Pagellone TN, Maksimovic voto 5.5: mercato e infortuni i bastoni tra le ruote

Pagellone TN, Maksimovic voto 5.5: mercato e infortuni i bastoni tra le ruote

I voti di fine stagione / Il centrale serbo ha vissuto una delle sue peggiori stagioni, ora con il possibile arrivo di Mihajlovic avrà l’occasione di tornare in alto qui al Torino. Se lo vorrà…

Maksimovic

Quasi un fallimento la stagione di Nikola Maksimovic. Il serbo, dopo l’exploit nella scorsa stagione, è quasi scomparso, lasciando spazio ai tanti dubbi e alle tante incertezze. Tante le cause di questa sua involuzione: dalle continue voci di mercato che lo hanno distratto, alle scarse prestazioni dei suoi compagni di reparto, che, a dispetto della scorsa stagione, hanno mostrato un netto calo, il quale ha condizionato l’intero rendimento del Torino. I tre della retroguardia, l’anno scorso, erano una vera e propria sicurezza sia dal punto di vista difensivo che da quello offensivo, soprattutto grazie ad un Glik, che nella passata stagione ha siglato ben 8 reti. Ma quest’anno, invece, i tifosi del Toro non hanno potuto ammirare quasi niente di questo spettacolo ormai lontano, il quale aspetta solo di essere riprodotto il prossimo anno, magari con una difesa a quattro.

Maksimovic
Nikola Maksimovic dopo il Derby della Mole

Causa della sua caduta agli inferi anche l’infortunio che lo ha accompagnato per metà stagione, il quale lo ha letteralmente sfinito. Il serbo ha ripreso a giocare con continuità soltanto ad inizio gennaio, nel match contro l’Empoli, ma Maksimovic non è stato più lo stesso, le continue voci di mercato e la scarsa condizione fisica gli hanno impedito di esprimersi al meglio, diventando così quasi un peso per la squadra granata. Nell’ultima parte di stagione, oltre al danno, è arrivata anche la beffa: Bovo prende ancora una volta il suo posto. Nelle ultime 10 partite è stato schierato da titolare soltanto 3 volte, dando adito ad ulteriori voci di mercato.

In vista della prossima stagione il suo futuro sembra però sorridergli, in arrivo al Torino c’è un suo connazionale: Sinisa Mihajlovic, il quale lo aveva lanciato giovanissimo ai tempi della Nazionale. La prossima stagione potrebbe essere proprio quella del riscatto, l’anno in cui potrà dimostrare di non essere un difensore come tutti gli altri, bensì un calciatore capace di far la differenza, anche in situazioni ostili. Ammesso e non concesso che voglia restare al Toro e giocarsi qui la sua personale rivincita.

PRESENZE: 16

MINUTI: 1440

GOL: 0

AMMONIZIONI: 3

VOTO: 5.5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy