Palermo-Torino 1-4: il veliero granata guidato dal capitano Benassi

Palermo-Torino 1-4: il veliero granata guidato dal capitano Benassi

Focus On / Nella partita di ieri uno dei protagonisti è stato il giovane ’94, autore della rete del 3-1

5 commenti

Uno dei protagonisti dello show granata di ieri sera al Renzo Barbera di Palermo è stato proprio Marco Benassi. Il giovane centrocampista, dopo essere stato vittima di parecchie critiche, ha finalmente trovato la sua giusta dimensione e, contro i rosanero, ha sfoggiato l’ennesima prova di maturità, dimostrando all’intero popolo granata di essere degno di indossare  la maglia e la fascia di capitano del Toro. La partita di ieri, oltre che alle qualità del collettivo,  ha messo in risalto varie caratteristiche del mediano ex Inter: dal carisma – forgiato anche grazie all’importante presenza di Mihajlovic – alla buona dote realizzativa.

Proprio questa sua ultima caratteristica, in queste ultime partite, è venuta fuori sempre di più: prima la Fiorentina e ora il Palermo, due squadre punite dalla perseveranza del giocatore che, a suon di impegno e duro lavoro durante gli allenamenti, ha chiaramente migliorato le sue abilità sotto porta. Già, perché la prima regola del suo credo interiore è proprio l’imperativo “lavorare”: l’unica strada che porta al successo. La partita di ieri sera, per il giovane classe ’94, non era cominciata nel migliore dei modi: al 4′ del primo tempo, infatti, Benassi si era divorato il gol dell’ipotetico vantaggio, a tu per tu con un mostruoso Posevac, abile nel sventare l’assalto della mezz’ala granata. Dopo questa appetibile occasione, ecco arrivare anche la beffa, quando al 5′, l’ex Inter, si fa sfuggire l’avversario Chochev, che con un’incornata la mette alle spalle di Joe Hart, facendo esplodere un intero Renzo Barbera in festa per la millesima in A dei rosanero. Il colpo preso dai granata è stato duro, ma, proprio quando il corso della partita sembrava ormai in salita, il carisma del Toro – guidato da quello di Benassi – ha fatto la differenza, ribaltando di conseguenza la partita. Il carattere di Benassi ha fatto la differenza, ma a farla ancor di più è stata la sua vena realizzativa: contro il Palermo è infatti arrivata la sua seconda rete stagionale, utile per chiudere, se pur parzialmente, i conti contro i rosanero, completamente zittiti dalla festa dei tifosi granata. Un contribuito, quello di Benassi, assolutamente utile alla squadra, la quale, dopo una splendida rimonta, si è portata in zona Europa League, ma il sogno non è ancora finito e il capitano del Torino ha già la Lazio in testa.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. LoviR - 2 mesi fa

    ma dove sono finiti gli estimatori del vater e del suo tikitaka all’indietro con ultimo passaggio al portiere che si fa autogol?
    La musica è cambiata!
    Questo è vero TORO e non Torino!
    Forza Sinisa! Siamo tornati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. flamengo68 - 2 mesi fa

    ma dove sono finiti i “CAIRO BASTARDOOOO” che si lamentavano qualche settimana fà ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Nel ripostiglio delle scope, a prepararsi per tornare fuori alla prima partita giocata male.
      Ma mi sa che stavolta ci rimarranno per un bel pezzo.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 2 mesi fa

    Fratelli e sorelle, BUONGIORNO!!!
    Ma che squadra abbiamo? :-) !!! Ma che allenatore abbiamo!!! :-) ….
    Non voglio stare qui a “tediarvi” con i soliti, classici “ve lo avevo detto, io….lo avevo scritto, io…” in epoca non sospetta, però…..
    Ahahahahahahha!!!
    Però è così!!!
    Però abbiamo un presidente che sarà anche per alcuni “braccino corto”, ma intanto ha messo su negli anni una squadra con giocatori di proprietà….
    Però intanto abbiamo un DS che magari per alcuni viaggia a fari spenti col rischio di schiantarsi ma intanto ha messo insieme una campagna acquisti con i fiocchi e soprattutto una campagna cessioni con i CONTRO-FIOCCHI: Glik, Peres, Darmian, Maksimovic = circa 70 milioni di Euro PIU’ Valdifiori!!! Per una difesa che l’anno scorso ha “beccato” 45 gol!!!
    Però intanto abbiamo una rosa di giocatori DI PROPRIETA’, torno a dirlo, GIOVANI!!! GIOVANI, e BRAVI!!! Boye, Benassi, Baselli, Belotti, Barreca (curioso, tutti che iniziano con la “B”….) più finalmente UN PORTIERE!!!
    E che portiere!!! TITOLARE DELLA NAZIONALE INGLESE!!1 Che, fra l’altro, non è mica venuto qui a “svernare” sapete!!! Noooooo!!!!
    Insomma, adesso anzi forse DA ADESSO in avanti, con una rosa al completo, al netto degli infortuni, con la voglia, la grinta, lo spirito Toro credo davvero che TUTTE LE PARTITE possano essere alla nostra portata!!!
    DOBBIAMO CREDERLO!
    DEVONO CREDERCI!
    Ed è questo uno dei tanti valori aggiunti che credo Sinisa MIHAJLOVIC abbia portato al Toro quest’anno: SI SCENDE IN CAMPO 11 CONTRO 11. PUNTO.
    Magari poi si perderà anche, però intanto si deve lottare per vincere fino alla fine, ci si deve credere fino alla fine, si deve sudare ed onorare la maglia fino alla fine….
    Poi ci sono anche le partite della primavera che va a vedere, insieme a Cairo….Poi ci sono le dichiarazioni senza “SE” e senza “MA” e soprattutto senza giri di parole (vedi Maksimovic…)….Poi ci sono le parole dette sul Fila, su Meroni, sugli Immortali, che qualcuno potrà sempre dire “sì ma tanto sono solo parole…”…..però intanto LE HA DETTE….
    Insomma, grande Banssi, grande Ljaijc, grande Belotti, grandi TUTTI ma…..
    GRANDISSIMO S I N I S A !!!!!
    FVCG!!!
    SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 2 mesi fa

      Ciáo Grande Bertu!
      Hai perfettamente ragione, che Squadra e che Mister!
      E tutto questo lo dobbiamo al grande lavoro fatto da Petrachi, ed all’intelligenza del Presidente.
      Questo Toro e’ finalmente tornato ad essere il ” nostro Toro” !!
      E non finisce qui….,,
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy