Napoli-Torino, le ambizioni granata alla prova del San Paolo

Napoli-Torino, le ambizioni granata alla prova del San Paolo

Verso il match / I ragazzi di Mazzarri vogliono conquistare punti fondamentali in ottica Europa

di Luca Sardo

Domenica 17 febbraio il Torino di Walter Mazzarri andrà al San Paolo: ad attenderlo il Napoli di Carlo Ancelotti che vorrà conquistare tre punti per consolidare il secondo posto in classifica, staccando ancora di più le inseguitrici. I granata arrivano da una vittoria sofferta in casa contro l’Udinese per 1 a 0 con la prima rete con la maglia del Toro di Ola Aina e ottenuta anche grazie al rigore parato di Sirigu su De Paul, mentre i partenopei vengono da un pareggio per 0 a 0 a Firenze, contro i viola di Stefano Pioli. Un risultato bugiardo quello dell’Artemio Franchi: per le occasione create dal Napoli durante tutta la partita (soprattutto quelle di Mertens e Milik), i ragazzi di Ancelotti avrebbero meritato i tre punti, ma hanno trovato un Lafont particolarmente in forma che gli ha impedito di portarsi a casa l’intero bottino. A maggio dell’anno scorso al San Paolo il Toro è riuscito a pareggiare 2 a 2 grazie alle reti prima di Baselli 55’ e poi di De Silvestri all’83’, togliendo così ogni speranza al Napoli  di poter vincere lo scudetto.

DUBBI E CERTEZZE – Il Napoli sta vivendo un periodo altalenante. Prima del pareggio con la Fiorentina la giornata precedente, i partenopei hanno battuto, grazie a una grande prestazione di tutta la squadra, la Sampdoria di Giampaolo per 3 a 0, non permettendo a Fabio Quagliarella di battere il record di Batistuta. In Coppa Italia i ragazzi di Ancelotti sono stati eliminati, perdendo 3 a 0 a San Siro contro il Milan. Un Napoli domenica che dovrebbe fare a meno di Hamsik: il centrocampista slovacco la scorsa settimana era praticamente ad un passo dal Dalian, squadra del campionato cinese. Il passaggio del numero 17 è poi saltato all’ultimo a causa del mancato accordo tra le due società e ora il futuro del centrocampista slovacco è incerto. Al suo posto però nel centrocampo azzurro ci sarà sicuramente Fabian Ruiz al fianco di Allan: il tandem azzurro è la certezza della squadra di Ancelotti. Nel 4-4-2 del tecnico ex Bayern Monaco e Real Madrid fra le altre, i due centrocampisti svolgono un ruolo molto importante sia in fase difensiva che in fase offensiva, senza dimenticare il perno della difesa Kalidou Koulibaly, leader della squadra partenopea ormai da cinque stagioni.

DIMENTICARE L’ANDATA – Da dimenticare per il Toro sicuramente la partita del girone di andata. Il 23 settembre scorso, alla quarta giornata di campionato, i granata hanno perso per 3 a 1 contro gli azzurri allo Stadio Olimpico Grande Torino a causa della doppietta di Insigne e alla prima rete di Verdi con la maglia del Napoli. Nel postpartita Mazzarri aveva anche ammesso che, se avesse potuto, avrebbe voluto cambiare tutta la squadra: “Il Toro non c’è, o meglio, non c’è mai stato perché contro il Napoli non siamo entrati in campo. E’ come se in un attimo ci fossimo dimenticati di tutto quello fatto fino ad ora: parlerò con i ragazzi singolarmente in settimana”. Da quella partita sono cambiate un po’ di cose e ora la squadra ha una consapevolezza maggiore dei propri mezzi. Match che salta agli occhi durante questa ventiquattresima giornata di campionato è lo scontro diretto tra Atalanta e Milan. I rossoneri sabato sera andranno a Bergamo a sfidare i nerazzurri. Essendo entrambe dirette concorrenti del Toro, i granata potrebbero sfruttare a loro favore questo match per accorciare le distanze dalle due squadre e non perdere domenica sera a Napoli sarebbe importantissimo.

 

 

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 3 giorni fa

    col Napoli giocheremo diversamente..noi ci adottiamo sempre agli altri non dettiamo mai legge. coi più forti giochiamo meglio
    Poi facilmente perdiamo date le difficoltà che abbiamo a fare anche solo un gol ..arrivederci due o tre. Forza su speriamo sempre finché arbitro non fischia 90 esimo. La difesa è dalla nostra…!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 giorni fa

      Tu scrivere di Romania? Si? Tifoso granata di Bucuresti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. anpav - 3 giorni fa

    Alcuni commentatori ci danno già sconfitti. Si, forse succederà. Anzi probabilmente? ma ricordo lo dicevate anche contro Milan, Lazio, Juve (rubata) Inter…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 3 giorni fa

    non sembrano esserci molti elementi per essere ottimisti. Ma se facciamo un’analisi fredda sul nostro modo di giocare, paradossalmente è più facile che facciamo una buona prestazione a Napoli che in casa con l’Udinese. La nostra grande pecca è la manovra d’attacco, totalmente inesistente. Non siamo in grado di attaccare difese schierate. Ma a coprirci e ripartire riusciamo meglio. Forse è l’unica cosa che sanno fare le squadre di WM. La differenza è enorme ma non è impossibile. Un colpaccio può uscire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 3 giorni fa

      Concordo, partita durissima ma non già persa. Concordo anche sulla tua analisi tecnica. Contro le grandi, quest’anno abbiamo fatto spesso bene. ottimismo no. cautela ma forza e determinazione a portarci a casa un risultato utile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ipoua-bomber - 3 giorni fa

    Quanto pessimismo, chiaro che é dura, però pure con gli innominabili prima della partita ho letto di tutto , poi abbiamo si perso, ma come ,lo abbiamo visto tutti, si parte sempre dallo 0-0 e 11 contro 11, o quasi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 giorni fa

      o quasi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Antoniogranata76 - 3 giorni fa

    Sarà durissima a me mazzari non piace,con le sue idee difensiviste a Napoli si rischia la batosta,spero di sbagliarmi, sempre Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marchese del Grillo - 3 giorni fa

    Sono cazzi, lo sappiamo, sono cazzi ovunque e con chiunque, sono cazzi a Ferrara con la Spal dove finisce 0-0 e Valoti si mangia un rigore in movimento, sono cazzi a Cagliari, a Bologna, etc, etc, etc! Le solite barricate e speriamo che giocando con l’ormai celebre 6-4-0 di mister Testadighisa portiamo a casa almeno un punticino, l’ennesimo, ma meglio delle mosche e buono almeno per l’umore. E speriamo…!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13972345 - 4 giorni fa

    meglio se stiamo a casa facciamo più bella figura con mister mazzari e una squadra senza spina dorsale senza gioco dopo si chiedono alla domenica sportiva detto da Tardelli perché il gallo non segna non riesce a segnare . manca poco che lo vedo anche in porta va a prendersi i palloni in difesa pensa te … cosa si può volere di più da lui ?Non ha nessuno a centrocampo che gli crea gioco x le punte .grazie mister mazzari continua pure così bravo …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 3 giorni fa

      Il giocatore del Toro deve avere grinta. Il tifoso del Toro deve avere grinta e tifare sempre e comunque. Tu scrivi:”meglio se stiamo a casa facciamo più bella figura” Non ti fa onore.
      Inoltre i ragazzi la spina dorzale ce l’hanno e le OO pure. Lottano0 sempre. Giocano a volte male ma non mollano mai un millimetro. Prendi esempio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SiculoGranataSempre - 4 giorni fa

    Se mi chiedessero chi eliminare da questo Napoli per domenica? ALLAN che forse si troverà a sfidare Rincon.
    Poi: Milik
    Poi: Fabian Ruiz (meglio di Hamsik se in giornata)
    Senza questi tre ce la potremmo giocare. Magari non vincendo perchè la difesa con Koulibaly è fortissima.
    Ma poichè ci saranno la vedo malissimo!!!! Mi spiace ragazzi, non abbiamo chance

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 3 giorni fa

      Quanti unlike! Sono contento, vuol dire ottimismo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ciccio Graziani - 4 giorni fa

    Si parte da 0-0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 giorni fa

      Certo, dobbiamo solo vedere quanti minuti dura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Max63 - 4 giorni fa

    Il problema del toro è che non ha gioco ergo qualsiasi squadra può farci male.
    Il Napoli va oltre le ns possibilità limitare ed evitare la goleada potremmo anche non scendere in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ToroMeite - 4 giorni fa

    Ambizioni? Certo, quelle che sono state confermate da societá ed allenatore nel mercato di gennaio: siamo a posto cosí… ed infatti vedasi ultime prove con spal ed udinese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13721612 - 4 giorni fa

    se il toro gioca come nelle ultime partite lo vedo molto male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13721612 - 4 giorni fa

    se il toro gioca come nelle ultime partite lo vedo molto male

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy