Molinaro, l’assenza di Ansaldi lo richiama in causa: il terzino si candida contro la Lazio

Molinaro, l’assenza di Ansaldi lo richiama in causa: il terzino si candida contro la Lazio

Focus On / Il giocatore granata, dopo un periodo di parziale inattività, potrebbe tornare ancora utile a Sinisa Mihajlovic, già contro i biancocelesti

Il Torino si prepara ad affrontare due sfide consecutive dal coefficiente di difficoltà molto alto, che vedono come avversari la Lazio e il Napoli. La squadra granata arriva da cinque risultati utili consecutivi, di cui, però, quattro pareggi nelle ultime quattro gare. Già a partire dalla sfida contro la squadra di Simone Inzaghi, il Torino dovrà cercare di ottenere il massimo ed effettuare un cambio di passo, per ritrovare entusiasmo e gioco. Ma i granata devono anche pensare alla questione infortuni, che non passa mai di moda: l’ultimo giocatore a dare forfait è stato Cristian Ansaldi, colpito da un problema al retto femorale (QUI i dettagli) che lo terrà fuori per diversi match. Quindi Sinisa Mihajlovic deve riuscire a trovare delle soluzioni per riuscire a sopperire a questa assenza.

Torino FC v Hellas Verona FC - Serie A

Un ritorno in campo di Cristian Molinaro non è da scartare a priori, anzi: contro la Lazio è molto probabile che il terzino ex Parma torni di moda e vesta la maglia da titolare. D’altronde l’esperienza non gli manca, e contro i biancocelesti sarà necessario lavorare molto di esperienza. In più Barreca non ha convinto a pieno nel match contro l’Atalanta, per quanto abbia le attenuanti dell’entrata a freddo e del ritorno in campo improvviso dopo un lungo periodo di stop. Per non forzare il “canterano” granata, potrebbe quindi tornare molto utile la figura di Molinaro, che non vede il campo da diverse giornate.

LEGGIMolinaro: “Europa? Rallentati dai pareggi, ma possiamo lottare fino all’ultimo”

L’ultima partita di Molinaro risale al 25 ottobre, più di un mese e mezzo fa, quando è sceso in campo per i tredici minuti finali del funesto match contro la Fiorentina terminato 3-0 in favore della Viola. In tutto il terzino è sceso in campo in sette match, fino a quando Ansaldi non ha stregato tutti sulla fascia sinistra. Per questo è molto probabile che contro la Lazio Molinaro possa tornare in campo: il classe ’83 vuole farsi trovare pronto.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. KanYasuda - 1 settimana fa

    De Silvestri e Molinaro, la Coppia di Terzini più temibile di tutta la serie A !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andre_football - 1 settimana fa

    Per cortesia ancora non è chiaro che al massimo Molinaro può stare in panchina?
    Deve giocare Barreca nel bene o nel male, bisogna dargli la possibilità di fare esperienza e migliorare.
    Le capacità di Molinaro, peraltro limitate, le conosciamo, alla sua età può solo peggiorare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CresciutoaPaneeTORO - 1 settimana fa

      Ma infatti ma perché non gli entra in quella testa di coccio anche al nostro “allenatore”??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CresciutoaPaneeTORO - 1 settimana fa

    Ancora Molinaro ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa e pure desilvestro ma quando c’è li toglieremo dalle palle????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. miele - 1 settimana fa

    Ecco che l’incubo diventa realtà: De Silvestri e Molinaro insime, titolari per molte partite. Eppure, era prevedibile che a fine mercato, che potesse finire così, dopo la cessione di Zappacosta è la sua sostituzione con Ansaldi, ottimo giocatore, ma troppo spesso infortunato. A sinistra affidarsi a Molinaro ed all’ ancora acerbo Barreca è stato l’ennesimo azzardo di Cairo, come lo è stato la conferma di Obi troppo spesso infortunato. Per questo campionato ormai possiamo anche metterci il cuore in pace, ma superiamo che in futuro non si ripetano più questi errori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 1 settimana fa

      Accidenti!La scrittura automatica ha fatto un disastro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. WGranata76 - 1 settimana fa

    Io preferirei allenare Barreca e tutta la linea difensiva molto sul fuorigioco di reparto, specie avendo un giorno in più a disposizione, e usare Barreca in campo. Sulle fasce, specie quella destra la Lazio è molto rapida e veloce usando Marusic. Qualora decidesse di inserire Basta sarebbe comunque abbastanza rapida per mettere facilmente in difficoltà Molinaro. Se poi davvero Inzaghi decidesse di utilizzare Anderson sarebbe ancora peggio.
    Non Molinaro adatto a questa partita, a meno di una Lazio veramente stanca dalla partita di coppa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy