Nazionale, Zappacosta cerca l’esordio. E Ventura ci pensa…

Nazionale, Zappacosta cerca l’esordio. E Ventura ci pensa…

Possibile già contro il Lichteinstein, ma il numero 7 granata lavora forte a Coverciano soprattutto per convincere Ventura in vista dell’amichevole contro la Germania

Zappacosta

Una chiamata, a sentire il diretto interessato, “inaspettata”. Eppure, che Davide Zappacosta sia un giocatore di profilo Nazionale è risaputo, e lo sa bene chi lo ha portato nel team azzurro, e ancora prima a Torino: Giampiero Ventura ha voluto anche lui per le partite contro Lichteinstein e Germania, e il numero 7 granata – più carico che mai – non vede l’ora di poter ricambiare sul campo la fiducia del CT.

“Penso che questa convocazione sia un punto di partenza per me, ora voglio gudagnarmi la maglia” così Zappacosta, ieri, in conferenza stampa. Il terzino – visibilmente emozionato – non ha nascosto la sua sorpresa nell’essere stato selezionato, e adesso scalpita per dire la sua in campo, magari già per uno spezzone, in uno dei due impegni. Difficile, infatti, , che Ventura lo schieri nel match di qualificazione contro il Lichteinstein, mentre nella prevista girandola di cambi contro i campioni del Mondo in carica un suo esordio può essere possibile. Zappacosta in questi primi mesi stagionali ha scalato le gerarchie di Mihajlovic, diventando ben presto – complici le condizioni non perfette e le prestazioni altalenanti di De Silvestri – il titolare della fascia destra, ruolo mai pienamente avuto nell’era Ventura, con Peres prima scelta assoluta.

Con la consacrazione del Toro, Zappacosta ha trovato anche la chiamata nella Nazionale maggiore, e adesso cerca l’esordio. E con un CT che lo stima come Ventura, forse addirittura più che probabile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy