Niang e Maxi Lopez: con Genoa e Toro sono rinati

Niang e Maxi Lopez: con Genoa e Toro sono rinati

Verso Genoa – Torino / Transitati entrambi da Milano, ora sembrano aver trovato la dimensione giusta

Sfida tra attaccanti di razza. Genoa – Torino, in programma stasera alle 20:45 a Marassi, sarà anche questo, con un duello nel duello targato Niang e Maxi Lopez.

NIANG – Giovane attaccante francese di origini senegalesi classe 1994, M’Baye Niang è approdato al Milan nel 2012, proveniente dal Caen. Per lui, al primo anno in rossonero, 28 presenze, con anche un clamoroso palo colpito al Camp Nou contro il Barcellona. Dopo il prestito al Montpellier ritorna a Milano, ma in questa stagione fatica a trovare spazio con Inzaghi (per lui, però, un tempo contro il Torino all’andata), motivo per cui arriva un nuovo prestito al Genoa, dove il ragazzo si sta trovando molto bene: si adatta perfettamente al gioco di Gasperini e, fin qui, ha messo insieme 12 presenze e 5 reti, che avrebbero potuto aumentare con un po’ di cinismo in più sottoporta.
Può giocare come attaccante puro o più largo, come seconda punta, è molto veloce e, nello stesso tempo, dotato di una buona tecnica, tanto da essere addirittura paragonato, in passato, al grande Thierry Henry.
Per lui anche 3 presenze e una rete con la maglia dell’Under 21 francese.

MAXI LOPEZ – Favorito su Martinez come spalla di Quagliarella questa sera nel 3-5-2 di Ventura, per Maxi Lopez, con il Genoa, ci sarà aria di derby. Nella stracittadina genovese di ritorno della scorsa stagione infatti, un suo gol regalò il successo alla Samp: un’impresa che Maxi spera di ripetere.
Anche lui, come Niang, è transitato da Milano, sponda Milan, nella seconda parte della stagione 2011/2012, giocando su buoni livelli e mettendo a segno gol pesanti, come quello allo Juventus Stadium nella semifinale di Coppa Italia, ma senza guadagnarsi la riconferma.
Poi altri cambi di casacca: il ritorno a Catania, la Sampdoria due volte e il Chievo, prima di arrivare a Torino, dove con Ventura sta vivendo una seconda giovinezza.
Maxi Lopez è l’uomo delle sfide importanti, come ha dimostrato anche nel doppio confronto con l’Athletic Bilbao, e stasera ci sarà pane per i suoi denti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy