Palermo-Torino 1-4: Torino, quattro gol con possesso palla al 38%!

Palermo-Torino 1-4: Torino, quattro gol con possesso palla al 38%!

Statistiche / I dati evidenziano lo spettacolo del match di ieri sera al Barbera: due squadre propense ad attaccare

4 commenti

Uno splendido Torino, ieri sera, ha vinto su un Palermo non del tutto in forma, povero di qualità e di talento, handicap che, nel corso dei 90′, sono stati letali alle squadra di De Zerbi, tecnico che si è arreso già alla prima metà di gara, quando il risultato nel tabellone segnava uno straordinario 3-1 per i granata. Una vittoria, quella della squadra di Mihajlovic, di un’importanza fondamentale, soprattutto in prospettiva futura, vista l’ambizione della società granata, il cui obiettivo stagionale è ormai chiaro: l’Europa, meta che non è più soltanto un utopia, bensì una solida realtà, frutto di tanto sacrificio e di tanto lavoro.

US Citta di Palermo v FC Torino - Serie A

La partita di ieri, tirando le somme, dal punto di vista delle statistiche è stata equilibrata, anche se è palese che il calcio non si gioca soltanto con i numeri, ma c’è un’altra variante che fa la differenza: il cuore. Dal punto di vista del possesso palla, il Torino ha chiaramente perso: il 62% del possesso infatti è stato dei rosanero, i quali, abilmente, hanno adottato un gioco d’astuzia, ovvero quello di tenere spesso la palla nella loro metà campo, attirando di conseguenza il pressing granata, al fine di scavalcarlo con delle verticalizzazioni. Buona l’idea, ma scarsa la realizzazione, lo stratega De Zerbi ha infatti perso contro un sistema difensivo granata più che solido. Il Torino, malgrado il suo 38% di possesso palla, ha messo in rete ben 4 reti. Antitetico al sol pensiero, ma spesso per vincere non c’è assolutamente bisogno di un calcio estetico: ieri ha vinto infatti la squadra più precisa, cinica e rapida in verticale, grazie anche e soprattutto allo splendido tridente d’attacco del Toro, il quale, a suon di falcate nelle fasce, ha sfruttato al meglio le ripartenze, colpendo mortalmente la difesa rosanero, incapace di stanare i colpi dei granata. Con Ventura, invece, questo non succedeva quasi mai: le goleade con un Toro così acceso non si vedevano da tempo. Mihajlovic quindi ha portato una nuova filosofia al Toro, consolidando la certezza che, anche se si gioca “male” e gli avversari dominano nel fraseggio, il vincitore non è mai scontato e ieri i granata hanno stradominato il match dal punto di vista del risultato, diventando il secondo miglior attacco della Serie A (leggi qui).

PALERMO, ITALY - OCTOBER 17: Andrea Belotti (L) of Torino and Giancarlo Gonzalez of Palermo compete for the ball during the Serie A match between US Citta di Palermo and FC Torino at Stadio Renzo Barbera on October 17, 2016 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
PALERMO, ITALY – OCTOBER 17: Andrea Belotti (L) of Torino and Giancarlo Gonzalez of Palermo compete for the ball during the Serie A match between US Citta di Palermo and FC Torino at Stadio Renzo Barbera on October 17, 2016 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Impegnati molto in questa gara soprattutto in portieri, chiamati in causa più volte: 3 le parate di Posevac – di cui una decisiva – e 5 quelle Joe Hart, il quale, dopo un periodo di adeguamento, ha finalmente trovato la sua giusta dimensione, dettando legge nella sua area di rigore. Molti i tiri di ambedue le squadre: 12 sia per il Torino che per il Palermo. La partita è stata infatti molto offensiva, tutt’altro che noiosa: il tipico catenaccio all’italiana – che per molti può risultare il cancro del calcio della penisola – in questa partita è stato del tutto assente. Il Torino, al Barbera, ha ottimizzato la sua precisione di tiro: 4 dei 7 tiri effettuati in porta, sono andati infatti a segno, ferendo mortalmente la difesa siciliana, incapace di bloccare l’avanzata del Torino.

Tutte e due le difese, nel corso della partita, hanno concesso molto all’interno della rispettiva area di rigore: il Palermo ha infatti realizzato ben 6 tiri dall’area granata, mentre il Toro 4. Zero invece le volte in cui i rosanero sono caduti in fuorigioco, mentre i granata ci sono cascati per 3 volte, di cui una su un’ importante occasione da gol, ottimizzata da Iago Falque ma annullata dal guardalinee. Partita molto aggressiva, piena di falli: 20 quelli subiti dal Palermo e 15 quelli dal Torino. Match infatti anche ricco di ammonizioni, 4 per i siciliani e 2 per i giocatori di Mihajlovic: aggressività alimentata dalla frustrazione della squadra di casa per la rimonta subita, dinanzi ad un pubblico del Barbera che si aspettava molto di più. Molte anche le palle perse, a causa soprattutto di palle spese male nella zona di centrocampo: 38 quelle dei rosanero e 37 quelli dei piemontesi. Il Torino ha attaccato maggiormente dalla zona centrale del campo, anche grazie agli inserimenti delle sue mezz’ale: 9 infatti le volte che i granata hanno attaccato la difesa avversaria dal centro, mentre 5 quelle arrivate dalla parte destra del campo e 7 da quella sinistra.

PALERMO TORINO
POSSESSO PALLA 62% 38%
PARATE 3 5
TIRI TOTALI 12 12
TIRI IN PORTA 7 7
OCCASIONI DA GOL 8 9
FUORIGIOCO 0 3
ATTACCHI A CENTRO 8 9
ATTACCHI A DESTRA 6 5
ATTACCHI A SINISTRA 7 7
4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. LoviR - 2 mesi fa

    Questa sì che è “Libidine” e non tikitaka!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro88 - 2 mesi fa

    finalmente un TORO che fa il TORO.
    Non svegliatemi sto sognandoooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 2 mesi fa

    Quando facevamo possesso palla (anche oltre il 50%) mi addormentavo o imprecavo per l’ennesimo passaggio indietro o laterale…
    Questa invece è adrenalina pura!!! Ma quanti anni sono che non vedevo un Toro giocare così? Troppi… quandi fatti (gol) e poca fuffa (giro palle)
    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 2 mesi fa

    Forza TOROOOOOOOOOOO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy