Palermo-Torino: Martinez ci prova, Maxi Lopez devastante

Palermo-Torino: Martinez ci prova, Maxi Lopez devastante

Palermo-Torino 2-2 / Il numero 11 granata cambia il volto alla partita e al reparto offensivo granata, dando prova di essere un’ottima arma per Ventura

 

Eccoci giunti all’ultimo dei reparti da prendere esame, ovvero l’attacco. Il Torino è riuscito ad andare a segno anche in questa giornata con un giocatore offensivo, e questo sicuramente non può che essere un dato positivo per Ventura.

QUAGLIARELLA – E’ – insieme al rosanero Franco Vazquez – il giocatore ad aver tirato di più durante la partita di ieri. Ci prova soprattutto da lontano, tentando di sorprendere Sorrentino, ma raramente le sue conclusioni spaventano in maniera seria l’estremo difensore rosanero. Apre il gioco con qualche bel lancio, come è nelle sue corde, e da un suo tiro svirgolato nasce il pareggio granata.

MARTINEZ – L’impegno c’è e nessuno può dire altrimenti, ma manca ancora quella lucidità che il classe ’93 – forse proprio per la giovanissima età – non riesce ancora a mantenere sotto-porta. Ha una bella occasione nel primo tempo, costringendo Sorrentino alla deviazione in corner, ma poi non fornisce ulteriori sussulti degni di nota. L’intenzione è più che buona, ma ci si aspetta di più.

MAX LOPEZ – E’ lui il vero protagonista di giornata- ventura gli concede mezz’ora e lui lo ripaga dopo pochi minuti dall’ingresso in campo con la zampata vincente su ottimo assist di El Kaddouri. Poi il numero 11 si scatena, cercando più volte la via del gol – come quando impegna Sorrentino in tuffo sul primo palo – e vedendosi annullare una rete all’apparenza più che regolare. Uomo in più insieme ad El Kaddouri nel roster granata, se risponde sempre così alla chiamata del tecnico, per Ventura sarà davvero dura tenerlo fuori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy