Novellino: ‘Questo è il mio Toro’

Novellino: ‘Questo è il mio Toro’

Disponibile, affabile fuori dal campo Walter Novellino è un buono con la faccia da duro. Ai microfoni della Domenica Sportiva (l’intervista intera sarà trasmessa stasera) racconta come sarà il suo Toro e perché lo ha scelto.

Il Toro e Novellino si sono scelti ?

No, si sono trovati, come due fidanzati. Ritorno…

di Redazione Toro News

Disponibile, affabile fuori dal campo Walter Novellino è un buono con la faccia da duro. Ai microfoni della Domenica Sportiva (l’intervista intera sarà trasmessa stasera) racconta come sarà il suo Toro e perché lo ha scelto.

Il Toro e Novellino si sono scelti ?

No, si sono trovati, come due fidanzati. Ritorno dove sono nato e cresciuto, in quel Filadelfia dove ho imparato il calcio con Agroppi e Ferrini.

E’ cambiato il Toro da come lo aveva lasciato ?

E’ rimasta la maglia, il richiamo al passato. Ringrazio Cairo per l’opportunità che mi ha concesso e per la squadra che ha costruito: i giocatori sono quelli che volevo.

Cos’è rimasto del suo Toro allora ?

Sono cresciuto con Bui, Giaguaro Castellini, Ferrini, avevo davanti Claudio Sala e tornando ho riscoperto quel “non so che” che ti da il Toro, quelle farfalle nella pancia che ti agitano prima della partita.

Dove può arrivare questo Torino?

Il mio sogno lo svelerò a campionato finito. Diciamo che ogni stagione ha il suo tempo, questo è il mio.

Ventola, Di Michele, Bjelanovic, Stellone, Abbruscato, Oguro, Malonga, non sono troppi attaccanti ?

Ma per ora dico grazie alla società per avermeli messi a disposizione, in ogni caso l’abbondanza non è un problema, perché anche chi sa che andrà via sta facendo bene. Io li alleno come se dovessero rimanere, perché fin che saranno qui saranno un patrimonio dell’azienda e io sono un’aziendalista.

Ha qualche desiderio da far esaudire a Cairo ?

Non chiedo niente, per ora dico solo grazie. Adesso tocca a me dare.

Che campionato sarà ?

Sarà dura per la presenza contemporanea di squadre come Juve, Napoli, Genoa e le altre. Da uomo di calcio spero sia un bel campionato senza problemi di ordine pubblico, con tanto spazio per il bel gioco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy