Occhio, Torino: prima del derby c’è un Genoa pronto a tutto

Occhio, Torino: prima del derby c’è un Genoa pronto a tutto

Verso Torino-Genoa / La squadra di Gasperini è in difficoltà e cerca punti. E quella statistica negli appuntamenti pre-derby…

Molinaro in Lazio-Torino

Dopo la sconfitta di Roma, il più grave errore che potrebbe commettere il Torino di Ventura è quello di pensare di essere entrati nella settimana del derby. Perché si è solo entrati nei giorni che introducono la sfida col Genoa, una squadra autrice di un campionato deludente ma indecifrabile e perciò potenzialmente pericolosa.

La partita di mercoledì allo Stadio Olimpico è l’occasione buona per archiviare in fretta il secco 3-0 subito dalla Lazio; quando si è reduci da una così importante delusione, avere una opportunità di riscatto vicina dal punto di vista temporale è un vantaggio. Se non fosse che in città, già da giorni ormai, si respira aria di derby. La partitissima contro la Juventus arriverà però solo sabato; i giocatori granata, per preparare al meglio la partita con i liguri, dovranno essere bravi a isolarsi, da soli con il loro lavoro.

Cosa che non è riuscita benissimo negli ultimi anni. Il Torino di Ventura ha vissuto, prima di quella corrente, tre stagioni di Serie A e quindi ha giocato sei derby. La statistica dice che, nei sei turni pre-derby, il Torino ha vinto una volta sola (nel febbraio 2014, 1-3 a Verona). Se i precedenti non incoraggiano, c’è poi da considerare che il Genoa arriverà a Torino col coltello tra i denti. Gli uomini di Gasperini sono anch’essi reduci da una batosta in quel di Empoli e la loro classifica langue (10 punti, che valgono il quintultimo posto). Da aggiungere c’è che Gasperini non ha ancora trovato il suo undici-tipo e quindi la partita dovrà essere preparata senza avere idee chiare su quello che sarà lo schieramento degli avversari.

Il Torino ha quindi l’occasione buona per una vittoria che sarebbe un toccasana sotto tutti i punti di vista. L’avversario resta alla portata e il rendimento in casa recente resta incoraggiante. Toccherà a Ventura e al suo staff lavorare bene psicologicamente, per far sì che lo stress psicologico da derby inizi a farsi largo nelle menti dei giocatori solo a partire da mercoledì.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ex calciatore - 2 anni fa

    Più che un Genoa pronto a tutto, c’è Preziosi che paga premio partita per batterci,comunque se gioca Quagliarella giochiamo in 10 ,se poi c è anche Vives giochiamo in 9,poi non giocheremo per 1 tempo etc etc ,film già visto in troppe partite.Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ObiWan - 2 anni fa

    Uno dei tanto problemi del toro è la tendenza di qualche tifoso e di tanta stampa di rapportare fallimenti e vittorie al DERBY. IL derby è solo UNA partita tra tante, con un significato diverso ma che da solo e sempre tre punti. Bisogna smettere di pensare che sia l’obiettivo stagionale: meglio perdere due derby all’anno ed essere permanentemente in Europa che il contrario.
    Più che progetto di crescita qui ci vuole cambiamento radicale del modo di pensare altrimenti saremo solo e sempre una buona provinciale

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy