Palermo-Torino, parola alla difesa: un cigolio di troppo, poi regge l’urto

Palermo-Torino, parola alla difesa: un cigolio di troppo, poi regge l’urto

L’analisi per reparto / Il trio Maksimovic, Glik e Moretti sbanda in avvio. Ecco gli errori da non ripetere

difesa

La difesa del Toro, non è più la stessa dello scorso anno: per precisione, puntualità e soprattutto rapporto tra reti realizzate e subite. Ma quella vista in campo contro il Palermo, certamente inizia finalmente ad assomigliargli. Qualche errore in avvio e poi un altro paio di sbavature ad inizio ripresa. I tre patiscono ancora gli scambi rapidi (uno-due) da parte degli avversari al limite dell’area: un difetto sul quale lavorare, anche e soprattutto in vista del proseguo del campionato. Errori di valutazione da evitare già nella sfida interna contro il Carpi, del tandem rapido e possente formato da Mancosu-Mbakogu.

Pur sottolineando la buona prova vista ieri al Barbera, andiamo pure ad analizzare singolarmente gli errori del trio difensivo: per non sedersi sugli allori, per tenere tutti sulle spine in vista della prossima quanto delicata sfida.

MAKSIMOVIC IN RITARDO – Il centrale serbo reagisce prontamente dopo la rete con la quale i rosanero di portano in vantaggio, ma è giusto sottolineare come lo stesso sia in ritardo quando – complice l’uscita dall’area di Moretti – l’assetto arretrato sia obbligato a scalare. Parte spesso con quel mezzo secondo di ritardo, tanto è vero che in tutta la gara riesce a centrare e vincere solamente un contrasto. Come riportato anche dalle statistiche della Lega di Serie A.

GLIK NERVOSO – Il capitano ricalca per certi versi le prestazioni che nella passata stagione gli valsero il titolo (puramente informale) di difensore più decisivo d’Europa. Le prende tutte e in avanti sfiora anche il gol. Appare, suo malgrado, leggermente nervoso lungo tutto l’arco del match. Rimedia un cartellino severo, ma allo stesso tempo evitabile: alla pari dei quei falli a ridosso della propria area che se consegnati ad un tiratore scelto, potrebbero pesare anzichennò.

difesa
Moretti e Gilardino in Palermo-Torino

MORETTI A SPASSO – Nessun dubbio sulla reazione e sulla precisione con la quale chiude le incursioni degli avversari: su tutte, da sottolineare quella in spaccata su Gilardino al limite dell’area granata. Giocare senza l’ausilio difensivo dell’esterno di riferimento non è stato semplice, ma in ogni caso quella sbavatura iniziale pesa come un macigno. Nonostante l’esperienza che può vantare, il centrale romano si fa portare a spasso dal ‘Mudo’ Vazquez, cascando in pieno nella trappola appositamente predisposta dall’avversario: verticalizzazione in contro-tempo e gol fatto (o subito, dipende da che lato si osserva).

Tanti i buoni spunti, una difesa che contro il Palermo rialza lo scudo e mette in campo una prestazione positiva. Ma come detto in apertura, per una volta vogliamo soffermarci maggiormente gli errori commessi. Niente coccole per ora, tutti sulle spine: perché Torino-Carpi sarà una partita vera…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy