”Ora è fondamentale compattarci”

”Ora è fondamentale compattarci”

Per ultimo prende la parola Petrachi, il vero artefice di questo mercato. Il diesse granata parla subito del caso Bernacci: “Quando è arrivato in maglia granata era pronto, non c’è mai stato nessun segnale allarmante da parte sua fino alla scelta di smettere. Non voglio credere che il Bologna fosse in malafede. Per quanto riguarda la situazione contrattuale ora è tutto sospeso, lui è ancora…

di Redazione Toro News

Per ultimo prende la parola Petrachi, il vero artefice di questo mercato. Il diesse granata parla subito del caso Bernacci: “Quando è arrivato in maglia granata era pronto, non c’è mai stato nessun segnale allarmante da parte sua fino alla scelta di smettere. Non voglio credere che il Bologna fosse in malafede. Per quanto riguarda la situazione contrattuale ora è tutto sospeso, lui è ancora del Torino”.

Poi il direttore granata si sposta a parlare della squadra: “L’imperativo attuale è quello di diventare un gruppo coeso, di compattarci al più presto. Se poi sorgeranno delle difficoltà si cercherà di risolverle durante la sessione di gennaio”.

Infine una battuta su Gabionetta: “Mi dispiace soprattutto dal punto di vista umano perché lui ci teneva molto a venire a giocare al Toro. Ma il sistema americano è diverso rispetto al nostro, è una vittima lui in questo caso”.

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy