Milan-Torino, Padelli sfida Donnarumma e il proprio futuro

Milan-Torino, Padelli sfida Donnarumma e il proprio futuro

Testa a testa / Subito un confronto importante per il portiere granata, impegnato da un reparto offensivo di livello: una buona prestazione per scacciare i fantasmi e convincere

17 commenti
Padelli

Girano le lancette, manca sempre meno all’esordio ufficiale in questo campionato per Torino e Milan: subito una sfida che si preannuncia combattuta ed aperta a qualsiasi risultato caratterizzata in particolar modo dal duello tra reparti offensivi di grande qualità – la cui massima sintesi può essere individuata nel testa a testa tra Belotti e Bacca. I riflettori tuttavia, proprio per via della pericolosità offensiva delle due formazioni, sono puntati anche e soprattutto su coloro che dovranno difendere i rispettivi pali: da una parte Donnarumma, dall’altra Padelli.

Come annunciato infatti ieri in conferenza stampa dallo stesso Mihajlovic, a San Siro toccherà nuovamente al portiere di Lecco indossare la maglia da titolare dopo l’occasione ricevuta in Coppa Italia. Si tratta di una chance importante vista l’accelerata subita dal mercato granata nell’ultima settimana, mercato nel quale lo stesso Padelli è ancora decisamente coinvolto: il numero uno, alla pari di Gomis e Ichazo, non ha infatti convinto appieno il tecnico serbo e dunque non è da escludere l’arrivo di un nuovo portiere sotto la Mole, che spingerebbe però verso altri lidi proprio uno dei tre succitati. La sfida odierna potrebbe quindi valere per Padelli la permanenza al Torino.

SSC Napoli v AC Milan - Serie A

Di fronte, Donnarumma: prodotto del settore giovanile rossonero, lanciato nel corso della passata stagione proprio da Sinisa Mihajlovic, il numero uno del Milan è stato una sicurezza per tutto il girone di ritorno del passato campionato e logicamente vorrà ripetersi in questa annata. Nonostante il potenziale offensivo granata lasci ben sperare, il “portierino” milanista comincia la stagione come punto fermo di Montella: l’obiettivo comune è quello di offrire subito una grande prestazione e mantenere la rete inviolata, ma questo Milan-Torino per Daniele Padelli vale più di un’ordinaria partita di campionato

17 commenti

17 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. toiomeroni - 1 anno fa

    Padelli sfida Donnarumma…R I D I C O L O !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alexrunner - 1 anno fa

    Che Cairo abbia ancora bisogno di fare esperienza dopo 10 anni mi sembra un po’ assurdo. sicuramente da come ha gestito tutte le sue aziende è uno che non fa mai le cose di fretta.
    Speriamo che prima o poi si decida a dare una sferzata anche nel Toro come ha fatto per Rcs

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Alexrunner - 1 anno fa

    Magneticoo….ho seguito anch’io attentamente Gomis e non capisco come tu possa fare un’affermazione del genere.Era sempre il migliore in campo e ha sbagliato una partita in tutto il campionato!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 1 anno fa

      Sì vede che guardo le partite in modo errato. L’importante è che il ragazzo diventi il nostro numero uno del futuro. Il tuo Nick runner è dato da una tua passione sportiva?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torino0405 - 1 anno fa

    Forza Danieleeeeeeeeeee

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dilling - 1 anno fa

      Per forza, gioca lui a san siro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gliinvincibili - 1 anno fa

    Vorrei esprimere un mio pensiero e condividerlo con chi come me ha il toro nel cuore.Per anni ci siamo dovuti vergognare e sottomettere a personaggi che ilnome toro non avrebbero dovuto nemmeno pronunciare,e non sto qui a fare dei nomi che conosciamo tutti,oggi che avremmo la possibilita di toglierci non qualche sassolino,ma qualche macigno dalle scarpe si continua a vivacchiare senza ambire a nulla.Eppure il sign presidende di possibilita ne avrebbe visto che nel giro di pochi anni e forse diventato l editore e l imprenditore piu potente del bel paese.Allora mi sorge veramente il dubbio che al sign Cairo il toro sia veramente servito come spot pubblicitario per inseguire i suoi interessi.Chi ama la nostra storia non vuole piu essere preso in giro,basta solo essere chiari,ed a noi non ci restano altro che i sogni che nessuno spietato arrivista puo comprare.Sempre e per sempre fratelligranata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 1 anno fa

      io non credo questo, penso che a Cairo il Toro stia veramente a cuore…ma è ancora inesperto…d’altronde è un uomo che ha ammesso tutti i suoi errori nei primi anni di presidenza…secondo me il vero problema è il DS Petrachi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Clozza - 1 anno fa

    Quante parole buttate al vento…doveva essere epurato x primo Padelli e invece abbiamo venduto tutti i migliori… Forza Toro comunque e sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rombo - 1 anno fa

      Proprio così… potrebbe arrivare anche Messi ma se non mettiamo un VERO portiere in porta non andremo da nessuna parte !! BASTA !!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pex - 1 anno fa

    Che titolo… è come dire “Amauri sfida Messi”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Luigi-TR - 1 anno fa

    purtroppo Gomis nelle prime uscite non ha mostrato quella sicurezza e autorevolezza che tutti speravamo e speravano…cosa che Donnarumma ha invece destato nel Milan sin dalla sua prima gara…mi sembra logico e naturale che il n.1 al momento sia Padelli tanto più che con il cambio di tecnico è ora anche sgravato da quei continui passaggi all’indietro al portiere in cui si mostrava quasi sempre difficoltà.
    Forza Toro !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pex - 1 anno fa

      Anche senza fare cappelle, il limite di Padelli è che non sa fare i miracoli come altri portieri! Para il parabile e volte nemmeno quello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luigi-TR - 1 anno fa

        concordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. alessandro - 1 anno fa

        anche io sono dell’opinione che con un altro portiere avremmo avuto 10 punti in piu!
        basta notare anche oggi..il gol di BACCA DI TESTA lo avrebbe evitato (non parato!)anche mio figlio di 15 anni!
        Bastava vedere che Bacca stava arrivando…SOLO..senza compagni..e avvicinarsi per infastidire e impedire il facile colpo di testa..
        Se lo lasci colpiere a tre metri…e certo diventa imparabile!
        I RIGORI… per carita .non si parano mai ma….una volta?? Possibile che mai e poi mai una prodezza?
        Donnarumma ha salvato i tre punti per il milan…… e il ns portiere??
        LASCIAMO STARE… I SUMA BEN CIAPA’!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rombo - 1 anno fa

          Giusto, altro che esente da colpe !!!!
          E del secondo che gli è passato sotto i piedi ?!
          Ne vogliamo parlare ..????

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. magnetic00 - 1 anno fa

      L’anno scorso ho seguito gomis al Cesena,e non ha mai dato continuità alle prestazioni, forse bisogna lavorare sull’aspetto mentale del ragazzo, perché le potenzialità ci sono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy