Milan-Torino, i numeri mettono in evidenza una sostanziale parità

Milan-Torino, i numeri mettono in evidenza una sostanziale parità

Statistiche / Il match tra granata e rossoneri è stato vinto dagli uomini di Montella, ma i dati sottolineano il fatto che le squadre si siano pressoché equivalse

Il Torino ha perso il confronto contro il il Milan a San Siro per 3-2, nonostante le varie occasioni da gol create dagli uomini di Sinisa Mihajlovic: infatti, un dato che emerge è proprio quello riguardante le occasioni da rete, 7 per il Toro e 6 per il Milan. Analizzando tutti i dati, però, si può osservare una sostanziale parità tra le due squadre in quel di San Siro. Ma andiamo a vedere nel dettaglio i numeri più importanti della partita.

Tra i dati più rilevanti, ne troviamo alcuni in perfetta parità, come i calci d’angolo, le posizioni di fuorigioco e i passaggi sbagliati. Se il Torino ha effettuato più tiri del Milan, totalizzandone 14 contro gli 8 dei rossoneri, i ragazzi di Montella hanno centrato maggiormente la porta con 6 conclusioni contro le 5 della squadra granata.

Infine il possesso palla è a favore del Milan, con un 57% contro il 43%  della squadra capitanata da Sinisa Mihajlovic: ma se si guardano i numeri nel dettaglio si nota come i granata abbiano ottenuto un maggior possesso nella metà campo avversaria rispetto al team di Montella.

DI SEGUITO I DATI DEL MATCH MILAN-TORINO:

# MILAN TORINO
Tiri 8 14
Tiri in porta (Gol) 6(3) 5(2)
Tiri in porta diretti da palla inattiva 1 1
Tiri in porta da area 5 4
Tiri fuori su azione 2 9
Tiri fuori diretti da palla inattiva 0 1
Occasioni da gol 6 7
Assist 6 1
Fuorigioco 3 3
Corner 10 10
Falli subiti 18 13
Palle perse 24 26
Palle recuperate 20 16
Azioni manovrate 13 12
Ripartenze da recupero 1 3
Lanci Lunghi 33 15
Passaggi sbagliati 23 23
Parate (Decisive) 3(1) 3(1)
Rigori (segnati) 1(1) 1(0)
Possesso palla effettivo 25’55 (57%) 19’17 (43%)
Possesso propria metà campo 15’28 (60%) 7’27 (39%)
Possesso metà campo avversaria 10’27 (40%) 11’50 (61%)
5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroFuturo - 5 mesi fa

    Il 4-3-3 è un modulo molto dinamico e offensivo, ma richiede 3 grandi centrocampisti e i 2 attaccanti esterni votati al sacrificio. Se così non è, la difesa di ritrova facilmente in inferiorità numerica e sbanda. Mihajlovic aveva in mente questo modulo all’inizio, ma visto il deludente mercato della Società a centrocampo, potrebbe valutare un cambio di impostazione. Il 3-4-3 con tre difensori stretti (tipo De Silvestri, Castan e Moretti) e un centrocampo compatto di testa e corsa (tipo Tachtsidīs, Benassi, Baselli e Acquah) potrebbe dare maggiore equilibrio alla squadra. D’altra parte l’allenatore deve ottimizzare il modulo anche in base al tipo e alla qualità dei giocatori che ha effettivamente a disposizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torissimo - 5 mesi fa

      Mi dispiace, ma su Castan non si può fare alcun affidamento per ora. Tachtsidis non corre. Per me il modulo è secondario; rispetto alla squadra di domenica per me si può solo cambiare Obi con Baselli, gli altri sono o rotti o inadatti o fuori forma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. puliciclone - 5 mesi fa

    Poi chiaro che chi sta perdendo attacca di più, se nn è ventura ovviamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. magnetic00 - 5 mesi fa

    i numeri contano fino ad un certo punto, alla fine abbiamo perso con due gol presi in modo amatoriale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy