggi x), il tecnico serbo non era praticamente mai migliorato nella seconda metà della stagione nelle sue precedenti esperienze (se non in maniera impercettibile), e anche questa volta non ha fatto eccezione. Se da settembre a gennaio la media punti granata era stata di 1.52 a partita, nel ritorno si è scesi drasticamente, per una media di 1.26 punti a match, frutto di appena 5 vittorie nelle ultime 19 partite. Se nella scorsa stagione, Miha era riuscito a migliorare leggermente il trend nel ritorno fino al momento in cui è stato alla guida del Milan (1.52 all’andata, 1.53 nelle 13 partite del ritorno prima dell’esonero), la stagione con i granata assomiglia moltissimo – dati alla mano – a quella della Sampdoria 2014/2015, che però aveva fatto nettamente meglio all’andata (1.71 la media punti), per poi crollare nel ritorno con 1.21 punti raccolti a partita.

QUI IL CONFRONTO TRA TUTTI I GIRONI DI RITORNO DI MIHA

Tirando le somme, risulta chiaro come – nonostante la parziale soddisfazione dello stesso tecnico serbo – la squadra granata non solo non sia riuscita a centrare nemmeno i cosiddetti “obiettivi intermedi” fissati da Miha a campionato in corso, ma abbia peggiorato nel ritorno, staccando la spina in molte partite – probabilmente anche per carenza di stimoli europei. La poca concentrazione, dunque, ha fatto sicuramente il suo,ma a questo Toro si poteva e dove chiedere qualcosa in più. Perché se si fissano dei traguardi, poi ce ne si deve assumere le responsabilità, partendo dagli errori per migliorarsi in vista del prossimo anno: e questi non erano obiettivi da centrare in due stagioni…

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Wallandbauf - 7 mesi fa

    Ricordiamoci che se vediamo il Toro anche quest’anno, il primo d’agosto, correre il doppio dell’avversario in amichevole c’è qualcosa che non va (benfica docet..)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 7 mesi fa

    che dire, stessi numeri ogni anno, fiorentina, sampdoria, ma lancia i giovani (aramu? parigini? gomis? jansson) e ci tiene alla bandiera (vives? bovo?)

    a me pare che riempa le sue squadre di gente dalla ex-jugoslavia, niente di male, ma ci fa qualche soldo?

    i goals presi, le partite perse fuori casa, i rischi di ribaltoni con squadre modeste parlano da soli.

    con milan e inter in crisi/casino costante e l’atalanta che ha fatto una buona stagione ma signori, una squadra inferiore in tutti i reparti (salvo la difesa? masiello? mah) si poteva veramente fare meglio

    e i proclami! andiamo in europa (eravamo quarti dopo 4/5 partite…), arriviamo sesti! arriviamo ottavi! sopra il decimo posto dai!

    almeno migliorasse la comunicazione l’anno prossimo

    andiamo in ritiro! no ritiro no

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Torogranata - 7 mesi fa

    Con la sua media punti nei gironi di ritorno per andare in europa ci toccherebbe fare un girone di andata da media scudetto, cioè almeno 45/50 punti,cosa molto improbabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rossogranata - 7 mesi fa

    Negli ultimi dieci anni ha continuamente ripetuto gli stessi errori. Cosa dire di più ? Cairo è l’unico presidente che lo terrà per due anni. Siamo al grottesco!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lucius - 7 mesi fa

    Da un incompetente sono derivati acquisti sbagliati, scenate ridicole e chiacchiere senza fatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Filadelfia - 7 mesi fa

    Come volevasi dimostrare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy