Ora i punti in trasferta

Ora i punti in trasferta

di Paolo Morelli

Il Toro di ieri sera ha offerto una prova di carattere che è una conferma di quanto visto nelle ultime partite. La differenza è che finalmente è arrivato anche un buon risultato, che ha – anche qui, finalmente – confermato l’Olimpico come un campo ostico per le grandi, non più una “terra di conquista”. È stato…

di Paolo Morelli

Il Toro di ieri sera ha offerto una prova di carattere che è una conferma di quanto visto nelle ultime partite. La differenza è che finalmente è arrivato anche un buon risultato, che ha – anche qui, finalmente – confermato l’Olimpico come un campo ostico per le grandi, non più una “terra di conquista”. È stato un Toro in grado di dire la propria anche contro un Milan composto – possiamo dire – per metà da campioni del mondo e per metà da campioni brasiliani.

Ora serve dare continuità, a cominciare dalla prossima gara. Perché l’ottima prestazione di ieri avrà senso solo se il Toro confermerà la propria crescita sul campo di Siena, domenica prossima. La continuità di risultati infatti passa anche e soprattutto per le trasferte, dove la squadra di De Biasi non è mai stata irresistibile. Fuori dall’Olimpico i granata hanno mostrato lo stesso buon gioco espresso tra le mura amiche, ma purtroppo l’hanno espresso in compagnia di un evidente deficit di concretezza in attacco. Il ritorno di Rosina e Bianchi, con l’eccellente stato di forma di Stellone e Dzemaili, potrebbe cercare di invertire la tendenza, cercando quei tre punti esterni che mancano dallo scorso campionato. Cancellare quello “0” nelle vittorie in trasferta sarà il prossimo obiettivo.

L’ambiente è ora più rilassato, anche se la zona retrocessione si trova ad un solo punto più giù, per cui è bene mantenere desta l’attenzione. A mente calma però è possibile lavorare meglio, ed anche chi fino a ieri si abbandonava al disfattismo, ora avrà qualche ragione in meno per farlo. È pur vero che se Farina non avesse concesso quel rigore ora saremmo qui a parlare d’altro, ma se esiste un’ipotetica legge di compensazione, l’episodio di ieri si potrebbe tranquillamente imputare all’attuazione di quella legge. E questo vale sia per il Toro che per il Milan. A Siena si andrà per avviare una striscia positiva, con qualche “gufo” in meno. Si spera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy