Ogbonna non brilla come al solito

Ogbonna non brilla come al solito

di Roberto Maccario

Quella di ieri è stata una serata infelice per tutto il Torino e non fa eccezione Angelo Ogbonna, il protagonista del nostro duello che, sebbene senza fare grossi errori, è apparso meno lucido e brillante del solito.
Per ironia della sorte Angelone è andato maggiormente in difficoltà proprio in seguito all’uscita dal campo del suo dirimpettaio Coralli, l’uomo…

Commenta per primo!

di Roberto Maccario

Quella di ieri è stata una serata infelice per tutto il Torino e non fa eccezione Angelo Ogbonna, il protagonista del nostro duello che, sebbene senza fare grossi errori, è apparso meno lucido e brillante del solito.
Per ironia della sorte Angelone è andato maggiormente in difficoltà proprio in seguito all’uscita dal campo del suo dirimpettaio Coralli, l’uomo più pericoloso della formazione di Aglietti: infatti con l’ingresso di Forestieri il giovane difensore granata si è trovato privo di un punto di riferimento da controllare e ha dovuto fronteggiare tre avversari più piccoli e rapidi di lui che gli hanno creato non pochi grattacapi.
Anche in fase di impostazione le sue giocate sono sembrate spesso imprecise e dettate dalla frenesia, resta comunque uno dei migliori in questo campionato.
Buona invece la prova di Lorenzo Stovini che ha messo la museruola a Bianchi lasciandogli pochissima libertà di movimento; bravo sia nei colpi di testa che negli anticipi, è il leader  e l’elemento più esperto di una difesa con pochi goal al passivo e con ampi margini di miglioramento per il futuro.

(Foto Dreosti)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy