Numeri e curiosità di Verona-Torino

Numeri e curiosità di Verona-Torino

La partita che il Toro si appresta a giocare allo Stadio Bentegodi di Verona, domenica 23 aprile alle ore 15, sembra facile sulla carta, ma non lo è. La posta in palio è importante: il Toro deve continuare a restare in zona playoff, mentre il Verona deve cercare di schivare i playout per non rischiare di retrocedere. Gli scaligeri non sono messi così male in classifica, avendo incamerato 43 punti, ma dietro…

La partita che il Toro si appresta a giocare allo Stadio Bentegodi di Verona, domenica 23 aprile alle ore 15, sembra facile sulla carta, ma non lo è. La posta in palio è importante: il Toro deve continuare a restare in zona playoff, mentre il Verona deve cercare di schivare i playout per non rischiare di retrocedere. Gli scaligeri non sono messi così male in classifica, avendo incamerato 43 punti, ma dietro c’è una schiera di concorrenti agguerrite che potrebbero superarli qualora dovessero continuare a perdere. Il Toro ha 58 punti e teoricamente potrebbe ancora sperare nel secondo posto, augurandosi passi falsi altrui, per cui occorre cercare una vittoria in trasferta per recuperare il terreno perduto contro il Modena, dopo il tris di vittorie consecutive. Nonostante le difficoltà del Verona nella classifica marcatori c’è Adailton con 14 centri, per fortuna dei granata sarà assente per squalifica. Tra gli ex di turno il più evidente è l’allenatore veronese Massimo Ficcadenti, ex giocatore che militò nel Torino sul finire degli anni ’90. Il mister è tra i più giovani a sedersi su una panchina da professionista, essendo nato a Fermo (AP) nel ’67, ovvero lo stesso anno di Oscar Brevi che calca ancora i campi di calcio. Tra le curiosità milita tra i gialloblu un certo Sandro Mazzola, ovviamente è solo un omonimo. Da parte granata è Alessandro Rosina ad aver vestito i colori dell’Hellas, in prestito dal Parma proprio l’anno scorso prima della chiamata di Cairo, il fantasista calabrese è il cannoniere dei granata con 10 reti all’attivo.

I precedenti tra le due compagini cominciano nel ‘57/58 e non fu un risultato positivo per i granata che persero per 2-0. Per trovare una vittoria del Toro in quel di Verona bisogna attendere il ‘73/74 con il risultato di 0-1. Nel ‘97/98 va ricordato un drammatico 4-0, mentre l’anno scorso fu un secco 2-0 per i veneti. In totale le due squadre si sono incontrate in casa dei veneti 26 volte, con 8 vittorie a testa e 10 pareggi.

Scorrendo i numeri vediamo che finora il Toro ha conquistato 15 vittorie contro le 9 degli avversari, 13 i pareggi granata contro i 16 dei padroni di casa, i quali hanno subito 36 reti contro le 31 dei granata, i gol segnati sono sempre a favore del Toro: 42 a 38. I cartellini gialli sono 90 a 86 quattro in più per i veneti, così i rossi sono a sfavore dei padroni di casa che ne hanno presi 11 contro i 6 degli ospiti. I giocatori schierati sono di numero quasi pari: 26 a 27, uno in più per i granata, le reti segnate dai titolari sono 35 a 33 per il Verona, i gol su azione sono 30 a 33 a favore del Toro, mentre su calcio piazzato sono esattamente in parità: 8 a testa. Il Toro ha un’autorete a favore, nessuna per l’Hellas. I veneti hanno avuto 5 rigori a favore e ben 11 contro, mentre i granata sono a quota 6 concessi e 9 subiti.

Nel Verona sono squalificati Adailton e Comazzi, i diffidati sono: Biasi, Pegolo e Turati, nella squadra allenata da De Biasi per questo turno nessuno è stato appiedato dal giudice sportivo, ma conta ben 5 diffidati: Ferrarese, Martinelli, Melara, Rosina e Orfei.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy