Montaldo (Calciomercato.com): “Samp, che entusiasmo. Zaza? Col senno di poi…”

Montaldo (Calciomercato.com): “Samp, che entusiasmo. Zaza? Col senno di poi…”

Il giornalista esperto delle vicende blucerchiate: “Quagliarella? Sentirà la partita ma sa reggere le pressioni”

di Marco De Rito, @marcoderito

“La Sampdoria arriva alla gara con molta fiducia”. Dopo la vittoria con il Milan, la squadra che affronterà il Torino questa sera arriva galvanizzata e con tanta voglia di effettuare il sorpasso in classifica – attualmente le due formazioni sono a pari punti. Sarà una Samp diversa rispetto a quella con cui Belotti e compagni vinsero facilmente nell’ultima occasione. Per presentare la prossima avversaria del Toro, è intervenuto ai nostri microfoni Lorenzo Montaldo che segue da vicino le vicende del club ligure per calciomercato.com

Si diceva, una Sampdoria che arriva a Torino con molto entusiasmo… 

“Questo è merito degli ultimi risultati, in particolare della vittoria con il Milan. I blucerchiati sono andati anche in ritiro a Novara, già da lunedì, e non per imposizione della società ma per una decisione di squadra. Mi aspetto una Samp molto diversa da quella dell’andata, una formazione molto aggressiva, che ha preso conoscenza delle sue qualità. È una formazione in salute e che gioca un buon calcio. D’altro canto c’è un Toro che è un avversario storicamente ostico per la Samp, ha tanti calciatori più fisici rispetto ai liguri. All’andata la Samp è stata messa in difficoltà proprio sul piano fisico. Stasera invece, mi aspetto una partita tattica, magari a tratti bloccata”.

Nel pre-partita, l’allenatore Giampaolo ha parlato anche di Champions League. Matematicamente il traguardo, effettivamente, è raggiungibile…

“Le dichiarazioni di Giampaolo in merito alla Champions League hanno caricato ulteriormente l’ambiente, anche se chiaramente non è quello l’obiettivo della Samp. Ma è significativo che un allenatore realista e cauto come Giampaolo faccia dichiarazioni del genere, dà l’idea dell’entusiasmo che c’è introno alla squadra. La Champions è soltanto un sogno, ma si crede all’Europa e si è visto che si è alzata l’asticella rispetto alle passate stagioni, dove nel girone di ritorno ci si accontentava”. 

Con il rientro di Nkoulou, la difesa granata riacquisisce sicurezza e per Quagliarella la sfida non sarà assolutamente facile. Giampaolo avrà pensato a delle contromosse?

“Credo che siano legittime delle difficoltà con la difesa granata. Le squadre di Mazzarri sono storicamente organizzate e il Toro non fa eccezione. Quagliarella sta facendo un’ottima stagione ma potrebbe accusare un po’ di stanchezza. Giampaolo non credo avrà pensato a contromosse particolari, gioca sempre lo stesso tipo di gioco, non si adatta all’avversario. Sarà interessante capire chi giocherà affianco a Quagliarella. C’è Defrel che è bravo a coprire gli spazi, ma ha dato molto ultimamente e potrebbe non essere in forma. Potrebbe giocare Gabbiadini, che è un attaccante con caratteristiche diverse e, se dovesse giocare cambierebbe completamente il reparto offensivo. In ogni caso, Quagliarella gioca molto d’anticipo e questa potrebbe essere la chiave per cercare di battere la difesa granata”. 

Fabio Tricarico: “Contro la Samp non è decisiva. Zaza gran giocatore. E Belotti…”

Il centrocampo blucerchiato sforna molti palloni che poi Quagliarella riesce a trasformare. D’altro canto il Toro può contare una mediana solida e robusta, ha caratteristiche differenti da quello della Samp. La partita si potrà effettivamente decidere in mezzo al campo?

“La gara si può decidere a centrocampo, nella scorsa partita era andata così. Mazzarri aveva preparato una squadra con la mediana corta e questo aveva tarpato le ali alla Samp. Bisognerà capire chi giocherà a centrocampo. L’assetto della Samp è giocare con un regista, Vieira credo giocherà in luogo di Ekdal. Bisogna valutare se scenderà in campo un centrocampista come Linetty, molto offensivo, ma anche lui ha dato moltissimo con i rossoneri”. 

Falque, un mese di stop. E Mazzarri: “Spero torni per fine anno”

Intrecci particolari nel match di questa sera: Zaza è stato strappato dal Torino nell’ultimo giorno di mercato estivo, quando sembrava già diretto in direzione Genova, invece Quagliarella è un ex granata, la cui esperienza nel capoluogo piemontese non si è conclusa nei migliori dei modi…

“Zaza è un giocatore che la Samp voleva in maniera decisa. Anche se, considerando come sta andando la stagione, è forse è stato un bene per la società doriana che alla fine la trattativa sia saltata. A Genova c’era entusiasmo per un possibile acquisto dell’ex attaccante del Sassuolo, che era ritenuto perfetto per coprire l’assenza di Zapata. Ora i rapporti tra Zaza e la tifoseria della Samp ma anche quelli tra il suo procuratore e Ferrero sono burrascosi. Quagliarella, invece, sentirà molto la partita ma un giocatore come lui è abituato a reggere le pressioni. Sotto questo punto di vista non delude mai le aspettative”. 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 2 settimane fa

    Ip sono convinto che le motivazioni sono ciò che fa rendere o meno un calciatore, così come sono convinto che se un giocatore viene richiesto dalla ggiuve tanto scarso non è, vedi moretti, Rincon,Zaza immobile e Quagliarella appunto. Su quello che pensano e dicono tanti tifosi meglio soprassedere, tanto quasi sempre vengono denigrati per poi essere rimpianti dopo, vedi benassi ma anche rincon o lo stesso belotti, per il quale molti sostenevano che fossero troppi gli 8milioni dati a Zamparini. Vogliamo poi vedere quali considerazioni emergevano su zapata l estate scorsa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata68 - 2 settimane fa

    Entusiasmo di cosa per aver battuto il Milan con un gollonzo ?? ma per favore … Se i nostri hanno voglia di correre e lottare tornate a casa con il sacco e belli ridimensionati ciclisti buffoni voi e il vostro presidente cocainomane !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. freddy - 2 settimane fa

      Ah beh se hanno voglia di correre e lottare jajajajajjaja

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 2 settimane fa

    “Samp, che entusiasmo!”.
    Speriamo di spegnerlo noi un po’ di tutto “questo entusiasmo” alla Samp!
    Mi spiace x Zaza: ha scelto il Toro, e per questo va rispettato da tutti noi.
    Certo che, purtroppo, i risultati sono veramente deludenti!
    Quagliarella, per me, è stato mandato via troppo frettolosamente e, forse, anche ingiustamente: ci avrebbe fatto comodo, eccome!
    Colpa nostra!
    Siamo tifosi troppo “viscerali”: agiamo d’impulso, precipitosamente, spesso senza pensare alle conseguenze.
    Auguro a Quagliarella di segnare un bel gol, ma auguro a Belotti, ed auguro a tutti noi, che il Capitano ne faccia almeno due, ancora più belli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Auguri a Quagliarella di segnare un bel gol? Ho letto bene? Lascia farne due al Gallo ma Quagliarella in gol anche no, eh!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gpmorano - 2 settimane fa

      La Madama_granata dice cosa giusta sul nostro essere troppo “viscerali”. Solo a mia memoria bisogna mettere in conto pure le dimissioni di un gran presidente qual’era Sergio Rossi (a cui seguì la retrocessione del 1989) e l’out-out a Gasperini tra la gestione Ventura e l’avvento di Miha. Penso altresì ad un errore di battuta… Voleva scrivere “Auguro a Quagliarella di segnare un bel gol… nella partita successiva”. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Il Grillo Parlante - 2 settimane fa

      @madama c’e’ un’articolo su Barreca, l’hai visto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy