Palermo-Torino: Vives tiene, El Kaddouri cambia la partita

Palermo-Torino: Vives tiene, El Kaddouri cambia la partita

Palermo-Torino 2-2 / Il centrocampo granata ha vissuto di alti e bassi nel corso della partita, ma il contributo del trequartista belga-marocchino è stato notevole

Continuiamo la nostra riesamina dei reparti granata nella partita contro il Palermo: il centrocampo ha tenuto bene agli assalti rosanero, ma è l’ingresso di El Kaddouri ad aver spostato gli equilibri.

VIVES E BENASSI – Il numero 20 granata dimostra la sua grande duttilità ricoprendo un ruolo nel quale di questi tempi fa un po’ fatica. Tuttavia, la sua prova è di grande cuore, dimostrandosi diligente e pronto in entrambi le fasi di gioco. Non brilla Benassi, che disputa una gara molto ordinata, dando moltissimo sul piano della quantità ma poco su quello della qualità.

FARNERUD ED EL KADDOURI – Lo svedese, al pari di tutta la squadra, cresce nella ripresa, dopo un primo tempo bloccato nel quale sbaglia alcuni appoggi all’apparenza semplici, peccando di superficialità e prevedibilità in alcune giocate. La vera svolta della gara, però, avviene al 53′, quando El Kaddouri entroa in campo e cambio volto al match, dando quella qualità di cui necessita la mediana granata, e trovando l’assist – l’ennesimo della sua stagione – per Maxi Lopez. Il marocchino si dimostra un’altra volta l’arma in più di Ventura, con la sua abilità tra le linee, infatti, il centrocampisti spezza in due la gara.

Una prova, dunque, positiva per il reparto che maggiormente – durante l’anno – è stato bersaglio di aspre critiche, ma che ha dimostrato di possedere un impianto tattico da far invidia a quello di mezz’Italia.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy