Pagellone TN, Zappacosta voto 6: il lavoro lo ripaga con la Nazionale

Pagellone TN, Zappacosta voto 6: il lavoro lo ripaga con la Nazionale

I voti di fine stagione / Il terzino granata ha avuto pochi spazi in campionato, a causa di un concorrente per lo stesso ruolo chiamato Bruno Peres: ma ha lavorato tanto e impressionato anche Conte

classifica

Arrivato al Torino quest’estate insieme al compagno Baselli, ha dovuto subito ambientarsi e convivere con un concorrente alquanto scomodo, ovvero Bruno Peres: il brasiliano si è reso indispensabile in quasi tutti i match, togliendo lo spazio e la possibilità di farsi notare a Zappacosta, che però non si è mai dato per vinto. Il suo percorso porterà dei frutti, certamente, ma adesso occorre continuare a lavorare con costanza per migliorare: la prossima stagione potrebbe vederlo, se non protagonista, quantomeno molto più impiegato in campionato: ma analizziamo meglio l’annata del giocatore.

TEMPO – L’ex giocatore dell’Atalanta ha avuto bisogno di tempo per ambientarsi in granata: è arrivato non conoscendo Ventura, ma mettendosi subito a disposizione. Dopo aver saltato le prime quattro partite stagionali, il mister genovese ha fatto assaggiare il campo al terzino, che ha dato segnali talvolta contrastanti: in fase difensiva pareva sicuro ed attento, ma in fase di spinta Bruno Peres era di un altro livello. Non per questo, però, ha fatto sempre male, anzi: è riuscito anche ad andare in gol, segnando anche in maniera molto precisa e potente, dimostrando di avere un piede più che educato al tiro. Dopo aver giocato pezzi di varie partite, ha subito il grande exploit del compagno di reparto.

Zappacosta, probabili formazioni
Davide Zappacosta, terzino destro granata

LAVORO – Bruno Peres ha cominciato ad inanellare prestazioni di alto livello, segnando anche due gol (al Grande Torino, per la cronaca), e Zappacosta è rimasto sempre di più in panchina. Ma, verso la fine del campionato, a salvezza ormai raggiunta e obiettivi scemati, Ventura ha deciso di riproporre l’ex Atalanta e Bruno Peres insieme, con il brasiliano spostato sulla sinistra: questa soluzione, nelle ultime apparizioni, ha dato alcuni frutti importanti, con prestazioni interessanti da parte di Zappacosta e vedendo leggermente più in ombra Peres. Infine, nell’ultima giornata di campionato, il terzino ha confermato di avere un piede molto educato anche su punizione, colpendo il palo contro l’Empoli.

Per il grande lavoro svolto durante l’anno e l’impegno dimostrato, ha ricevuto anche la chiamata allo stage e per i pre-convocati di Antonio Conte, commissario tecnico della Nazionale: anche se non è del tutto maturato, ha ricevuto un premio importante, che potrebbe aiutarlo esponenzialmente nella crescita personale e calcistica.

PRESENZE: 25

MINUTI: 1260

GOL: 1

AMMONIZIONI: 3

VOTO: 6

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    mah!, sinceramente pur riconoscendone le doti penso che quest’anno sia stato più un 5.5 che un 6, forse è stato vittima dell’ingombrante (a livello psicologico) presenza di B.Peres, ricordo che per ammissione del suo procuratore gli era stato detto che il brasiliano sarebbe stato ceduto. Non è facile confrontarsi con il pendolino di San Paolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy