Pagelle di Torino-Avellino

Pagelle di Torino-Avellino

Taibi: inoperoso per 40’ sventa alla grande su Danilevicius nell’unica opportunità avuta dall’Avellino. Voto 6,5

Nicola: lo stato di grazia di Lazetic gli consiglia di coprire di più. Ciò nonostante nell’unica occasione in cui si spinge in area sfiora la marcatura, ciccando una gran palla offertagli da Edusei. Voto 6

Taibi: inoperoso per 40’ sventa alla grande su Danilevicius nell’unica opportunità avuta dall’Avellino. Voto 6,5

Nicola: lo stato di grazia di Lazetic gli consiglia di coprire di più. Ciò nonostante nell’unica occasione in cui si spinge in area sfiora la marcatura, ciccando una gran palla offertagli da Edusei. Voto 6

Brevi: regista arretrato cerca il gol senza fortuna, sbrogliando con attenzione i rari attacchi avellinesi e dando sicurezza a tutto il reparto arretrato. Un rientro importante per tutta la squadra. Voto 6,5

Melara: Segna il gol e sbaglia pochissimo. Attento più che in passato si fa trovare quasi sempre al posto giusto. Voto 7

Balestri: Spinge con attenzione e prova anche la conclusione confermando…piedi da terzino. Nella ripresa spinge di più, complice il calo di Rosina e i risultati si vedono. Voto 6,5

Lazetic: in forma strepitosa dribbling, corsa, contrasto, cross, tiro, fa tutto bene. Decisivo ovunque, sfiora anche la rete e quando cambia fascia il gioco continua a pendere sempre dalla sua parte. Instancabile e insostituibile. Voto 7,5 (dal 42 st Fantini sv)

Edusei: generoso quanto impreciso, lotta con ardore su ogni pallone provando anche la “giocata d’astuzia” che il fiscale Dondarini coglie. Non è a lui che si possono chiedere le geometrie di un regista. Voto 6. (dal 23’ st Gallo: il tempo di prendere confidenza con il ritmo partita e pennella la punizione per il gol di Melara, bravo a rubare palloni. Voto 6,5)

Ardito: instancabile metronomo del centrocampo, forse non segnerà mai un gol. I palloni che sradica e il pressing che esercita da solo valgono però quanto i gol di Melara. Voto 6,5

Rosina: dopo 2’ è già traversa. Cambia spesso fascia ma alterna giocate da funambolo a pause irritanti, finendo con il giocare più per sè stesso che per la squadra e ritardando il lancio di contropiedi decisivi. Voto 5,5 (dal 20’ st Ferrarese: meglio che nelle ultime partite gioca con intelligenza e intensità. Voto 6)

Stellone: sponda bene ma conclude male un po’ per sfortuna, un po’ per bravura del portiere e molto per frenesia. Divora due gol, si sbatte molto, arretrando anche in difesa e confermando miglioramenti costanti ma la ricerca del gol è accompagnata anche da quella di un rigore che, di questo passo, non gli concederanno mai. Voto 6

Abbruscato: Cerca il gol con insistenza e lo sfiora in un paio di occasioni senza fortuna per imprecisione e per abilità di Cecere. Ha sulla coscienza un errore clamoroso di mira quando al 2’ dirotta fuori bersaglio in beata solitudine un cross perfetto del solito Lazetic. Voto 6

Dondarini: vede bene un paio di tuffi ma in alcuni casi eccede in fiscalità come nel caso del gol annullato a Brevi dove fa ripetere facendo spostare di un metro il punto di battuta della punizione 6.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy