Milan-Torino, da Bacca a Niang: ecco l’attacco dei rossoneri

Milan-Torino, da Bacca a Niang: ecco l’attacco dei rossoneri

Verso il match / L’arrivo di Sosa mette in discussione le gerarchie mentre Lapadula spinge per cercare spazio

5 commenti

Manca poco e s’incomincerà a fare sul serio, domenica alle 18.00 sul terreno di San Siro scenderanno in campo Milan e Torino per la prima giornata di campionato. Le rose di entrambe le squadre sono ancora da perfezionare: per Galliani e Petrachi c’è ancora molto lavoro da fare. L’unico reparto in cui i granata sembrano al completo è l’attacco, a differenza del Milan che proprio nel pacchetto offensivo presenta diverse incertezze: adesso analizzeremo nel dettaglio la situazione attuale degli attaccanti rossoneri.

Vincenzo Montella con ogni probabilità adotterà, come Mihajlovic, il 4-3-3. Di conseguenza davanti schiererà una punta centrale supportata da due ali. Attualmente l’arma in più del reparto avanzato dei rossoneri sembra essere Carlos Bacca, abile nel dribbling e dotato tecnicamente. Il giocatore sembrava essere sul mercato ma proprio ieri, a Milan Tv, ha dichiarato di essere contento di restare in rossonero nonostante siano arrivate diverse offerte. L’altro centravanti di razza a disposizione di Montella è Luiz Adriano: il brasiliano è molto bravo spalle alla porta, sapendo sfruttare a dovere la propria stazza, oltrechè essere freddo sotto porta e dotato di una buona tecnica.

AC Milan v Empoli FC - Serie A

Per quanto riguarda gli esterni Montella ha invece diverse possibilità anche se i titolari sembrano essere Niang e Suso. Un arrivo di questa sessione estiva è Gianluca Lapadula, centravanti dinamico e forte fisicamente, dotato di un ottimo mancino e di un tiro potente; l’ex Pescara può giocare anche come esterno d’attacco destro o sinistro, quindi è un elemento importante per Montella in quanto grazie alla sua duttilità può ricoprire tutte le posizioni possibili nell’attacco rossonero, ma con ogni probabilità verrà utilizzato come riferimento centrale. In ausilio al reparto offensivo ci sono Bonaventura, il nuovo arrivo Sosa, ed Honda. I tre giocatori sono molto eclettici e si possono adattare in diversi ruoli in attacco ma anche in centrocampo, in base alle esigenze del tecnico.

AC Milan v Torino FC - Serie A

Domenica, quindi, il tridente favorito per affrontare il Torino dal primo minuto dovrebbe essere composto da Niang e Suso da supporto di Carlos Bacca, anche se Lapadula spinge già da questa prima giornata per far cambiare idea a Montella in ogni modo…

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 7 mesi fa

    Senza nulla togliere ai vari articoli , che possono interessare di più o meno a seconda dell’argomento trattato, trovo molto interessante che questo che stiamo leggendo, pubblicato ormai da più di 2 ore non riscontri interessi particolari, visto il deserto dei commenti.
    Eppure sta presentando la nostra prima sfida del nuovo corso del Toro.
    Ma se proviamo a cambiare pagina, a guardare dove si continua a parlare di mercato in entrata, uscita vero o immaginato, e dove magari ci sono dichiarazioni ” criticabili” di Cairo o Petrachi……. Ecco una valanga di commenti pro oppure contro.
    Non so cosa pensare, forse che i frequentatori di TN o una parte di essi magari non è gente che frequenta lo stadio, e forse delle partite del Toro non è che che siano particolarmente interessati, meglio il Mercato.
    Forse mi sbaglio, forse non del tutto.
    Bah, e pensare che l’anno scorso, per dei post simili a questo che scrivo, ho riempito di merda un tal “PapaUrbano”.
    Proprio vero ” never say never” come dicono a Moncalieri .
    Forza Toro dai, Forza sempre e solo Toro.
    Malgrado tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rombo - 7 mesi fa

      Giusta riflessione…
      Per quanto mi riguarda, finchè non si mette un PORTIERE in porta
      parlare di aspetti tecnico tattici lascia il tempo che trova…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 7 mesi fa

        In effetti non è che la dietro siamo ben coperti.
        Speriamo solo che si arrivi a prenderne uno buono prima della fine del mercato.
        Ma nella ipotesi contraria, spero tanto che Alfred riscatti le papere pre-campionato e si impadronisca della porta con il suo fisico da gigante, e l’agilità da gatto che possiede.
        Altrimenti il portiere rimarrà ( purtroppo) il nostro tallone d’Achille.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leolub - 7 mesi fa

    Ma Galliani non l’hanno fatto fuori ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Alberto Fava - 7 mesi fa

    In effetti come attacco e centrocampo il Milan non è messo poi così male. Secondo me il punto debole e’ la difesa, dove tolto Romagnoli che se la cavicchia ( anche se ogni tanto combina delle cappellate assurde).
    Ragion per cui sono molto fiducioso, sia per la validità delle nostre ” bocche da fuoco”, che della conoscenza che il nostro Mister ha ( dei punti deboli) della dua ex squadra.
    Non parlo di voglia di rivincita, mi sembra troppo romantico e forse sminuirebbe la sua figura di Professionista.
    Queste sono soddisfazioni per noi Tifosi.
    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy