Padelli: “Smettiamola di chiamare ‘sorpresa’ questo Torino”

Padelli: “Smettiamola di chiamare ‘sorpresa’ questo Torino”

Le dichiarazioni alla Domenica Sportiva di Padelli: “Da tre anni questa squadra è nelle posizioni che contano”

5 commenti
Padelli

Ospite della Domenica Sportiva su Rai Due, il portiere del Torino Daniele Padelli ha parlato diffusamente del momento della squadra, reduce da una bella vittoria interna sulla Sampdoria, che ha regalato il secondo posto in classifica in solitaria.

Padelli è stato sollecitato in merito alla vittoria strabordante del Napoli nel posticipo: “Il Napoli ha giocatori che sicuramente fanno paura, Higuain è il primo, ma anche Insigne ora che sta trovando più spazio sta facendo vedere di che pasta è fatto. Sono contento per il mio amico Allan che sta facendo gol. Sicuramente gli azzurri sono una grande squadra”.

testa
Zenga in Torino-Sampdoria
Zenga in Torino-Sampdoria
Glik in Torino-Sampdoria
Cassano in Torino-Sampdoria
statistiche
Torino-Sampdoria 2-0
Ventura in Torino-Sampdoria 2-0
Quagliarella in Torino-Sampdoria 2-0
Zenga in Torino-Sampdoria 2-0
Eder e Bruno Peres in Torino-Sampdoria 2-0
Zenga in Torino-Sampdoria 2-0
Zenga in Torino-Sampdoria 2-0
Zenga in Torino-Sampdoria 2-0
Zenga in Torino-Sampdoria 2-0
La panchina della Sampdoria
Paolo Villaggio spettatore in Torino-Sampdoria 2-0
La curva Primavera in Torino-Sampdoria 2-0
La curva Maratona in Torino-Sampdoria 2-0
Torino-Sampdoria 2-0 il gruppo esulta per la vittoria
Quagliarella in Torino-Sampdoria 2-0
Bovo in Torino-Sampdoria 2-0
Ventura in Torino-Sampdoria 2-0
Quagliarella e Baselli in Torino-Sampdoria
Ventura in Torino-Sampdoria 2-0
Baselli e Quagliarella in Torino-Sampdoria 2-0
Quagliarella: doppietta in Torino-Sampdoria
Zenga in Torino-Sampdoria, Serie A
Arbitro Giacomelli Moviola TorinoSampdoria
La Samp tasta il terreno dell'Olimpico di Torino
Quagliarella e Belotti in Torino-Sampdoria
Il centrocampista Acquah in Torino-Sampdoria
Silvestre post Toro Samp
Bruno Peres dopo Torino-Sampdoria
Zappacosta dopo Torino-Sampdoria

Il portiere Padelli passa poi a parlare del Toro: “Secondo me sarebbe bene smetterla di chiamare il Toro ‘sorpresa’. Sono tre anni che ormai siamo nelle posizioni che contano. Quest’anno poi siamo partiti bene fin da subito a differenza di altri anni. Certo, ora teniamo i piedi per terra, perché la strada è lunga, ma sicuramente ci auguriamo di poter competere per cose importanti”.

“Sognare non costa nulla, ma la strada è ancora lunga e il campionato è impegnativo. Ora le cose vanno bene, ma dovremo stare uniti anche quando andranno meno bene, anche grazie ai nostri tifosi. Noi certamente ce la metteremo tutta per portare il Toro dove merita”.

“Siamo consapevoli di poter migliorare ancora. Dalla nostra c’è il fatto di avere un bel mix di giovani ed esperti. Dobbiamo continuare a seguire il nostro mister, che è preparato e ci fa giocare bene. Se lo faremo, le soddisfazioni arriveranno. In ogni caso, per ora teniamo il profilo basso”.

Sul suo momento personale: “Sono arrivato in alto solo a trent’anni perché ho fatto tanta gavetta. Ho passato momenti difficili, ad esempio quando ero della Samp, andavo in prestito e non giocavo. Allora mi chiedevo spesso se ero io a sbagliare qualcosa. Ora non posso che ringraziare il Torino e Ventura per la chance che mi hanno dato. Sarò sempre debitore a questa società”.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. F.V.C.G. - 2 anni fa

    noi non avremo le luci puntate della stampa ma stiamo facendo vedere a tutta l’italia che il posto lassu’ ce lo meritiamo e non e’ per caso. direi piu’ che ltro che la sorpresa e’ vedere l’inter prima in classifica che pur non giocando un buon calcio e’ sopra di noi!! e’ questo che fa rabbia: noi giochiamo bene e nessuno lo dice mentre altre squadre giocano male pero’ hanno sempre scusanti. comunque sia sono fiero di questo toro. forza ragazzi continuate cosi’. F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Il non avere gli occhi addosso da parte dei media da fastidio, basta che il Napoli fa
    5 reti ad una squadra che in due trasferte ha beccato 9 reti ed è da scudetto,
    noi per sentir parlare un pochino di noi dobbiamo vincere tre partite e pareggiarne una,
    questo è uno svantaggio per noi tifosi ma forse un vantaggio per la squadra che così non
    ha addosso lo stress da luci della ribalta, purtroppo è sempre stato così, si vendono
    più giornali se per esempio un ragazzo viziato come Balotelli non si fa ammonire o non manda
    i suoi tifosi o uno squadra che ha speso non so quanto più di noi si trova prima senza mai convincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxmurd - 2 anni fa

    vai Padellone! Mi raccomando sempre in guardia e allenati con gli stop di piede eh! :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mancio 74 - 2 anni fa

    Noi non siamo mai stati presi in considerazione dai media,ma zitti zitti e piano piano le cose cambieranno…abbiamo un presidente che di comunicazione ne sa abbastanza…questi saranno i passi futuri…vedrete che un giorno avremo la considerazione che meritiamo e parleranno anche di noi…pazienza…a piccoli passi…anche questo fa parte del percorso di crescita….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Yuri - 2 anni fa

    Tranquillo Daniele…a senrire la Ds il Napoli è già da scudetrto pure lui…ahahhaahah..come se bastasse una manita a far grande qualcuno. E’ ORA CHE QUESTA TERRA CAPISCA CHE CI SONO SQUADRE RICCHE E CHE SOLO UNA E’ PURA LEGGENDA, IL TORO. Cazzo, se gli egizi adoravano Apis (il Dio Toro) e non una zebra insignificante ci sarà un cazzo di motivo?. 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy