Pagellone TN, Vives voto 6: grinta e passione da vendere, nonostante l’età

Pagellone TN, Vives voto 6: grinta e passione da vendere, nonostante l’età

I voti di fine stagione / Il centrocampista granata è stato più di una volta indispensabile, anche se ha tratti ha faticato: ma, a conti fatti, una stagione soddisfacente per l’ex Lecce

vives

Proseguendo, alla fine del campionato, con i voti di fine stagione si arriva a Giuseppe Vives, centrocampista granata che in questa stagione traballante ha cercato più di una volta di mettere ordine in mezzo al campo: compito senza dubbio non facile, che l’ex Lecce ha svolto al massimo delle sue potenzialità. non si può dimenticare che abbia 36 anni ormai, e che non possa più avere la prestanza fisica di un giovane ventenne: ma nonostante questo, Vives è sempre stato in grado di tenere sulle spalle la squadra e togliersi anche qualche soddisfazione.

CONTRO IL BOLOGNA… – Giuseppe Vives, questo è risaputo, non è un goleador: anche quest’anno il suo bottino si è fermato ad un solo gol, ma l’entità di quest’ultimo è stata incredibile. Dopo 90 minuti di partita, dopo un match estenuante contro una formazione che lasciava pochi spazi come quella allenata da Donadoni, Vives si è dimenticato la sua età e della sua stanchezza, andando a pressare come se fosse il primo minuto: si è conquistato il pallone e lo ha messo dentro da posizione ultra-defilata mettendo la sentenza su un match che era stata bloccato per circa settanta minuti.

Vives
Vives, in occasione del gol contro il Bologna

…E CONTRO IL NAPOLI – Ma non è solo la corsa e la voglia di mettersi in gioco da evidenziare in Vives: il centrocampista granata ha dimostrato, quest’anno, una buona visione di gioco anche nei momenti più difficili, cercando sempre la giocata vincente. Il gesto che esemplifica tutto questo è stato contro il Napoli, penultimo match della stagione 2015/2016: lancio lungo, ben calibrato, a premiare l’inserimento in velocità sulla sinistra di Bruno Peres. Gol e partita riaperta, anche se poi non avrebbe cambiato le sorti del risultato.

Infine, è giusto ricordare anche la statistica che più identifica il giocatore del Torino: è stato tra i migliori 10 in Serie A per palloni recuperati: un giocatore che lotta su ogni pallone e non si da mai per vinto. Ci si ricorda, sicuramente, del suo recupero su Kevin Lasagna del Carpi, indirizzato in porta: Vives lo ha fermato con un intervento perfetto.

PRESENZE: 33

MINUTI: 2549

GOL: 1

AMMONIZIONI: 10

ESPULSIONI: 1

VOTO: 6

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 10 mesi fa

    Croce senza delizia, che vuoi farci, in una posizione critica per il gioco del torino, non e’ colpa sua, sei alla stagione del toro, sei a lui…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS - 26/04/15 Toro 2 - Merde 1 - 10 mesi fa

    Puo’ farci comodo come riserva, tanto più che ha rinnovato, ma non passi per la mente a Mihajlovic di farne un titolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andreaseli_251 - 10 mesi fa

    Redazione un briciolo di competenza non guasterebbe, questo è uno da serie C , non basta l’impegno

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy