Paolo Pulici: il bomber dell’ultimo scudetto, il bomber di sempre

Paolo Pulici: il bomber dell’ultimo scudetto, il bomber di sempre

Figurine / Compie 66 anni Puliciclone, attaccante sublime e grande tifoso granata

5 commenti
Pulici, Filadelfia

Sessantasei anni, e non sentirli. Paolo Pulici festeggia oggi il compleanno, e tutto il mondo granata si unisce negli auguri all’ex bomber del Torino, vincitore dell’ultimo scudetto nella stagione 1975/76.

“Puliciclone” nasce a Roncello il 27 aprile 1950, e a 17 anni incontra per la prima volta i colori granata, dopo essere stato scartato dall’Inter. In Primavera si mette in mostra, ma i primi anni al Torino non sono per nulla semplici: poco freddo sottoporta, sino al 1971 il giocatore non riesce ad ingranare la marcia giusta per poter fare la differenza. Nel 1972 Giagnoni lo tiene addirittura fuori per 2 mesi, per permettergli di migliorare dal punto di vista individuale, e i risultati arrivano eccome: capocannoniere del campionato ’72/73 e poi di quello ’75/76, quando guida i granata insieme all’altro Gemello del Gol Francesco Graziani al settimo scudetto. In granata giocherà fino al 1982, scendendo in campo in 437 occasioni firmando ben 172, e diventando una leggenda di questi colori.

Ancora oggi Paolo Pulici è tifoso granata, e non fa mai mancare il suo sostegno al Torino, partecipando – tra le altre cose – ad incontri in numerosi Toro Club.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. rossogranata - 1 anno fa

    Spero tanto che il tuo esempio come calciatore e uomo sia sempre nei cuori di tutti i giovani che vestono e che vestiranno la maglia granata del Toro. E speriamo che anche i dirigenti di oggi aprino di più le orecchie ai tuoi sempre più prezioni consigli, soprattutto al
    nostro Mister per trasmettergli quel coraggio e quella fiducia nei giovani della Primavera , importante scelta per rinvigorire la prima squadra non solo nel gioco ma nella “passione unica” che solo il Toro riesce a infondere alle nuove generazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ppaglia_986 - 1 anno fa

    Tanti auguri, Paolino. Sei sempre un mito. Uomini come te sarebbero l’unica medicina in grado di curare il calcio malato di oggi. Come vorrei che tu potessi insegnare e trasmettere un po’ di granatismo ai giovani del Torino. Credo che per qualcuno farebbe la differenza.
    Ancora buon compleanno, campione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Belfagor - 1 anno fa

    Auguri Campione: Persone Immense come Te dovrebbero essere clonate.

    Sei stato, sei e sarai sempre il Cuore Pulsante del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. biziog - 1 anno fa

    LUI, dovrebbe essere nella società, lui dovrebbe consigliare i giovani, spiegare che cosa è il TORO, ma nessuno se ne occupa…
    AUGURI AL PIU’ GRANDE (INSIEME AL CAPITANO FERRINI) GIOCATORE DOPO SUPERGA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    AUGURI CAMPIONE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy