Milan-Torino, parla Mihajlovic: “Gara facile? Chi lo pensa stia a Milanello”

Milan-Torino, parla Mihajlovic: “Gara facile? Chi lo pensa stia a Milanello”

Alla vigilia / Il tecnico serbo ha parlato della sfida di domani e della situazione del suo Milan: “All’andata meritavamo la vittoria”

Mihajlovic

È intervenuto davanti ai microfoni di Milan Channel e davanti ai giornalisti Sinisa Mihajlovic, tecnico rossonero, che è apparso subito carico per la partita di domani, anche alla luce del risultato della scorsa settimana:

“Si prepara la partita a seconda dell’avversario: con il Napoli sapevamo di dover chiuderci e ripartire. Potevamo fare ancora meglio: sapevamo che nel secondo tempo avremmo avuto più spazi, non gli abbiamo sfruttati a dovere. Abbiamo comunque dimostrato che, giocando con la giusta intensità e mentalità, possiamo fare delle belle prestazioni, ad ogni partita. Il nostro obiettivo è avvicinarci al terzo posto, giorno dopo giorno. La squadra è piena di professionisti che si allenano con voglia, io li devo solo gestire”.

Mihajlovic ha poi presentato la sfida di domani contro il Torino: “E’ una gara decisiva, come lo sono tutte per noi. All’andata meritavamo di vincere, cercheremo di prenderci anche questa vendetta, come in tutto il girone di ritorno. Ci stiamo riuscendo finora, soprattutto grazie al cambio di modulo, stiamo risalendo dopo un inizio complicato. Stiamo dimostrando di non avere niente di meno di quelli che ci stanno davanti; importante sarà non commettere gli stessi errori dell’andata. Le parole di Ventura (QUI) non mi spaventano, lui cerca di caricare la sua squadra, io la mia. Chi pensa che domani sarà facile resti a Milanello: io stimo lui e il Torino, bella squadra con ottimi tempi di gioco, i granata hanno un grande attacco”.

Mihajlovic ha poi chiuso sui singoli: “Montolivo è un giocatore importante per noi, ma io ho fiducia in tutta la mediana. Vedreo chi scenderà in campo domani. Donnarumma è bravissimo a gestire la pressione, ha una testa da 25enne. E’ anche per questa sua abilità che è il portiere titolare dl Milan. Zapata? Grande potenziale, ma ha compiuto errori clamorosi per semplice deconcentrazione, ora si sta ritrovando. Bertolacci? Limitato dagli infortuni, è il primo a voler dare di più”.

A margine è intervenuto anche Ignazio Abate, esterno rossonero ed ex della gara, che ha sottolineato: “Dovremo far capire subito al Torino nei primi minuti chi ha di fronte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy