Molinaro, voto 6: il terzino del Toro si è sempre fatto trovare pronto

Molinaro, voto 6: il terzino del Toro si è sempre fatto trovare pronto

Il Pagellone Granata 2015 / Per lui tanta corsa e tanta dedizione, ma non una stagione memorabile, anche a causa dell’esplosione di Peres

di Redazione Toro News

Sufficienza piena in questa stagione per il laterale sinistro del Torino proveniente dal Parma Cristian Molinaro, che ha offerto alla causa tanta corsa e tanta dedizione.

La sua è stata una stagione buona ma non memorabile, avendo trovato poco spazio, dopo un inizio da titolare, a causa dell’esplosione a destra del brasiliano Bruno Peres che ha dirottato l’inamovibile Darmian a sinistra.
Quando è stato chiamato in causa, però, Molinaro non ha mai tradito, basti pensare alla leggendaria sfida di Bilbao (in cui è stato impiegato dall’inizio da Ventura per l’impossibilità di schierare Peres in Europa League), o all’ottima gara contro il Bruges nei gironi di Europa League.
Proprio nella competizione europea ha segnato anche la sua unica rete in granata, nel match casalingo vinto per 2-0 contro l’HJK Helsinki.
Giocatore non dotato di tecnica straordinaria e forse non più al top, Molinaro ha comunque dimostrato, con corsa, grinta e tenacia, di poter essere un elemento utile alla causa granata, anche in vista della prossima stagione, in vista della quale i granata valuteranno il da farsi. Una pecca è stata sicuramente l’espulsione nel match contro il Milan, che ha portato al rigore del 2-0 di Pazzini, ha ristabilito la parità numerica dopo che Zaccardo era stato espulso proprio per un fallo su di lui e gli ha impedito di giocare l’ultimo match interno contro il Cesena.

 

 

CAMPIONATO    24 PRESENZE    0 RETI    1368 MINUTI GIOCATI

QUAL. EL    2 PRESENZE    0 RETI    180 MINUTI GIOCATI

EUROPA LEAGUE    11 PRESENZE    1 RETE    911 MINUTI GIOCATI

COPPA ITALIA    1 PRESENZA    0 RETI 56    MINUTI GIOCATI 

  
TOTALE   38 PRESENZE    1 RETE    2515 MINUTI GIOCATI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy